AppCampus va a caccia di una nuova generazione di startupper mobile

Tra i vincitori degli investimenti anche un'app made in Italy: HighFive!

AppCampus, è un programma di accelerazione per le startup che sviluppano applicazioni mobile finanziato da Microsoft e Nokia ed è ospitato dal Center for Entrepreneurship dell”Università di Aalto, in Finlandia. E’ un programma ambizioso perché opera a livello mondiale e ad un anno dalla nascita ha già attirato migliaia di sviluppatori. Ne abbiamo già parlato l’anno scorso, quando abbiamo intervistato Paolo Borella, direttore del programma.

Citando quell’intervista avevamo appreso cosa fa nella pratica AppCampus:

I nostri servizi supportano il team prima, durante e dopo lo sviluppo. Innanzitutto il programma mette a disposizione degli award che vanno dai 20 ai 70 mila Euro. Vengono dati 20 mila Euro per coloro che sviluppano applicazioni stand alone. Il finanziamento però aumenta se c’è la necessità di sviluppare cloud activities, API, … Quindi teniamo conto del livello di innovazione e della complessità del progetto. Essendo un award non è un investimento e quindi non prendiamo equity.
Oltre al finanziamento, mettiamo a disposizione servizi di formazione e coaching. Abbiamo un portafoglio di attività che vanno da lecture con uno speaker a programmi di accelerazione finalizzati allo sviluppo prodotto da diversi punti di vista (architettura, design, coding…). Offriamo quindi l’aiuto necessario ad assicurare la qualità e avere un processo di software development di tipo professionale.

AppCampus aiuta i developer di tutto il mondo

Il programma ora, grazie alla recente partneship con Founder Insitute è pronto per passare alla fase successiva, quella per cui sarà capace di supportare gli sviluppatori di app anche nella parte di sviluppo, ricerca, marketing e commercializzazione a livello mondiale.

Per 4 mesi, il programma di accelerazione con Founder Institute prevederà per gli aspiranti imprenditori corsi di formazione con esperti, il feedback e il supporto per avviare una società nel settore Tech senza comunque abbandonare eventualemnte la loro sede. Infatti Foundeur Institute ha sede in Silicon Valley, ma ha programmi in oltre 40 città sparse in 6 continenti. Il programma è aperto a tutti, tra occupati o disoccupati, compresi quelli con o senza idee, e quelli con tecnica e capacità imprenditoriali.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=paI23_ayyeA’]

Il programma mira a creare una nuova generazione di startup mobile di successo per attrarre e sostenere migliaia di studenti, imprenditori e altre persone di talento che provengano da tutto il mondo. AppCampus da sola si è impegnata a investire fino a € 18 milioni in tre anni in nuove applicazioni e servizi. Oltre ai finanziamenti, il programma offre agli startupper mobile il coaching globale, supporto marketing e la formazione in tecnologia mobile, design e usabilità.

A guidare l’innovazione e le opportunità di business nell’ecosistema mobile della Finlandia ed ora anche in tutto il mondo, Microsoft e Nokia hanno appunto investito 9 milioni di euro ciascuno nel programma AppCampus. Inoltre Windows Phone Marketplace e Nokia Store offrono opportunità di business locali e globali per i partecipanti al programma tramite la distribuzione ai consumatori di tutto il mondo.

AppCampus come abbiamo detto sopra non si assume alcuna equity o commissione dall’investimento, ma l’unico requisito è che le applicazioni di successo siano disponibili per i primi 90 giorni esclusivamente su Windows Phone Store o Nokia Store.

 Anche una startup italiana tra i vincitori di AppCampus

Tra i vincitori in luglio 2012 c’è stata anche un’azienda italiana, Informatica Comense di Guido Corti: la startup è al lavoro su un’app in grado di mostrare una partita di pallacanestro in tempo reale dallo smartphone, con possibilità di costante aggiornamento dei risultati, condivisione di commenti sui social network e opportunità di “dare il 5” (come fare MiPiace insomma) ogni volta che la propria squadra fa un punto. L’app infatti si chiamerà HighFive!

L’ultima app invece che è entrata nello store di Windows Phone sviluppata razie ali investimenti di AppCampus è HarshQuad della startup Monkey Moon, un simpatico puzzlegame di cui vedete qui il trailer:

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=wMFp_oTH-W4′]