Mobile App Acceleration Camp, due giorni a Torino per sviluppare app

Un camp prepara le startup che sviluppano per Windows Phone a ricevere i grant di AppCampus. Dopo la tappa torinese il 16 e 17 ottobre presto altre date

Mentorship e grant da 20k a 70k per lo sviluppo di app per Windows Phone. Queste sono le opportunità messe a disposizione da AppCampus, programma creato da Aalto University, Microsoft e Nokia e diretto dall’italiano Paolo Borella che lo scorso anno abbiamo intervistato per farci spiegare il programma e illustrarci i criteri di selezione. Criteri severi, perché AppCampus vuole applicazioni di qualità sia tecnica che di design, che sappiano sfruttare le peculiarità della user experience dei device Microsoft. Per questo AppCampus ha deciso di aiutare i team attraverso una camp di due giorni durante il quale ricevere consulenza tecnica, di marketing, di business e di design da mentor di Microsoft e Nokia.


Da BizSpark verso il Mobile App Acceleration Camp

Microsoft da anni ha sviluppato programmi finalizzati al supporto dell’ecosistema globale delle startup ICT. Con il programma BizSpark dal 2009 Microsoft offre alle startup software gratuito, consulenza tecnica e visibilità.

Con il sempre maggior impegno nell’ambito mobile, Microsoft ha quindi avviato, in collaborazione con Nokia, il programma AppCampus, che mira proprio a sostenere lo sviluppo di App per Windows Phone con mentorship e finanziamenti. Si è però dimostrato necessario introdurre uno step intermedio, come spiega Mario Fontana Principal Technical Evangelist di Windows Azure e responsabile del programma BizSpark: “Abbiamo deciso di dar vita al MAAC per colmare un gap. In un anno su una settantina di progetti italiani presentati ad AppCampus, ne è passato solo uno. Quello che mancava principalmente era la focalizzazione sull’app e sulla user experience offerta all’utente. Abbiamo iniziato lavorando su 10 dei progetti rifiutati e dopo una full immersion app-centrica, 5 di questi hanno ottenuto i Grant”.

Il primo camp “pilota” che si è svolto a Roma dal 24 al 26 Maggio, ha quindi consentito a 5 startup italiane (ArtGuru con la sua guida turistica, il social game network di GamePix, il trading card game ambientato nell’universo del fumetto giapponese di Mangatar, la console per DJ di jotURL Srl e l’app che simula il Tiro a volo olimpico Shooter Assistant) di ottenere i grant di AppCampus, per un totale di 190mila euro di finanziamenti.

MAAC all’Incubatore del Politecnico di Torino

I risultati dell’edizione pilota hanno incoraggiato Microsoft e Nokia a creare il Mobile App Acceleration Camp, la cui prima edizione si è svolta a Torino presso I3P, l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, il 16 e 17 ottobre. Tra le 68 application inviate, sono state selezionate 9 startup provenienti da tutt’Italia (AppsBuilder, Paperlit, Stereomood, myCosmèl, RORTOS, Actions, 20Lines, ThreeCanDy, D-still) che hanno potuto partecipare alla due giorni torinese.



Per due giorni i team hanno partecipato a serratissime sessioni di mentorship svolte da esperti di business, design, sviluppo e marketing che suggerivano loro come creare app capaci di guidare un grosso numero di download. In conclusione una demo session in cui i team dovevano dimostrare di avere recepito i feedback forniti durante il camp.


I commenti a caldo di mentor e partecipanti

Conclusasi l’edizione torinese, abbiamo raccolto i commenti dai partecipanti, vincitori di AppCampus, mentor e startup selezionate a questa edizione. Innanzitutto il loro feedback sull’evento di Marco Canu, IT Consultant di Microsoft

MAAC è stato: startup incredibili, grandi coach, tecnologie innovative. La strada è quella giusta

Diamo ora la parola ai vincitori di AppCampus italiani, che erano presenti a MAAC per portare la loro esperienza:

Andrea Postiglione CEO e Co-Founder di Mangatar

MAAC è un format made in italy fa scuola nel mondo. AppCampus dimostra sana attenzione di Nokia e Microsoft per l’ecosistema delle startup. AppCampus per Mangatar è stata grande opportunità di crescita e formazione. Nasceranno app di successo e Dengen Chronicles sarà tra queste!

Sebastiano Galazzo di founder di App Shooter Assistant:

#maacto ho trovato ottime idee di team giovani e senior mentor pronti ad aiutare, l’Italia che vorrei sempre vedere.

Valerio Pullano Co-Founder, Marketing & Biz-Dev di GamePix

fare #startup vuol dire creare valore e al #MAACTO ce n’era davvero tanto! Merito di Mentor preparati e Team agguerriti.

Infine, tra i partecipanti a questa sessione di mentorship, Giovanni Foglietta di Stereomood

Mentoring as it should be: open, from competent people and very concrete! Microsoft is rocking in developers relationship mgmt!

Se siete interessati a partecipare ai prossimi camp, consultate il sito di MAAC: presto saranno annunciate nuove date.