Tira fuori lo Zombie Boy che è in te con L'Oreal

Scopri tutti i tatuaggi del tatuato più famoso dello show business

L’Oréal col marchio Dermablend aveva già conquistato 13 milioni di visualizzazioni su YouTube grazie al video Go beyond the cover che ha per protagonista il super tatuato Rick Genest, meglio conosciuto come Zombie Boya causa della particolarità dei suoi tatuaggi.  L’artista canadese, che ha fatto del suo corpo tatuato un business, è stato un testimonial così efficiente per Dermablend che il brand ha ideato un’altra campagna incentrata su di lui.

Stavolta è stata realizzata un’app che racconta la storia del folle canadese e dell’esperienza che riguarda il suo corpo. L’esperienza però non resta fine a se stessa, bensì coinvolge direttamente l’utente grazie a una tecnologia 3-D che permette di trasformare l’iscritto in un “Uncover Zombie Boy”

L’applicazione permette di scattare una foto e di trasformare il proprio volto e il proprio corpo in uno scheletro, completamente, o in precise aree. In pratica si può giocare a essere  Rick Genest allo specchio.

La trovata commerciale è ovviamente nella forza del prodotto Dermablend , viralmente usato due anni fa per coprire i tatuaggi di Genest, facendo sembrare la sua pelle pulita come almeno quanto quella di Dita Von Teese.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=9mIBKifOOQQ’]

C’è già chi lamenta un ipocrita anticonformismo da parte dell’impavido Genest il quale ha prima stravolto la sua identità, o forse l’ha persa del tutto, e poi ha deciso di commercializzare quel suo aspetto tanto surreale per un fine che banalmente, è solo commerciale.

E la risposta non si è fatta attendere troppo, certo manca di originalità e poesia “ma il ragazzo deve in un modo o in un altro guadagnarsi da vivere”.

Se volete provare l’ebrezza di apparire come Zombie Boy, l’app è disponibile sull’App store e su un sito dedicato.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Giovanna Napolano

Giovanna Napolano nasce a Napoli nel 1988 e si laurea in Scienze della comunicazione con una tesi in marketing.A diciotto anni scopre tra i banchi di scuola la materia che ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kiyoshi .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it