Battery Doctor, l'app salvabatteria per iPhone

I tips per non restare a secco con la batteria del vostro iPhone

Avere tra le mani il mondo intero… peccato che solo per poche ore! Siamo schiavi della presa di corrente! Portiamo sempre con noi il caricabatteria del nostro iPhone… e non è la prima volta che siamo costretti, la sera al ristorante, a chiedere al gestore: Mi scusi, mi fa attaccare per cortesia?!

La batteria non dura mai abbastanza… ma se utilizziamo assiduamente il nostro melafonino senza cautela alcuna, dura davvero troppo poco!

Esistono i cosiddetti “evergreen tips“, consigli sempre validi, che contribuiscono ad evitare il più possibile sprechi energetici quando alcune funzioni non sono necessarie o non utilizzabili.

A fine articolo ripropongo un breve “reminder” ma prima, vorrei consigliare un app che ci aiuta non poco a comprendere lo status del nostro iPhone e che integra un paio di funzioni davvero interessanti.

Battery Doctor, l’app gratuita che ci aiuta a comprendere e ottimizzare il consumo della nostra batteria

Sono da sempre scettico su questo tipo di applicazioni. Promesse, tante promesse, ma risultati quasi mai percepibili dall’utente finale. Da questo punto di vista Battery Doctor è stata una piacevole scoperta.

Premesso che, se non si ha la minima accortezza e si pretende di aumentare con un “clic” la durata della batteria di 3 ore… nessuno vi può aiutare! Applicare i consigli “sempre verdi” e un po’ di buon senso è la base per arrivare a fine giornata senza privarci di nulla, e soprattutto, mantenere sana la nostra batteria che ci potrà così alimentare correttamente anche una volta varcata la soglia dell’anno di utilizzo.

L’app gratuita, scaricabile da App Store (disponibile anche per piattaforma Android) è molto semplice ed intuitiva. Anche se non localizzata in italiano, il design minimale e le icone ne permettono una facile comprensione.

Appena lanciata, l’applicazione ci informa sul tempo residuo d’utilizzo, dato lo status attuale del dispositivo e ci indica quanto tempo possiamo indicativamente risparmiare disattivando una o più funzioni attive.

Cliccando poi su una funziona, ad esempio la localizzazione GPS (uno dei maggiori responsabili del consumo di energia) ci mostra il percorso da seguire per disattivarla. Per molti sarà una cosa scontata, ma molti utenti non hanno la minima idea di cosa significhi attivare o disattivare il GPS o le notifiche PUSH.

Cliccando su dettagli poi, abbiamo una proiezione del tempo residuo d’utilizzo a seconda dell’attività che abbiamo intenzione di intrapprendere. Questo elenco è anche utile per far comprendere a colpo d’occhio quali attività sono più dispendiose di energia. Ad esempio: giocare ad un gioco in 3D è meno dispendioso in termini di batteria che fare foto!

Colleghiamo il nostro iPhone all’alimentatore ed avviamo Battery Doctor: al resto ci pensa lui!

Per fare il suo lavoro, l’app deve essere attiva in background durante il ciclo di ricarica. Avviamo la nostra applicazione, colleghiamo il telefono alla corrente ed andiamo nella tab: Recharge.

Qui, prima di tutto, l’app ci mostra un ranking delle nostre abitudini di ricarica: da 1 a 5. Più alto è il punteggio, migliori saranno state le nostre abitudini di ricarica tra cicli brevi, ricariche complete e overcharge!

L’app, inoltre, tiene traccia dei nostri cicli di ricarica e ci mostra su un calendario il risultato: ricordiamoci di attivarla ad ogni ciclo!

Come vedete dalle immagini qui sopra… non sono proprio un esempio, ma sorvoliamo…

Una volta collegato, il nostro timer mostra quanto tempo resta per completare il ciclo di ricarica.

I tre indicatori circolari, al centro della schermata, ci mostrano la fase di ricarica attualmente in corso ed indicativamente quanto resta per completare la fase.

In una prima fase il nostro iPhone viene caricato il più velocemente possibile, fino all’80% della capacità massima della batteria. Una volta terminata questa fase il nostro telefono sarà carico, ma si scaricherà velocemente come velocemente si è caricato.

Per avere una batteria veramente carica, al 100%, dobbiamo attendere affinché anche la fase 2 venga completata. In questa fase la batteria viene ricaricata più lentamente per raggiungere la piena carica.

Una volta terminata anche la fase 2, la ricarica passa nella cosiddetta fase di mantenimento.

Evitate l’overcharge

Per ottimizzare la durata e la vita della batteria, dovremmo completare un ciclo completo di ricarica (e cioè completare tutte le fase e non solo la fase 1) almeno 1 volta al mese. Mentre, importantissimo, evitare assolutamente di caricare per oltre 9 ore la batteria perché a quel punto si entra nella fase di sovraccarico che, alla lunga, danneggia la batteria riducendone la vita e la capacità.

Scoprire quali app consumato più batteria ed ottimizzare la RAM

Cliccando sulla tab More e poi su DischargeRank l’app ci mostra quali sono le applicazioni di sistema e di terze parti attive che stanno prosciugando il nostro telefono, indicando anche il livello di consumo di batteria. Ci ricorda l’importanza di chiudere le app quando non le utiliziamo e non lasciarle attive in background!

Andando su Accelerate, troviamo una funzione comodissima, quella che conferma come must-have questa applicazione:

Cliccando su Accelerate now l’utilizzo della memoria RAM verrà ottimizzato, e molta memoria verrà resa disponibile, velocizzando notevolmente il nostro dispositivo!

Se vi ricordate di chiudere le app in background e lanciare ogni tanto questa funzione, vedrete che si eviteranno quei fastidiosi rallentamenti che notiamo a volte, soprattutto su iPhone 4…

L’app è in grado di fornirci anche tutte le informazioni che desideriamo sul nostro melafonino: dall’uso della CPU  e della memoria allo spazio occupato e residuo, e così via.

Accediamo a questa schermata sempre passando dalla tab More, e poi cliccando su System.

All’interno dell’app è in essere anche un sistema di medaglie che premia le nostre buone abitudine e ci stimola a fare sempre meglio per mantenere la batteria in ottima salute!

Alcuni consigli sempre utili per ottimizzare consumo e batteria: direttamente dentro l’app Battery Doctor!

Non finisce di stupirci questa applicazione gratuita. Dalla tab More accediamo a Tips, dove possiamo leggere consigli sempre validi e utili. Buone abitudini insomma, alcune ovvie, che ci aiutano a godere al massimo le potenzialità dei nostri smartphone, ad esempio:

  • Disattivare WiFi e Bluetooth quando non ci servono
  • Rimuovere eventuali custodie durante la ricarica
  • Disattivare l’impostazione automatica del giorno e dell’ora in base alla posizione GPS
  • Evitare di sovraccaricare la batteria (non più di 9 ore di ricarica)
  • Chiudere le applicazioni in background, almeno giornalmente
  • Limitare le notifiche Push alle applicazioni che effettivamente utilizziamo e ci servono
  • Disattivare SIRI se non utilizzato
  • Aumentare l’intervallo di tempo automatico di controllo email e sincronizzazione
  • Ridurre la luminosità dello schermo (almeno impostare su automatica)
  • Impostare un breve intervallo per il blocco schermo
  • Mettere durante la notte il telefono in modalità Aereo (ne beneficerà anche l’inquinamento elettromagnetico soprattutto se teniamo il telefono sul comodino)

Altri consigli utili? Utilizzate questo genere di app?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?