Prada, Tiffany e Moet & Chandon per Il Grande Gatsby

Scopriamo i brand protagonisti dell'ultimo film tratto dal romanzo di Francis Scott Fitzgerald.

Che vi sia piaciuto o no, Il Grande Gatsby è uno dei film dell’anno.
Sarà la presenza di Leonardo DiCaprio, la particolare regia di Baz Luhrmann o l’atmosfera magica della New York degli anni ’20, ma non si fa altro che parlare della pellicola.

Uno degli argomenti più affrontati è l’elevato utilizzo di brand di lusso nel film. Se nella versione del 1974 spiccavano gli abiti di Ralph Lauren indossati da Robert Redford, in quella del 2013 si perde il conto dei prodotti posizionati.

Moet & Chandon, Prada e Tiffany & Co sono solo alcuni dei brand che interpretano un ruolo da protagonista e i cui prodotti aiutano a raccontare la storia, a delineare i personaggi e a rappresentare la società di quell’epoca.

Ambientato negli anni ’20, Il Grande Gatsby ha innanzitutto bisogno di costumi: è così che Miu Miu, Prada e Tiffany & Co, con i loro abiti da cocktail e gioielli ricchi di diamanti, hanno guadagnato un loro posto nella pellicola.

Leonardo DiCaprio, che interpreta l’affascinante Gatsby, e Tobey Maguire, nel ruolo dello scrittore Nick Carraway, indossano completi Brooks Brothers. Il brand ha creato 500 outfit e 1,700 accessori per il cast e le comparse, tutti basati su modelli presenti nei suoi archivi.

Aggiungete a questi i collant di Fogal of Switzerland e lo champagne per gentile concessione di Moët & Chandon e il risultato è un nuovo tipo di Product Placement, che non si basa solo sugli ovvi primi piani di prodotti di marca, ma in cui il brand è parte integrante del look del film nel suo complesso.

In fondo, le collaborazioni hanno una certa legittimità storica: il retailer di abbigliamento maschile Brooks Brothers è stato menzionato nei libri di Fitzgerald, Tiffany & Co era uno dei brand preferiti dell’alta società di New York di quegli anni e Fitzerald e sua moglie Zelda erano clienti abituali dell’hotel Plaza.

Il Grande Gatsby è inoltre esempio di come l’integrazione del marchio è diventata importante anche di fuori dello schermo.
Ecco che oltre a prodotti creati appositamente per il film, sono state ideate anche linee di prodotti inspirati ad esso, eventi, esperienze. I brand hanno costruito campagne di marketing multicanale intorno al film, approfittando della visibilità e facendone una questione di brand building.

Vediamo qualche esempio:

Prada

Gli abiti da cocktail di Prada che abbiamo ammirato nel film sono anche in esposizione negli store di New York, Tokyo e Shanghai fino a metà luglio.

Dalla collaborazione è nata anche una linea ispirata al film, presentata nelle sfilate e disponibile nei negozi.
Gli abiti “Gatsby” sono descritti come “abiti luccicanti di seta ricamati con cristalli e paillettes, velluti, pellicce e frange; tremolanti tonalità di verde smeraldo, giada, topazio e oro”. Il pezzo forte è l’abito indossato da Carey Mulligan, che interpreta Daisy Buchanan, in una delle scene più importanti al palazzo di Gatsby.

Questa non è la prima collaborazione tra Baz e Miuccia, che avevano già lavorato insieme per l’armatura di Leonardo DiCaprio in Romeo + Giulietta, nel 1996.

Brooks Brothers

Fondata nel 1818, Brooks Brothers è la più antica brand di abbigliamento per uomini degli Stati Uniti e ha sede in Madison Avenue a Manhattan.

Anche questo brand offre la collezione Gatsby, una serie di abiti ispirati agli anni Venti che include blazer bordeaux, abiti di lino rosa pastello, cardigan,  gilet e accessori come cappelli, papillon, bretelle e scarpe. Insomma, tutto ciò che l’elegante Gatsby ha nel suo armadio.

Tiffany & Co

I gioielli creati per il film sono attualmente in tour e stanno suscitando interesse da parte dei collezionisti. Il valore dell’intera collezione è di 2 milioni di dollari, 200 mila dollari solo per il copricapo indossato da Daisy.

Inoltre, in occasione dell’uscita del film, le vetrine di Tiffany sono state decorate con torri di champagne, diamanti e pilastri di cristallo.

Plaza Hotel e Moet & Chandon

Oltre al lussuoso palazzo di Gatsby, un altro luogo importante del film è l’hotel Plaza, in cui è ambientata una scena chiave.

Il Plaza è stato il luogo scelto per il party di presentazione del film, durante il quale scorrevano fiumi di champagne Moet & Chandon versato da ballerine vestite in stile anni Venti.

Nasce qui anche un pop-up bar dove è organizzato il Gatsby Hour, una serata con musica jazz dal vivo, menù in tema, mostra di costumi e oggetti di scena del film , souvenir.

Inoltre, il Plaza offre ai suoi ospiti un’esperienza coinvolgente con la decadente Suite Fitzgerald. Situata al 18esimo piano dell’edificio, la suite di 900 m² è arredata in stile Art Deco in collaborazione con la scenografa premio Oscar Catherine Martin (che ha lavorato anche al film). Tra i complementi d’arredo ci sono foto dell’autore e di sua moglie e quelle del cast scattate da Douglas Kirkland, i trofei vinti da Tom Buchanan (il marito di Daisy) e casse per iPhone a forma di grammofono.

Interessati? Sono  2795 dollari a notte.

Fogal of Switzerland

Anche il brand di calze di lusso di Madison Avenue ha “prestato” i suoi ricercatissimi accessori alla pellicola. E ne ha approfittato per creare una collezione ispirata al film.

Mac Cosmetics

Il make-up artist Maurizio Nisi ha utilizzato MAC Cosmetics, l’azienda di cosmetici canadese i cui prodotti vengono utilizzati dai make-up artist di tutto il mondo per servizi e sfilate di moda. Sul sito del brand è disponibile un tutorial in cui vengono indicati quali prodotti utilizzare per truccarsi in stile ruggenti anni ’20.