Cosa c'entra il numero 2 con la nuova prova "Nei tuoi panni"?

La doppia prova a coppie del sesto episodio del docureality Findomestic ci ha ispirato un piccolo gioco...



Eravamo rimasti al quinto episodio, con la creazione di un giusto claim per la promozione dei prodotti Findomestic. Ma la sfida continua e questa volta i nostri protagonisti sono chiamati a gestire una doppia prova.

Nella sesta puntata del reality “Nei tuoi Panni” i concorrenti vengono infatti divisi in coppie e, per ogni prova che le coppie dovranno superare, viene affidato loro un diverso consulente, Antonella e Andrea, rispettivamente specializzati in Prodotti Assicurativi e Carte di Credito, oggetto delle due nuove prove.

La sfida si fa sempre più interessante e allo stesso tempo divertente. Il format questa volta prevede regole da “gioco da tavolo” e, tra una gara e l’altra, vengono così raccontati i nuovi prodotti:

2 prodotti, 2 prove, 2 concorrenti alla volta che si sfidano e 2 consulenti a guidarli: il numero 2 ricorre in tutti i temi della puntata, ecco perchè, oltre all’introduzione al nuovo episodio questa volta ci siamo divertiti anche noi a proporre un gioco ai consulenti, quindi abbiamo chiesto loro di rispondere a queste domande per un’intervista doppia.

L’intervista doppia ai consulenti delle prove: Andrea e Antonella

Assicurazioni contro il rapimento degli alieni, assicurazioni per le orecchie del proprio cane: Findomestic ha tenuto conto anche di queste richieste da parte dei clienti per l’offerta di “Polizza Assicura Mutuo”. Conta di più il prodotto assicurativo in sè o la percezione di protezione e sicurezza che esso riesce ad infondere al cliente?

Antonella Cecchino: “L’Assicurazione contro il rapimento degli alieni e l’assicurazione per le orecchie del proprio cane sono due esempi reali anche se un po’ paradossali necessari ad introdurre il concetto che il bisogno di protezione è soggettivo e varia da cliente a cliente in base alle caratteristiche personali e socio-professionali-demografiche.

Pensate infatti che al proprietario di uno splendido esemplare di basset hound: non è sembrato poi cosi bizzarro stipulare una polizza assicurativa da 50.000 sterline sulle orecchie del suo cane (lunghe ben 12,5 cm!) che lo rendono un esemplare da guinnes.

Il programma che Findomestic sta portando avanti é proprio quello di creare una gamma di prodotti assicurativi diversificata e adattabile alle varie esigenze dei propri clienti.
Ognuno potrà quindi valutare di scegliere il prodotto che meglio si adatta alle proprie esigenze”.

Andrea Malfatti: “Le richieste del cliente possono essere le più fantasiose. Il ruolo del consulente è proprio quello di proporre la copertura assicurativa che più si adatta alle esigenza del cliente, puntando su quelle che sono le caratteristiche del prodotto più che sulla percezione dello stesso”.

“Progetto protetto persona”, “Progetto protetto famiglia” e “Progetto protetto casa” sono le tre polizze assicurative della nuova prova del reality: come si descriverci con un aggettivo ognuna delle tre offerte?

A.C.: “Si tratta di prodotti semplici e che offrono una copertura efficace in tutti quei casi in cui il cliente potrebbe trovarsi in difficoltà a seguito di un sinistro negli ambiti più importanti della sua vita: la casa e la famiglia”.

A.M.: “Tranquillo, sereno, solido“.

“Carta Nova” è un altro progetto Findomestic che permette la profilazione del pagamento. Qual è il cliente target di questo prodotto?

A.C.: “Si tratta di un cliente comunque abituato all’utilizzo della carta revolving e che ben comprende la duplice opportunità che questa carta offre ossia di poter scegliere, di volta in volta e per ogni singolo utilizzo, se rimborsare in un unica soluzione a fine mese o se diluire il pagamento in un periodo più lungo pagando rate adatte al proprio budget familiare”.

A.M.: “Il target è il cliente “tipo” di Findomestic: impiegato/a, coniugato o convivente, figli a carico, livello di istruzione medio alta“.

Vi risulta che le tendenze dei comportamenti e delle scelte d’acquisto dei clienti siano omogenee tra loro tali da riuscire a dedurre una tendenza generale?

A.C.: “Si. In genere il cliente tende a rimborsare in un’unica soluzione fine mese gli acquisti di piccolo importo mentre sceglie di rateizzare utilizzi di importo più elevato”.

A.M: “Si, io noto che la tendenza è quella di rateizzare gli acquisti di importo più elevato e di rimborsare in un’unica soluzione gli acquisti di ogni giorno“.

In che modo un consulente rende responsabile la scelta del proprio cliente?

A.C.: “Il consulente deve essere abile a comprendere le esigenze del cliente e a proporre soluzioni adatte alla sua situazione, Sia che si tratti di un esigenza di protezione, proponendo un prodotto assicurativo adatto al profilo personale e socio-demografico del cliente, sia che il cliente necessiti di un finanziamento o di uno strumento di pagamento come la carta”.

A.M.: Chiaramente in fase di vendita del prodotto, spiegandone nei dettagli il funzionamento e indirizzandolo verso un utilizzo responsabile dello strumento di pagamento: ad esempio inviandolo a rateizzare gli importi più elevati e rimborsare in un’unica soluzione gli altri utilizzi.

Allora, vi sta piacendo questa serie? E cosa ne pensate del format del “docureality” in azienda? Trovate utile apprendere tecniche di promozione e marketing attraverso le prove del gioco?

Aspetto i vostri preziosi commenti, qui oppure sulla pagina Facebook di “Nei Tuoi Panni” e vi rimando alla settima puntata, che sarà online il 21 maggio. :)

Alla prossima!



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?