Baidu, il primo motore di ricerca della Cina, accetta i Bitcoin

Baidu e Bitcoin: una collaborazione digitale per le transazioni finanziarie

Baidu, il primo motore di ricerca della Cina, accetta i Bitcoin

Baidu, conosciuto anche come il “Google della Cina” ha iniziato ad accettare pagamenti in Bitcoin per Jiasule, un sistema cloud che offre servizi di firewall e protezione da attacchi DDos. La notizia è stata rilanciata da Mashable la scorsa settimana. Eppure il valore del Bitcoin – la moneta digitale – ha subito nell’ultimo mese un vero e proprio terremoto. Scopriamo cosa è successo.

La fine di Silk Road

A fine settembre il valore di un Bitcoin era stabile sui 145 dollari; il 2 ottobre la FBI sequestra i beni di Silk Road, sito online che vendeva droghe, documenti falsi, virus e account Amazon trafugati. Tutti gli introiti delle vendite erano in Bitcoin: per l’esattezza si trattava del 5% dei Bitcoin attualmente in circolazione, per un valore di 80 milioni di dollari. Dopo il raid e l’arresto del proprietario del sito – Ross William Ulbricht – per spaccio e riciclaggio di denaro sporco, il valore della moneta digitale crolla a 119 US $. In molti hanno pensato che questa sarebbe stata la fine della valuta digitale open source.

Baidu accetta i Bitcoin

La partnership con il colosso Internet cinese sembra arrivare proprio in tempo per risollevare le sorti del sistema di pagamento peer-to-peer nato nel 2009. Dopo il raid a Silk Road, BTC sembra essersi ripreso, raggiungendo il valore più alto degli ultimi cinque mesi. Adesso Bitcoin può davvero dormire sonni tranquilli: Baidu è il quinto sito più visitato al mondo e il primo della Cina, secondo i dati Alexa.

Baidu, il primo motore di ricerca della Cina, accetta i Bitcoin Il direttore esecutivo della Bitcoin Foundation – John Matonis – ha dichiarato che la collaborazione è “certamente una notizia incoraggiante” e lo è ancora di più dal momento che viene da una nazione come la Cina e da un’azienda quotata in borsa. L’effetto sarà enorme: non solo la credibilità e la legittimità della moneta digitale aumenteranno, ma è molto probabile che la partnership con Baidu incoraggi altre aziende ad utilizzare Bitcoin per le transazioni finanziarie.

Baidu, il primo motore di ricerca della Cina, accetta i Bitcoin

Moneta visionaria o realtà finanziaria?

Ninja Marketing aveva già parlato di Bitcoin, evidenziando le caratteristiche positive della moneta digitale e le perplessità degli scettici. Sarà la Cina a segnare la svolta nel sistema di scambio di denaro online? Lo scopriremo monitorando la situazione nel tempo. Di certo questa notizia rappresenta non sono un “colpaccio” per Bitcoin, ma è soprattutto un’ottima occasione per capirne qualcosa di più.

Scritto da

Claretta Brancatelli

Claretta nasce nel 1985 guardando da vicino lo Stretto di Messina. Quando ancora non sa tenere in mano una penna, detta i "pensierini" alla sorella maggiore, che per pura pietà ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui kurarisa .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it