Instagram vs Vine: chi vincerà la guerra dei mini clip?

L'eterna battaglia tra Facebook e Twitter continua: chi sarà la migliore App per catturare video?

La guerra tra i giganti dei Social Media Facebook e Twitter, si arricchisce di un nuovo tassello: dopo l’acquisizione di qualche mese fa di Vine da parte della piattaforma di micro-blogging, è arrivata la risposta di Zuckenberg: Instagram può ora registrare video.

Ma quali sono le differenze tra queste due Mobile App? Andiamole ad analizzare e scopriamo chi è il vincitore!

La durata

La feature che balza subito all’occhio: i 6 secondi di Vine sono stati più che raddoppiati da Instagram, che porta la durata del video a 15 secondi! Una scelta che amplia non solo la durata dei video ma anche le possibilità stilistiche: addio all’ansia da prestazione!

Tap and play

Una volta che si registra un video con Vine, il dado è tratto: non si può tornare indietro. Instagram da invece la possibilità di cancellare i frame che non ci piacciono e registrare nuovamente la parte del video che ci interessa!

Filtri

Qui entra in gioco la caratteristica che ha reso Instagram la killer app che è oggi: sono stati realizzati 13 nuovi filtri appositamente per i video. Twitter ha deciso di non introdurre invece filtri come invece ha fatto per l’app mobile, seguendo l’esempio di Instagram.

Sharing

In questo caso, per la prima volta in questo articolo, spezzo una lancia a favore di Vine: mentre Instagram resta un mondo chiuso in quanto è possibile visualizzare i video solo nella App o nella versione desktop, Vine permette lo share anche su un sito web tradizionale, aprendo insomma un mondo di possibilità per chi è interessato a fare uno share più massiccio dei video.

Timeline

Anche qui, per ora Vine resta un passo avanti rispetto ad Instagram: quest’ultimo infatti non permette ancora di scegliere di visualizzare solamente i video e non le foto, cosa che con Vine ovviamente non accade.

In definitiva

Nonostante nel mio articolo abbia parlato in maniera apparentemente più positiva di Instagram, il mio giudizio non è completamente a sfavore di Vine: su questo Social Network è infatti possibile trovare user che sono davvero interessati a postare e visualizzare video, spesso anche di qualità. Instagram invece è un mondo nato per un altro scopo e con altri canoni, che sta ancora sperimentando l’utilizzo dei video.

Una cosa è però sicura! Fossi nei panni dei Social Media Manager di un’importante Brand Page già attiva sull’app posseduta da Facebook, non avrei dubbi a puntare su Instagram invece che su Vine: la fan base è nettamente più ampia e le possibilità di raggiungere un bacino di utenti più attivo è più grande, rendendo più facile applicare strategie di Mobile Marketing.

Il futuro insomma è dalla parte di Instagram e Mark Zukenberg e soci che hanno probabilmente trovato un’altra gallina dalle uova d’oro. Vine ha perso un’occasione non aggiungendo i filtri alla App dal principio, dando quindi un vantaggio consistente al nuovo aggiornamento di Instagram.

E voi, quale App preferite?