Nessuna censura ai Chip Shop Awards: premiate le idee più irriverenti

Da detersivi che risaltano più di 50 sfumature di grigio, passando per matrimoni in crisi, fino all'autostima messa a dura prova dall'acne, ecco alcune delle idee più scorrette dei Chip Shop Awards 2013.

 

 

È uno degli eventi più coraggiosi nella comunicazione: i Chip Shop Awards, premiazione internazionale che riconosce la creatività senza confini e senza regole premiando idee geniali ma censurate perchè politicamente scorrette.

Le categorie includono “Best Use of Shocking Copy,” “Best Use of Bad Taste,” and “Best Politically Incorrect.” I progetti scelti non devono essere stati per forza trasmessi, stampati o pubblicati, basta l’idea originale che viene valutata in base alla sua sfrontatezza.

Scopriamo così alcune tra le creatività più belle, ma che non vedremo mai…

 

L'annuncio creato da Marketecture fa riferimento allo scandalo della carne di cavallo.

Casalinghe, meritate di meglio di questa sporcizia. Daz Detersivi strizza l'occhiolino al bestseller '50 sfumature di grigio'.

"Best Use of Shocking Copy" categoria. Sempre in riferimento al romanzo.

Save The Children; "Miglior annuncio applicato su un supporto insolito"

Congratulazioni per la tua perdita.

Finalista per "Best Use of Plagiarism" "Lemon" riprende l'annuncio del 1960 per Volkswagen.

Vince il premio "Bad taste" l'annuncio che consiglia di mirare la propria fidanzata per fotografare... o per sparare?!

Questo annuncio per il servizio di consulenza matrimoniale Relate è stato nominato nella categoria "Bad taste".

Ideata da Aaron & Keely

Wonderbra, via emoticons.

"Best Business to Business Advert"

 

Premio per il più politicamente scorretto, ideato dagli studenti dell'Università di Salford

"Best Use of Copy Shocking"

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?