Shining: il film diventa un videogame in 8 bit [VIDEO]

Shining diventa un videogame 8 bit grazie al video di CineFix.

Come si capisce se un film è diventato un vero e proprio capolavoro mondiale? Semplice, per il numero di citazioni, versioni e parodie! Ne è un esempio il film Shining, diretto da Stanley Kubrick, che vanta anche una versione in 8-bit.

A trasformare Jack, Wendy e il piccolo Danny in personaggi di un video game old-school ci pensa CineFix con il video The Shining – 8 Bit Cinema. Il filmato riproduce, in poco più di 3 minuti, tutta la storia del film ma con una grafica che ricorda i videogame: pixel, vista 2D e un’interfaccia tipica dei giochi punta e clicca. Nel video riviviamo tutte le scene cult del film passando da un personaggio all’altro all’interno di un Hotel Overlook in 8-bit.

Ma il video non si ferma solo alla riproduzione in chiave 8-bit del film cult di Kubrick. I più attenti (e geek) di voi avranno colto il riferimento, così esplicito da diventare citazione, del famosissimo videogame Monkey Island. La grafica e l’interfaccia di gioco sono identiche a quelle del videogame anni ’90 della LucasFilm Games che è diventato un vero e proprio cult nel mondo dei videogamers.

Schermata del videogame Monkey Island

Insomma: prendete un film cult considerato il secondo horror più bello al mondo, aggiungete un pizzico di vintage e una chiara citazione al mondo dei videogame ed ecco a voi la perfetta ricetta di un video viral… o almeno in teoria! Se controlliamo le visualizzazioni, infatti, ci rendiamo conto che il filmato è lontano dal concetto di viral.

Come mai? Per prima cosa di filmati come questo è piena la rete (rinfrescatevi la memoria con i nostri articoli sull’argomento) e l’effetto “già visto, già sentito” fa perdere dei punti al video nonostante l’ottima qualità di realizzazione. Un punto a sfavore, se vogliamo, è anche la scelta del film: troppo cult e troppo famoso. I veri fan possono indignarsi e chi ha già visto il film potrebbe trovarlo noioso e ripetitivo.

Bando alle ciance, è tempo di vedere il video per un momento di relax perchè, ricordate bene, “All work and no play makes Jack a dull boy“.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?