Cos’è una Smart Tv e quali sono le caratteristiche principali

Cerchiamo di capire, con semplicità , cosa c'è dietro il fenomeno delle Smart Tv, che funzioni hanno e in cosa possono aiutarci

Cos'è una Smart Tv

Photo Credits @ Thinkstockphotos.it // 136702284 – iStockphoto

Entriamo nel mondo delle “Smart Tv“: se ne parla tanto ed è un argomento in voga che negli ultimi anni ha visto confrontarsi sul mercato molti produttori. Da oggi e nelle prossime settimane scopriremo come i principali player si stanno muovendo e quali sono le innovazioni più importanti.

Ma prima cerchiamo di dare una definizione scoprendo le caratteristiche principali delle Smart tv e le potenzialità che offrono per gli utenti.

Cos’è una Smart Tv?

Con il termine Smart Tv possiamo identificare l’era dei dispositivi che integrano al loro interno una connessione Internet e altre funzioni aggiuntive: in questo modo ci sono nuove forme di interazione con la Tv e nuove opportunità a livello di servizi e informazioni.

Il termine non è proprio nuovo (il primo brevetto è stato depositato nel 1994) ma negli ultimi anni ha vissuto un boom dato dall’evolversi sempre più veloce di tecnologie e connessioni.

Questa maggiore interazione riporta la Tv sotto una nuova luce ovvero quella del dispositivo di entertainment preferito nelle nostre case: grazie alle caratteristiche che vedremo tra poco ed a quelle che già conosciamo (digitale terrestre, film, videogames) il soggiorno potrebbe diventare il fulcro dell’intrattenimento casalingo (togliendo tempo di permanenza davanti ai computer).

Le caratteristiche di una Smart Tv

Photo Credits @ Thinkstockphotos.it // 141105596 – iStockphoto

Cosa si può fare con una Smart Tv?

Integrando varie tecnologie, possiamo pensare ad un dispositivo davvero completo:

– grazie al collegamento ad Internet è possibile navigare sul Web;

– con le app disponibili si possono estendere le possibilità a giochi, social network, mappe e servizi,

–  grazie alla videocamera (e Skype ad esempio) è possibile fare videochiamate;

– con lo streaming e grazie a siti come Netflix è possibile accedere a contenuti video legali e on demand.

Ma non possiamo dimenticare il 3D, il Full HD, la registrazione delle trasmissioni e la sincronizzazione dei contenuti digitali presenti nella rete casalinga (grazie allo standard DLNADigital Living Network Alliance – che consente ai dispositivi supportati di comunicare tra loro tramite una rete via cavo o wireless. Potrete visualizzare sulla vostra TV di casa foto e video memorizzati sul vostro smartphone, tablet, PC /notebook o ascoltare con l’impianto hi-fi la musica presente sul vostro dispositivo).

Insomma, stiamo parlando di un prodotto con una qualità elevata e con un prezzo più alto rispetto ai televisori tradizionali (ovvero quelli LCD/Plasma “non smart”).

Quanto costa una Smart Tv?

Il prezzo varia in base alle caratteristiche del televisore: quelle citate in precedenza possono essere presenti tutte o in buona parte e questo ne determina il prezzo più alto. Poi ci sono altre cose da valutare, non strettamente pertinenti con le Smart Tv:

– dimensione in pollici;

– risoluzione;

– qualità audio;

– qualità video, compatibilità con i vari standard, design.

Mediamente una Smart Tv ha un prezzo più alto di circa il 30%, basta fare un giro sui principali siti di comparazione (o delle case produttrici) per scoprire le differenze.

Le caratteristiche delle Smart Tv

Photo Credits @ Thinkstockphotos.it // 161305517 – iStockphoto

Conclusioni e scenari

Integrare nuove tecnologie in un televisore e rendere più coinvolgente il processo di fruizione dei contenuti, con alla base il collegamento Internet: le Smart Tv dominano al momento e la controprova viene dagli investimenti che i maggiori brand stanno effettuando in pubblicità. I protagonisti sono tanti (Samsung, LG, Sony, Panasonic, Philips, Sharp, ecc) e cercano di offrire funzioni peculiari per differenziarsi: il punto di forza sarà nella convergenza dei vari device che utilizziamo ogni giorno e nel poterli far comunicare in libertà con la nostra Tv.

A questo possiamo aggiungere una serie di servizi/accessori utili a “godere” delle enormi potenzialità del mezzo: pensate ad esempio ai nuovi telecomandi, che si avvicineranno più a dei tablet per poter navigare e digitare in libertà. Oppure la possibilità di gestire in remoto (magari con un’app dedicata) accensione/spegnimento del televisore, acquistare un bel film mentre si è a lavoro e trovarlo pronto per la visione appena tornati a casa, trovare dei suggerimenti in base alle proprie preferenze ed ai propri gusti…

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?