6 modi per migliorare la vostra pagina per Facebook Graph Search [HOW TO]

Il motore di ricerca di Facebook sta diventando uno strumento indispensabile per promuovere la propria attività, ecco come sfuttarne le potenzialità


Mr Zuckerberg ha fatto un altro passo avanti alla conquista del web. Ha ampliato la possibilità di ricerca di Facebook Graph Search (avevamo scritto del suo lancio a gennaio). Ora, per gli iscritti di lingua inglese è possibile spulciare anche fra aggiornamenti di stato, post e commenti.

Questa novità apre nuove strade (avevamo raccolto le riflessioni di due esperti sulle sue applicazioni). Vie percorribili soprattutto da chi vuole lanciare una nuova campagna adv o la propria attività su Facebook e vuole farsi trovare prima dei concorrenti.

In Italia bisognerà aspettare ancora un po’, al momento è possibile solo iscriversi ad una lista d’attesa per poter curiosare fra commenti vecchi di anni.

Nel frattempo prepariamoci! Ecco qualche consiglio da Andrea Vahl su SocialMediaExaminer. 6 modi per ottimizzare la vostra pagina Facebook e renderla immediatamente ricercabile dal motore di ricerca del più popolare fra i social media.

1. Scegliere la categoria corretta

Attualmente le categorie a cui una pagina può appartenere sono limitate. Luoghi, musica, libri e film sono fra quelle che maggiormente beneficiano della classificazione attuale. È importante che la vostra pagina sia inserita in una di queste categorie fra le più importanti.

Se la vostra azienda non rientra esattamente in nessuna di queste cercate la vostra risposta completando con le possibilità offerte dalle sotto-categorie (vedi #2).

 

2. Completare la sezione ‘informazioni’ in modo dettagliato

È importante inserire nella sezione dedicata alle informazioni della vostra pagina quanti più possibili tag, in particolar modo se la vostra attività e/o prodotto non corrisponde ad una precisa categoria. Usate la possibilità data dalle sotto-categorie: un ristorante, per esempio, potrà inserire la maggior parte di tipi di cibo che serve; una testata web, gli argomenti che tratta.

Le pagine di Facebook sono indicizzate su Google, solo così potrete essere trovati prima. Utilizzare parole chiave non significa inserire nella sezione ‘about’ una serie infinita di tag, ma assicuratevi che i termini importanti per la vostra attività appaiano, descrivete il vostro prodotto così come lo cerchereste su Google.

3. Incentivare i check-in.

Questo vale per chi abbia uno spazio visitabile fisicamente dagli utenti (negozio, ufficio, ristorante ecc…). È importante incoraggiare i check-in, in questo modo la vostra pagina apparirà molto più frequentemente nei risultati di ricerca.

Più alto è il numero di persone che si registrano, più i loro amici vedranno quel luogo (il vostro) nei risultati della loro ricerca. Così otterrete i vantaggi del social proof (il meccanismo di riprova sociale).

4. Rivendicare la vostra posizione

Ognuno può creare dal proprio smartphone un nuovo luogo e dargli un nome. Per questo è importante segnalare come proprio un luogo, che si tratti di ufficio, hotel, ristorante, studio. Se non lo rivendicate, non otterrete i benefici dei check-in.

È possibile rivendicare il proprio luogo tramite richiesta a FB.

5. Tag e foto

Incoraggiate i follower a taggarsi nelle foto del vostro ristorante (e viceversa) e invitate quelli che non lo sono ancora a farlo tramite la pubblicazione di fotografie di eventi pubblici realizzati o futuri. Facebook Graph Search permette alle persone di trovare le foto degli amici anche all’interno dello loro pagine preferite. Pubblicate quante più foto e video possibile.

6. Impostare il nome utente della vostra pagina

Scegliere il nome utente della pagina rispetto a quello assegnato da Facebook è uno dei passi base nella creazione di una pagina Facebook. È importante, anche qui, scegliere al meglio le parole da utilizzare. Se possibile – e attinente all’attività – inserite il nome della città nella quale si svolge l’attività.

Ora la vostra pagina è pronta per essere trovata!

Facebook Graph Search è uno strumento interessante per marketer, per startupper e per chiunque abbia una pagina Facebook. Uno strumento in evoluzione. Staremo a vedere cosa succederà quando sarà completo anche in Italia.

Potenzialmente è il luogo nel quale sperimentare nuove forme di advertising e di raccolta dati e misurazione delle azioni del pubblico. Infatti tutto ciò che è stato reso pubblico sarà così reperibile.

Vi lasciamo con un regalo: una infografica dell’agenzia USA Right On  - No Bull Marketing, che riassume gli step più importanti per l’ottimizzazione della vostra pagina per Facebook Graph Search.

The 9 Step Cheat Sheet for Facebook Graph Search Optimization

Infographic by Right On No Bull Marketing

ARTICOLI CORRELATI

Facebook Graph Search: nuove opportunità di business per le imprese

Tutte le impostazioni sulla privacy da modificare prima del rilascio della Graph Search di Facebook

Facebook Phone? No, Zuckerberg lancia Graph Search [BREAKING NEWS]

Perché condividiamo sui social media? Omologazione batte originalità

Google Maps: con la Local Search visibilità per tutti anche per PMI

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

adv
Corso Intensivo in Non-Conventional & Viral Marketing