Come vendere un prodotto Findomestic… e vincere la prima prova

Anche con un ottimo prodotto, vendere non è facile: ecco cosa ci insegna la quarta puntata del docureality Findomestic



Vi abbiamo già presentato “Nei tuoi panni”, l’innovativo format di Findomestic che trasforma il reality in azienda in una campagna di comunicazione ed eravamo arrivati al terzo episodio, quando cioè i concorrenti si erano appena preparati alla prima prova, presentando ognuno un’offerta per il Prestito Personale.

I giudici, molto soddisfatti delle 6 proposte ricevute, dichiarano finalmente la loro scelta.
I finalisti sono Marcello, Salvo e Luca che per la loro offerta hanno, rispettivamente, pensato alla digitalizzazione delle operazioni, all’assicurazione sul prestito e alla targetizzazione della rata. Ma soltanto uno di loro vincerà la sfida.

Chi ha vinto la prima prova del reality “Nei tuoi panni” Findomestic?

A tutti e tre i finalisti a questo punto vengono affiancati tre consulenti esperti nella vendita, affinchè possano prepararsi verso la vittoria. Una dei consulenti, Ida, spiega che nonostante un prodotto possa essere ben fatto questo non basta perché riesca ad essere vendibile, in particolare la preparazione del consulente serve a guidare il cliente verso una scelta responsabile.

Vengono così introdotti i quattro canali di vendita Findomestic, ovvero Internet, Telefono, Mobile e Agenzia, che il cliente può utilizzare contemporaneamente per seguire la sua pratica.

In coerenza con questi elementi il processo di vendita Findomestic, sempre nelle parole di Ida, ha infatti di recente introdotto anche un’innovazione: la firma digitale.

Perché ha vinto Salvo

La parola passa ai giudici e Alessandro spiega quale sarà il criterio che determinerà il vincitore della prima prova: simulando una situazione reale, i concorrenti riceveranno una chiamata da parte dei loro potenziali clienti (interpretati dai consulenti Findomestic) che hanno conosciuto le offerte attraverso la pubblicità, chiedendo così espressamente di quella.
In 4 minuti di tempo essi si mettono nei panni del consulente e si relazionano con il proprio cliente, cercando di guidarlo ed evidenziare nel miglior modo possibile le qualità della propria proposta.

Non tutti sono all’altezza delle aspettative, qualcuno entra in difficoltà perché vendere non è così facile come sembra tanto che i giudici alla fine scelgono Salvo, per la capacità di entrare in empatia nei confronti del cliente, per la carica positiva durante la vendita del prodotto e la convinzione del ruolo.

Abbiamo commentato la vittoria direttamente con lui, che risponde così alle domande della nostra intervista.

Come si sposa la tua proposta di Prestito Personale con i quattro canali di vendita Findomestic (internet, telefono, mobile e agenzia)?

“La mia proposta si sposerebbe nel miglior modo possibile con i quattro canali di vendita Findomestic, nulla vieta infatti di poterla sottoscrivere senza recarsi in agenzia. Nella formulazione del prestito ho dato per scontata questa possibilità, sottolineando e dedicandomi così ad altri aspetti nell’intenzione di rendere il prodotto da me ideato unico nel suo genere”.

La tua offerta di prestito personale comprende un’assicurazione completamente gratuita: è stato chiaro, poi, perché non si tratta di un esempio commercializzabile?

“Innanzitutto credo che per commercializzare un qualsiasi tipo di prodotto, Findomestic abbia la necessità di seguire un iter ben definito, data anche la precisione e la cura dei dettagli dimostratami nel periodo in cui sono stato al loro fianco, inoltre, sono certo che nella massima chiarezza e trasparenza è stato precisato, con la dicitura “non si tratta di un esempio commercializzabile”, che l’offerta da me ideata non è al momento sottoscrivibile, ma credo che non vi siano difficoltà alcune, qualora decidessero di farlo. Se è vero che l’assicurazione è facoltativa, è altrettanto vero che il cliente sarebbe libero di rinunciare ad un’assicurazione a costo zero, ma perchè dovrebbe farlo?”.

Ora che hai sperimentato i panni da consulente per la proposta e la vendita di un prodotto Findomestic, cosa consiglieresti a chi volesse fare della consulenza la propria professione?

“Quello che ho imparato dai consulenti è che prima di essere un venditore devi essere un vero e proprio consulente: devi capire le esigenze e le possibilità della persona che hai di fronte, quello che ho imparato nella vita è che se vuoi “vendere” qualcosa, non solo un prestito ma anche un’idea, devi crederci davvero, devi metterci passione, la stessa con la quale in Findomestic ci hanno aperto le porte”.

Gli scorsi episodi hanno mostrato alcune divergenze di opinioni fra te e Luca: ma quali ne sono i motivi?

“Viviamo due realtà diverse e abbiamo idee diverse, ma vorrei sottolineare che contrarre un prestito non è uno scherzo, ognuno deve ragionare in base alle proprie esigenze e possibilità e credo sia quello che abbiamo fatto entrambi, nella prova del prestito personale, in ogni caso, fu lui per primo ad attaccare il mio prodotto, nel confessionale dissi che il suo ragionamento non fa una piega, ma per quanto mi riguarda non ho cambiato di una virgola la mia idea.
Su una rata che varia da 100 a 150 euro credo sia meglio pagare 50 euro in più al mese ma pagare per due anni in meno, personalmente mi pongo sempre nuovi obiettivi senza sottovalutare i rischi e credo che più lunga sia la durata di un prestito, più aumentano le variabili impreviste che possono intervenire nel periodo, credo anche che realizzare in minor tempo possibile un progetto sia il modo migliore per cominciare a realizzarne subito un altro…”chi ha tempo non aspetti tempo!”.

Un’anteprima sul prossimo episodio

La quinta puntata della serie sarà online da martedì 7 maggio, durante la quale assisteremo alla prossima competizione dei concorrenti, che si sfideranno nella creazione dello slogan perfetto per Conto Deposito.
Consiglio di seguirci perché è evidente che grazie al format Findomestic non solo stiamo assistendo allo sviluppo di un format davvero interessante, ma stiamo apprendendo anche un “how to” utile da applicare nel nostro lavoro. Non ritenete sia così?

Vi aspetto la prossima settimana, allora, per commentare insieme il nuovo episodio.
Intanto possiamo continuare a seguire il reality online sui canali Findomestic e commentare le puntate sulla pagina Facebook.

(continua…)



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?