5 semplici consigli per le pubbliche relazioni del tuo nuovo business

Come sfruttare al meglio le pubbliche relazioni per acquistare visibilità anche sui paid media

Fabio Casciabanca

Editor Business Ninja Marketing

Molti nuovi imprenditori non possono permettersi di investire ingenti risorse nell’acquisto di spazi commerciali in TV, sulla stampa e sul web, cioè sui cosiddetti paid media, per questo è indispensabile affidarsi alle pubbliche relazioni.

Facebook, Tumblr, Twitter, Pinterest e gli altri social network offrono piattaforme di marketing basate sul passaparola e la condivisione dei contenuti completamente gratuite (earned media), ma spesso non sufficienti a raggiungere i potenziali clienti, investitori o sponsor.

Quindi, come fare per rendersi visibili anche sui media tradizionali senza spendere una fortuna?

Tutti gli imprenditori conoscono già la risposta  a questa domanda: bisogna vendere il proprio business esattamente come si vendono i propri prodotti, attraverso le pubbliche relazioni.

Qui di seguito 5 efficaci consigli per ottenere una copertura sui media efficiente ed economica:

1. Dai più importanza al tuo elevator-pitch che ai comunicati stampa

Gli imprenditori sono abituati a vendere i loro prodotti in pochi minuti, accattivandosi potenziali clienti ed investitori. Ma cosa succede quando devono raccontare la loro storia ad un giornalista che non li conosce affatto? Molti abbandonano i collaudati metodi di vendita sviluppati in ambito commerciale per una presentazione spesso troppo formale e prolissa.

Un editoriale in TV dura in media 1 minuto e mezzo, mentre, sui giornali, lo spazio dedicato è di circa 500-600 parole, senza possibilità di contrattazioni. I media tradizionali sono già abituati a semplificare racconti complessi per un pubblico più ampio possibile. Quindi la strategia migliore è senza dubbio quella di facilitare il lavoro dei giornalisti fornendo già in partenza un messaggio semplice e diretto.

2. L’esperto sei tu

Gli addetti ai lavori sono sempre a caccia di risorse per rendere una storia succosa. Il trucco è presentare te stesso come un esperto stimato, in grado di fornire il giusto valore aggiunto al materiale su cui stanno già lavorando. Puoi contattarli direttamente via email o registrandoti ad uno dei tanti servizi dedicati alla trasmissione di notizie ai reporter.

Anche Twitter è una grande risorsa per chi è alla ricerca di storie e può essere sfruttato per suggerire spunti interessanti che riguardano e raccontano il tuo business.

3. Fallo al momento giusto

Vuoi comparire in uno speciale sui regali natalizi? Non pensarci a Novembre, inizia a muoverti a Settembre perché, anche se i giornalisti sono sempre pronti a prendere al volo la notizia dell’ultimo minuto, i contenuti “time oriented”, dedicati a specifici momenti dell’anno e alle ricorrenze, sono programmati con largo anticipo.

4. Insisti sempre con le pubbliche relazioni

Un imprenditore non smette nemmeno per un minuto di vendere i suoi prodotti. Le stesse regole valgono per i rapporti con i media, sempre pressati dalle scadenze e dalla ricerca di contenuti validi e interessanti per ampliare la fetta di pubblico a cui si rivolgono. Non è necessario inondarli con decine di email e telefonate, è sufficiente un semplice promemoria.
E’ probabile che la tua segnalazione non sia il primo pensiero del lunedì mattina, ma potrebbe essere in cima alla lista delle cose-da-fare del venerdì.

5. Non spendere una fortuna per una lista di contatti

Sebbene ci siano compagnie e servizi che offrono software e strumenti per la distribuzione di notizie e la gestione di liste di contatti con i media, è probabile che il tuo business non abbia necessità di uscite settimanali o quotidiane. E’ quindi preferibile scegliere strumenti più a buon mercato come Fiverr che, con investimenti contenuti, riescono a fornire un ottimo servizio di media listing.

Un esempio di earned media? Condividi questo articolo con i tuoi contatti!!!

 

Tratto liberamente da Forbes