In coda per iPhone 5s: manuale di sopravvivenza dell'Apple-Scout

Notte in fila per l'iPhone 5s (e 5c)? E' un fatto di sopravvivenza!

Anche i più duri sostenitori di Android dovrebbero farsene una ragione: come ogni vigilia di ogni  nuova release Apple, i super appassionati si son messi pazientemente in coda davanti lo Store della Mela. 

Fila all'Apple Store di Bologna alle ore 18.45 del 24 Ottobre 2013

La sera del 24 ottobre  io e Claudia abbiamo sacrificato la birretta della sera per fermarci a parlare con chi era già in coda davanti l’Apple Store di Bologna. Lo abbiamo fatto anche l’anno scorso e dunque come si dice in questi casi “Ce tocca!”.

Siccome siamo persone serie, da questa esperienza ne è nato un Manuale di Sopravvivenza dell’Apple-Scout, che contiamo sarà di “vitale” importanza per la prossima iVeglia, quella della in attesa dell’iPad Air (in vendita dal 2 novembre).

Premessa

“Le tecniche di accampamento urbano di seguito spiegate sono sconsigliate a:

1) maniaci dell’igiene: no, il marciapiede davanti l’Apple Store non è diverso da quelli del resto della città, non è più pulito e soprattutto non è esente da mozziconi, rifiuti, delimitazioni del territorio dei cani;

2) asociali e sociopatici: se fai la fila devi sapere che il 50% dei passanti si fermerà a chiedere chi, come quando e perché; un 30%  cercherà di dissuaderti; un 10 % ti inciamperà di sopra per sbaglio; un 5 % è composto dai dipendenti Apple, la security e la polizia che si preoccupano che tutto fili liscio; un 2,5 % fanno interviste (chm…) e un altro 2,5% ti può  fotografare, fissare da lontano, deridere, insultare (per ordine di incidenza)”

1. Definisci la gerarchia: “Follow the Leader”

Rocco, Valeria e Francesco

Posizione: Ultimi in fila alle 18.45
Provenienza: Napoli, Pantelleria
Cosa fate nella vita – Rocco:-“Io sto per lei “(rivolto a Valeria);
Valeria : “Io sto per lui”(rivolto a Rocco);
Rocco:- “E lui sta per il telefono” (rivolto a Francesco). Ah, ecco, iniziavamo a preoccuparci…

Francesco e Valeria

Che cosa non deve mai mancare quando fate la fila per un prodotto Apple?
“La ragazza” risponde Rocco (Claudia: “e poi dicono che i giovani non sono romantici…”)

Come ci si prepara psicologicamente alla vigilia?
Valeria: “Utilizzando il Mac e socializzando con gli altri appassionati: possono nascere sempre nuove connessioni!”

Cosa vi spinge a stare qui un giorno prima?
Francesco: “La disponibilità del device: se non riesci a prenderlo al day one ti tocca aspettare”.

Rocco: “Io voglio il 5S: il 5C non lo comprerei nemmeno se me lo regalassero, perché non aggiunge nulla di nuovo a quello che già c’è, se non un retro colorato”.

2) Cattura il nemico e portalo dalla tua parte

Davide e Giuseppe

Posizione: Terzultimi in fila alle 19.10
Da dove venite: Ferrara
Cosa fate nella vita: Studenti

12 ore prima dell'apertura dell'Apple Store

Che cosa non deve mai mancare quando fate la fila per un prodotto Apple?
“Sicurezza, ombrello, sacchi a pelo”. Vedi il 2,5% di cui sopra che non vede l’ora di romperti le… ehm, mostrarti il tuo disappunto.

Come ci si prepara psicologicamente alla vigilia?
“E’ un’esperienza che va fatta: si sta insieme, ci si conosce, c’è l’attesa per il nuovo prodotto”. Ok, anche noi siamo qui, ci può stare.

Cosa vi spinge a stare qui un giorno prima?
“Mi piace che, a prescindere dai propri gusti in termini Mobile, siamo tutti amici. Andiamo oltre quel pregiudizio che c’è tra l’immaginario di Apple e Android fan: con noi abbiamo un amico che ha un Symbian e non è interessato ad iPhone, ma è venuto qui a passare una nottata con noi ed altre persone”.

Ma lo vedi che non è vero che si odiano?! Ok ragazzi, ora lasciate andare quel poveraccio, su…

3) Ripeti ora con noi: “Sul mio onore non tornerò più alla concorrenza”

<p>Davide con l'iPhone 5s e l'iPhone 5c</p>

Vi raccontiamo una storia vera: Davide ha acquistato tempo fa il nuovo Nokia Lumia 1020, quello con fotocamera da 41 megapixel.

Ne è rimasto molto deluso soprattutto dai continui problemi col sistema operativo che si impalla tanto da dover ricorrere al vecchio metodo “Togli la batteria, rimetti la batteria”. 

Davide riflette: Nokia è in declino perché non ha saputo/potuto implementare un buon market in Symbian. Ai tempi del 4S gli Android hanno iniziato ad equiparare Apple, ma è sempre un gioco di equilibri a scalini: quando l’uno migliora, l’altro esce con una versione migliore. Adesso Symbian è inutilizzabile per i nostri tempi e i due Big sono in rivalità.

Davide risolve: se devo spender comunque tanto, prendo quello che mi piace: Apple. Apprezzo particolarmente la garanzia, che spesso prevede la sostituzione completa.

Per cronaca, abbiamo provato la fotocamera da 41 megapixel, non male…

4) C’è sempre chi arriva prima di te

Marco Vacca

Posizione: Quintultimo in fila alle 20.10
Da dove vieni: Cagliari
Cosa fai nella vita: Tecnico certificato Apple/studente di informatica

Che cosa non deve mai mancare quando fai la fila per un prodotto Apple?
“Compagnia ed amicizia: ho partecipato a diversi eventi Apple di questo genere, con e senza amici; da soli, il tempo non passa mai”.

Ma come?! Hai già l’iPhone 5s?
“L’ho acquistato a Londra”.

E per la serie: l’ho sempre detto che prima o poi il mio iPhone farà il caffè:

“Apple vede il suo smartphone come un elettrodomestico, nel senso che deve essere semplice da utilizzare. In questo sta la sua forza.”

Momento di smarrimento post intervista: “Ohi Clà, ma che ci faceva allora in fila?”, “Boh, Frà, non gliel’ho chiesto, me ne sono dimenticata… Mi son distratta mentre facevo la foto allo sfondo del suo iPhone”. Ecco la prova:

iPhone 5s di Marco

 5) Le (piccole) donne ne sanno una più di te

Sara Canducci, Carlo & Company

Posizione: 12esimi in fila alle 20.40
Da dove venite: Bologna – Modena – Finale Emilia – Padova
Cosa fate nella vita: Studenti/Lavoratori/Liberi professionisti

Sara Canducci, la nostra giovanissima Geek

Guardate questa ragazza: si chiama Sara Canducci, ha un blog sulla tecnologia vista da un punto “differente” ( vi dice nulla?), un canale Youtube dove dispensa consigli non su capelli e make up ma su Photoshop, Adobe Premiere, iPhone, accessori tech, ecc.

L’accompagna la mamma, sua prima sostenitrice: Sara ha infatti 19 anni! E per la cronaca: lavora già.

Che cosa non deve mai mancare quando fate la fila per un prodotto Apple?
Sara :“Un Proporta Turbocharger”
Francesco: “Cosa?”
Sara: Questo.

Carlo: “Anche cibo ed un paio di Red Bull” . Oh, così facciamo pubblicità, cancella…

Dunque si fa balotta (traduzione dal bolognese: notevole concentrazione di persone in un dato sito)
Carlo: “Noi siamo qui per la colazione” 

Ok lui scherza,  qualcuno invece l’ha fatto sul serio… vero Claudia? “- “No, dai, passavo lì la mattina…”

“In realtà si fanno due chiacchiere, si tiene il conto alla rovescia, cose così. E’ bello vivere un evento come questo in compagnia. In fondo, siamo tutti uniti dalla passione verso l’iPhone: se volevo semplicemente comprarlo, andavo presso un qualsiasi retailer della mia zona. Invece qui si respira un’aria particolare”.

Sara, la mamma, Carlo & Co.

6) L’importante non è partecipare ma esser  primi!

Vuoi non intervistare il primo? Dunque The Winner is…

Andrea, il primo della fila

Andrea Ragazzi

Posizione: Primo assoluto in fila all’Apple Store
Da dove vieni: Ferrara
Cosa fai nella vita: Studente

Che cosa non deve mai mancare quando fate la fila per un prodotto Apple?
Una sedia comoda sulla quale sedersi e, ovviamente, la passione.

Come ci si prepara psicologicamente alla vigilia?
E’ la 4° vigilia a cui partecipo: ormai sono preparato. Raggiungo lo Store il prima possibile e mi porto dietro il primo amico che mi dà la disponibilità: prima è, meglio è.

Cosa vi spinge a stare qui un giorno prima?
Io mi diverto a stare qui: posso passare una serata con i miei amici. Poi passano intervistatori, curiosi e profani a cui raccontare cosa succede. Più sono qui e più mi diverto

In conclusione

Ok, il manuale è una scusa per raccontare anche noi l’uscita negli store di iPhone 5s e iPhone 5c. Inoltre il 2 novembre è vicino e prevediamo una bella coda anche per iPad Air, dunque meglio prepararsi con anticipo!

Anche se l’iPhone 5S costerà almeno €729 senza contratto telefonico, quasi tutti i fan hanno pensato bene di vendere il vecchio modello per pagare il nuovo mettendoci una piccola differenza. Però qualcuno non vuole proprio rinunciare al suo vecchio iPhone 3G:

L'antenato iPhone 3G

Questa è una conclusione personale: partecipare anche solo due ore ad una serata del genere significa prendere parte per un attimo a quel mondo che non ti appartiene.

Per farvi un esempio, è come la prima volta che vi costringono a fare la maratona di Star Wars o partecipare ad una seduta di Dungeons e Dragons (si, la componente Geek & Nerd è forte e anche molto piacevole). Ora che ho partecipato per la prima volta ad un evento del genere sono più consapevole dei miei amici iPhoniani!

In ogni caso, giusto per onor di cronaca, l’ultima foto spetta a me: infatti a fine intervista, con il 20% di carica, l’iPhone 4s di Claudia è morto inesorabilmente!

“Ehi, capita anche ai migliori di non farcela!”.  Sì, Claudia, come no…

Foto scattata con il mio Android tarocco perché l’iPhone 4S di Claudia aveva deciso di spegnersi al 20% di carica