5 strumenti per realizzare presentazioni spettacolari

Le presentazioni sono diventate, sia nel personal branding che in azienda, sempre più importanti. Oggi esistono molte alternative che consentono di creare slides di grande impatto grafico ed emozionale.

Creare presentazioni è, sempre più spesso, un modo fondamentale per esprimere un’idea o un concetto che rimanga impresso nella mente di chi ci sta ascoltando.

Questo accade sia in ambito aziendale sia in quello del personal branding. Per questo motivo, creare presentazioni di grande impatto visivo e in poco tempo, evitando clamorosi errori, è uno degli strumenti per fare un’ottima impressione, veicolando messaggi ed informazioni nella migliore maniera possibile al nostro target di riferimento.

Oltre alle tradizionali presentazioni in Powerpoint, esistono molte altre alternative: vediamo, anche con l’aiuto di Mashable, quelle più importanti e di sicuro impatto!

Keynote

Keynote è l’alternativa per eccellenza a Powerpoint. Disponibile originariamente solo su Mac, è stato poi introdotto per iOS (sfruttando la sincronizzazione con iCloud) ed ora anche su Pc, tramite la sua versione “cloud based“.

Le slides realizzabili con Keynote danno la possibilità di utilizzare animazioni spettacolari e layout innovativi; la presenza di iCloud inoltre, consente ai dispositivi iOS (oltre a poter creare presentazioni tramite l’app di Keynote a loro dedicata) di essere utilizzati come “second screen” (utile per note e preview della slide successiva) o come un vero e proprio telecomando per fare scorrere la presentazione.

Prezi

Prezi è, nell’epoca delle infografiche, il maggior esponente di un nuovo concetto di presentazione. Tramite questo tool infatti, non vengono create slides tradizionali ma vere e proprie mappe concettuali: all’interno di esse, è quindi possibile mostrare visivamente la propria idea, grazie a zoom ed animazioni. L’interfaccia grafica di Prezi infatti, denominata ZUI (Zoom-User-Interface) consente di mostrare, nei vari passaggi, quali sono i percorsi logici che portano ad un determinato risultato.

I risultati ottenibili sono quindi spettacolari e sicuramente molto differenti rispetto ad una presentazione tradizionale.

Prezi è basato su Cloud,  per poter quindi modificare la propria presentazione con qualunque piattaforma. La sua crescita è esponenziale: basti pensare che nel 2013 ha raggiunto circa 26 milioni di utenti registrati, con una crescita record nel corso di quest’ultimo anno rispetto al 2012!

Photo by Prezi.com

Presentations

Dopo una panoramica su Keynote e Prezi, sicuramente le più conosciute alternative a Powerpoint, merita una menzione Presentations, l’applicazione di Google dedicata alla realizzazione di presentazioni e contenuta nella suite gratuita “Google Docs”.

Presentations è forse il tool meno “spettacolare” tra quelli analizzati fin’ora, ma la sua semplicità grafica è compensata dal fatto di essere potenzialmente molto diffuso (praticamente, a tutti coloro che possiedono un account di Google) e dalla sua natura Cloud per definizione: le presentazioni possono essere editate e visualizzate su molteplici piattaforme e “condivise” tra più utenti, anche contemporaneamente.

Bunkr

Bunkr è uno strumento per presentazioni che ha un grande punto di forza: si basa interamente su HTML5. Questo significa essenzialmente che le presentazioni possono essere realizzate, modificate e visualizzate su qualunque browser e su qualunque piattaforma (Pc, Mac, Tablet o Smartphone). Non è necessario quindi utilizzare nessuna animazione in Flash (come accade con Prezi) né installare alcuna app dedicata. Basta aprire il browser ed iniziare la propria presentazione.

Inoltre, nell’ulteriore tentativo di rendere la creazione di slides il più semplice possibile ed “integrata” nell’esperienza internet di ogni utente, Bunkr funziona come un vero e proprio raccoglitore, in stile Evernote: basta infatti un click sul segnalibro di Bunkr e gli utenti possono archiviare immagini, video, siti web, frasi o note. Tutto con l’obiettivo di creare un database che possa essere utile, fruibile e che possa crescere continuamente facendo risparmiare tempo, non avendo la necessità di ricercare, ogni volta, le stesse informazioni.

Bunkr, come Presentations, consente a più utenti di lavorare anche contemporaneamente sulla presentazione.

Haiku Deck

Infine, come ultimo strumento da analizzare, non si può non considerare Haiku Deck.

Haiku Deck è un applicazione dedicata ad iPad, che nelle parole del suo fondatore Adam Tratt vorrebbe essere “l’instagram delle presentazioni”, rendendo la realizzazione delle slides “semplice, di grande impatto e divertente“.

In effetti, la sua flessibilità (è possibile editare anche la forma di ogni singola slide), i suoi moltissimi temi inclusi, la possibilità di inserire immagini da una sconfinata libreria in Creative Commons, o più semplicemente dal rullino di Facebook o di Dropbox, consentono di creare presentazioni uniche nel loro genere.

Conclusioni

In questo articolo sono stati mostrati alcuni strumenti per realizzare presentazioni diverse rispetto a quelle “tradizionali” in Powerpoint. L’utilizzo del Cloud Computing (per presentazioni multipiattaforma), l’ampia disponibilità di animazioni e la presenza estremamente vasta di elementi multimediali sul Web sono mezzi da sfruttare in modo crescente e creativo, per realizzare presentazioni che “si facciano ricordare”. Tutto questo, mettendo sempre al centro messaggi e concetti efficaci, nella maniera più innovativa e spettacolare possibile.

E voi, quali di questi tools utilizzate oppure avete utilizzato? Ne conoscete altri degni di nota?

Scrivetelo nei commenti!!

ARTICOLI CORRELATI

Come usare Prezi per creare video in poco tempo e con pochi mezzi

I consigli di Prezi per costruire una startup di successo

App of the Week: Haiku Deck presentazioni spettacolari con iPad!

8 buoni motivi per usare SlideShare nel business

WWDC 2014: Apple presenta le novità al keynote, scopriamole insieme!

Commenta

  • YOU

    senza prezi non c’è futuro :)

adv
Corso Online in Digital PR