Telecinesi da brivido in un coffee shop: è prank advertising! [VIDEO]

"Carrie", film horror degli anni '70, ritorna nella sale: per promuoverlo, un altro esempio di prank advertising da brivido.

Telecinesi da brivido in un coffee shop: è prank advertising! [VIDEO]

Se qualcuno vi chiedesse di descrivere l’atmosfera di un coffee shop, cosa menzionereste? Parlereste probabilmente di caffè caldo, di chiacchere con gli amici, di un luogo caldo ed accogliente dove si lavora al proprio pc al calduccio e sereni. L’immaginario legato a questi luoghi pubblici è forte, per questo può essere divertente giocarci. Come hanno cercato di fare i creativi dietro a “Telekinetic Coffee Shop Surprise“, un video tutto telecinesi, spavento e suspance.

Pubblicato solamente ieri, il filmato ha già totalizzato 3 milioni di visualizzazioni. Certo, non capita tutti i giorni di vedere una ragazza molto arrabbiata che, con il solo gesto della mano, scaraventa contro una parte e solleva un povero coetaneo colpevole di averle rovesciato addosso del caffè.

E non è effettivamente capitato nemmeno alle persone testimoni di questo ennesimo prank, appunto in quanto tale. Ma le espressione visivamente terrorizzate degli astanti non lascia dubbi sulla reale riuscita dello scherzo, organizzato per promuovere il prossimo rilascio nelle sale del remake di “Carrie”, famoso film horror degli anni ’70.

E forse è proprio la reazione iper-esposta dei presenti a differenziare questo video dai tanti esempi di prank advertising che abbiamo visto negli ultimi mesi: anzitutto qui non vi è una vera e propria “vittima”, ma spettatori di una presunta situazione pericolosa/spiacevole; inoltre, le telecamere hanno abbondantemente indugiato sui visi degli spaventati clienti del locale, vero motore emozionale del video. Come a dire “ecco come vi lascerà il film”.

Telecinesi da brivido in un coffee shop: è prank advertising! [VIDEO]

Telecinesi da brivido in un coffee shop: è prank advertising! [VIDEO]

Se così non fosse, svelare già all’inizio del filmato che ciò che si sta guardando è solo uno scherzo, non sarebbe stato strategico dal punto di vista della viralità. O forse gli autori hanno voluto evitare le critiche che operazioni di prankvertising si trascinano dietro? Voi cosa ne pensate?