Personal Branding: raccontarsi online, i consigli di Luigi Centenaro

Sai come raccontarti sulle piattaforme social per creare il tuo brand personale?

Come vi ho già anticipato nel post introduttivo, a settembre Ninja Academy vi porterà alla scoperta del Personal Branding & Public Speaking, attraverso un percorso formativo di due giorni per imparare a comunicare voi stessi, la vostra azienda ed il vostro brand nei contesti live e sulle piattaforme social.  Il tutto corredato dai piacevoli “effetti collaterali” propri dei corsi in aula: la possibilità di interagire face-to-face con il docente e con gli altri partecipanti, la convialità dei momenti di break, e, una bella novità, la vista mozzafiato su Milano che godrete dalla nostra nuova sede, all’undicesimo piano di Blend Tower (a due passi dalla Stazione Centrale). Quindi, save the date and don’t miss it: vi aspettiamo il 26 e 27 settembre.

Attraverso le due giornate full immersion del Corso in Aula in Personal Branding & Public Speaking, insieme ai nostri docenti Luigi Centenaro [Personal Branding Strategist e fondatore di personalbranding.it]ed Alberto Castelvecchi [linguista, editore e già Public Speaking Trainer presso LUISS Business School], capiremo come realizzare il brand personale sulle piattaforme web, e come esprimerlo al meglio dal vivo negli eventi live. 

Per capire più a fondo come implementare una brillante strategia di personal branding, mi sono confrontata con Luigi Centenaro, docente della prima giornata di corso. Lascio a voi il piacere di leggere la nostra intervista, ricordandovi che lo sconto EARLY BOOKING è valido fino a Lunedì 16 settembre. 😉

Ciao Luigi! I nostri Ninja sono curiosi di scoprire le tematiche che presenterai nella tua lezione di Personal Branding: cosa dovranno aspettarsi?

Il mio desiderio è riuscire ad avviare in loro un processo di cambiamento, che li porti ad ottenere sia dei risultati concreti, sia nuove convinzioni e nozioni innovative. In termini pratici, presenterò vari argomenti, dai modi efficaci per differenziarsi, al descriversi bene e scegliere le tattiche giuste per rendersi visibili.

Potresti darci qualche chicca sulle case study che analizzerai?

Case history ne vedremo parecchie. Alcuni nuovi e alcuni che avete già curato sul blog di Ninja Marketing: su tutti io offrirò il mio punto di vista personale. Ma il case study principale, il vero protagonista del corso è ciascuno studente! Perché il personal branding nell’era di internet riguarda l’autenticità e io credo fermamente nel seguente concetto: “quello che ti rende unico è il segreto del tuo successo”.

“Tu sei quello che Google dice di te”. Quant’è vera questa affermazione nel contesto del web 2.0?

Per qualsiasi professionista, impiegato o manager è fondamentale avere una pagina su Google con dei risultati rilevanti, ma non sempre è possibile. Mi riferisco, banalmente, ai casi di omonimia. Pensa ad un povero Giuseppe Rossi che non fa il calciatore. Anzi, pensa ad un giovane emergente Giuseppe Rossi che fa proprio il calciatore!

Tempo fa dicevo spesso: “Sei bravo solo se lo dice Google”, ma la vera novità degli ultimi mesi è che ormai “Sei bravo solo se lo dice Google+”. Parleremo, infatti, anche della nuova tendenza per cui ciascuno di noi è il vero protagonista del marketing del futuro e delle relative opportunità che ciò offre per proporsi sul mercato.

Come integrare il personal branding online ai contesti offline?

Un Brand va coltivato e fatto conoscere e molte aziende lo sanno bene. Ma la visibilità è importante anche per le persone. Internet offre grandi opportunità per ottenerla, ma non sempre c’è il il tempo per farlo. Una soluzione può essere quella di integrare sempre di più i momenti della propria vita professionale (e non solo) facendoli vivere anche online, con i social media. Del resto, è molto più facile esprimere un gusto e una personalità pubblicando le proprie foto su Intagram che nel proprio album privato.

Credi sia ancora necessario avere un curriculum vitae tradizionale?

È necessario quando te lo chiedono. Di solito, però, la sua utilità termina qui. A meno che non lavori nelle risorse umane… 😉

 

ENTRO IL 16 SETTEMBRE

Knowledge for Change.
Be Ninja!