Fashion Camp: artigianalità Made in Italy in vetrina al Temporary shop

Sapienza artigianale, innovazione, giovani designers: a Milano il 7 e l??8 giugno




Mancano pochi giorni al  Fashion Camp, l’appuntamento dedicato a moda e nuove tecnologie, che si terrà il 7 e l’8 giugno alla Cattedrale di Fabbrica del Vapore, a Milano.

Artigiani 2.0, designer della filiera corta, brand etici, fashion e beauty blogger, start-upper e digital influencer saranno i protagonisti di un fitto calendario di unconference, workshop e eventi gratuiti per il pubblico: l’artigianalità targata Made in Italy si sposa con l’innovazione e percorre nuove strade.

Da non perdere il  Temporary Shop, un’area del  Fashion Camp interamente dedicata ai giovani designers:
un palcoscenico privilegiato per iniziare a far circolare i propri prodotti e il proprio nome, una vetrina mercato dove vedere e acquistare abbigliamento e accessori realizzati in collezioni originalipezzi unici e a tiratura limitata.

Tutti i brand presenti sono stati selezionati da Tamara Nocco, e sono  caratterizzati da forte creatività, innovazione, ma soprattutto amore per la moda e ricerca stilistica.

Un assaggio di ciò che troverete in vendita? Si va dagli accessori Nanot, interamente prodotti in un piccolo laboratorio artigianale fra le colline toscane, ai gioielli minimal in vetro di Murano di Contessa Rosafosca, dai bracciali di Jin-ki realizzati con tessuti importati dal Giappone, alle t-shirt Teeshare reinventate con ricami a mano, serigrafie e poesie.

 

Ecco la lista completa dei designer presenti, un vero e proprio concentrato di sapienza artigianale e innovazione:
atelier dream shabby chic
by alis
contessa rosafosca
carmela lacerenza
denita kudus- delihasanovic
fempaglia
gin-ki
hilda maha
l’abito che vorrei
la tela del ragno-cachemire
le barababac
lalla’s
mara garbin
nanot
sefem design
serenapolettoghella
teeshare
whoartyou