La festa della mamma celebrata dai brand sui social network

Vi proponiamo una sequenza dei più interessanti omaggi alle mamme proposti dalle marche più importanti sul Web

“Italiani, popolo di mammoni”. Ogni volta che mi trovo all’estero, non posso fare a meno di ascoltare la cantilena che i miei amici stranieri recitano a mò di sfottò. E a pensarci bene, è uno sfottò che mi tengo anche stretto, con la speranza che non si stanchino e inizino a dirmi di peggio. Ogni riferimento a fatti o personaggi politici è puramente casuale. Quello che è certo è che nella cultura italica la mamma, oltre all’indiscusso legame affettivo, ha un altissimo valore simbolico. Un valore decisamente superiore ai background di altri paesi. Di conseguenza, ogni marca era quasi obbligata a dire la sua in una giornata del genere. Diciamocelo. Molti di noi aspettavano questa seconda domenica di maggio soprattutto per scoprire come i brand più importanti si sarebbero mossi nell’ omaggiare le mamme sui social network. Non ci risultano particolari fail come quelli che avevamo proposto in occasione della festa delle donne. Anche per l’importanza del simbolo “mamma” in Italia, ogni azienda ha pensato bene di evitare esperimenti e rischi. Di seguito riportiamo quei contenuti che ci sono sembrati più interessanti.

Interflora

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=M6HJKyvEUqk’]

Sebbene non si possa ritenere un fail, dobbiamo evidenziare l’unica cosa che non ci è piaciuta. Quelli di Interflora ci spieghino perchè “assoldare” Rocco Siffredi per imporgli di non interpretare il suo personaggio. Nonsense. Tra l’altro, è l’ultimo personaggio che vorresti vedere collegato alla figura delle mamme. Lo spot è scialbo e privo della componente fun.  Il pornoattore recita una parte che chiunque poteva interpretare e qualche banale doppio senso non riesce a salvare la situazione.

Sony Playstation

Lo storico marchio dell’ entertainment punta sull’effetto nostalgia, riesumando la fantastica consolle che ha segnato più di una generazione. Divertente e immediato il messaggio.

Avendoci preso gusto, quelli di Sony si sono anche presi la licenza di rivolgersi direttamente alle mamme con un consiglio che potrebbe alleggerire il loro duro lavoro. Fare un regalo per farsi un regalo.

 

Mc Donald’s

I re americani del fast-food hanno giocato un pò ed hanno utilizzato il famoso logo per proporre agli aficionados un semplice enigma, chiedendo loro di indovinare di chi fosse la festa. Un simpaticone ha anche colto l’occasione per fare gli auguri di buon compleanno ad un fantomatico amico di nome Mimmo. In tal caso non possiamo fare a meno di riportare l’epic win dell’utente in questione. Per quanto riguarda Mc Donald’s il boom di condivisioni e di like su Facebook ha confermato l’intelligenza della loro mossa.

Durex

In questa carrellata non poteva mancare Durex. Sempre sopra le righe e con la volontà di rischiare e di stupire, stavolta decide di mantenere un profilo basso. E anche questa volta, come quasi sempre, vince. L’annuncio stile vintage sembra ricordare una pubblicità che ad oggi è possibile vedere solo in una puntata di Mad Men. E con il loro messaggio non violano la sacralità della mamma, anzi ne prendono in prestito i valori per promuovere il loro prodotto. Lasciano a casa la malizia, ma non l’intelligenza.

Barilla

Ultima ma non in ordine di importanza, Barilla tenta di invertire i ruoli e concede alle mamme massaie un giorno di relax. Simpaticissima è la parafrasi di una frase mutuata da Pino Daniele e diventata popolarissima. E di una cosa ne siamo certi. Il pensiero del “maccherone” è forse anche più gustoso rispetto allo “scarrafone”, soprattutto se quel maccherone ce lo ha cucinato proprio la mamma.