Qual è il potenziale dei Social Media? Quattro chiacchiere con Tommaso Sorchiotti e Simone Tornabene [INTERVISTA]

Quali sono le campagne social da cui prendere ispirazione? E cosa fare in caso di fail?

Social Media Marketing

I prossimi 10 e 11 maggio Ninja Academy ci porta alla scoperta del fantastico mondo del SOCIAL MEDIA MARKETING in una full immersion in aula insieme a numerosi ospiti e a due docenti d’eccezione:

• Tommaso Sorchiotti, esperto di web e media sociali;
• Simone Tornabene, head of digital presso Cemit DS.

Il corso, suddiviso in Base e Avanzato, ha l’obiettivo di far meglio comprendere le reali opportunità della comunicazione sul web 2.0 per sviluppare il proprio business attraverso i Social Media, anche grazie all’analisi di case history italiane e internazionali. Come aumentare le vendite, come raccogliere lead, come migliorare l’awareness del brand o la sua reputation? Il corso risponderà a queste (e a molte altre) domande, entrando nel merito di questioni tattiche e strategiche, trasferendo conoscenze e competenze replicabili in vari contesti di business e affrontando nel dettaglio canali conosciuti e strumenti specifici per il monitoraggio.

Insomma, l’avete capito anche voi: il potenziale dei Social Media è pressoché immenso. Bisogna solo capire come sfruttarlo.

Prima di lasciare la parola ai nostri docenti, vi ricordo che entro martedì 30 aprile potete usufruire dello SCONTO Early Booking per una o due giornate. Fate in fretta perché i posti in aula sono limitati!

E non dimenticate gli sconti di gruppo: vige la regola del “più siete, meno spendete”. Date un’occhiata al programma completo e assicuratevi il posto tramite il form di iscrizione sulla landing page dedicata.

Tommaso Sorchiotti, Simone Tornabene

Tommaso Sorchiotti | Simone Tornabene

Il 10 e 11 maggio sarà tempo di “Social Media Marketing” alla Ninja Academy: cosa devono aspettarsi i nostri partecipanti?

@Tommaso Due giornate intense, per capire insieme come i Social Media stiano cambiando il Marketing e come relazionarsi con il rinnovato mondo online, pieno di opportunità, minacce, voglia di partecipare e condividere. E parleremo del “perché siamo tutti Social Media Expert”. Insomma, un momento di confronto tra professionisti. Generalmente le lezioni sono molto aperte e si sviluppano sui dubbi e sulle problematiche che le persone hanno in azienda quando affrontano un primo approccio con il Social Web.

@mushin_ Un momento ad alto tasso di stimolazione mentale. Non credo nella possibilità di trasferire conoscenza, come fosse una bottiglia d’acqua che passa di mano in mano fra commensali. Credo piuttosto che la formazione sia un ragionamento condiviso, un esercizio strutturato che ti aiuta a scoprire prospettive nuove.

Riuscite a darci qualche anticipazione su quali saranno le case history presentate?

@Tommaso Una case history vincente, tra quelle recenti, è sicuramente quella di Oreo: un ottimo esempio di contenuto e rilevanza! Parleremo poi di Abarth su Facebook, Little Monster, Barilla e Garofalo, Just Dance. Finiremo con una parte dedicata ai fail sui Social Media. Capire dagli errori degli altri è molto utile, oltre che divertente. In generale, mi piacerebbe soffermarmi non solo sugli esempi top delle grandi aziende ma anche su quelli più piccoli (che vedremo non essere per nulla irrilevanti).

@mushin_ Vedremo come è possibile estrarre del valore economico dai Social Media ed in particolare da Facebook, come si comportano online gli individui e come si gestiscono campagne di Passaparola. Avremo poi contributi da parte di professionisti del settore della Web Reputation: Viralbeat.

Giocando di fantasia e immaginazione, quale campagna social di successo avreste voluto inventare?

@Tommaso Quella di Beppe Grillo :-)

@mushin_ Ne ho tre. Coca Cola Happiness TruckRed Bull StratosFox @Planeta Terra.

Abbiamo sempre ribadito l’importanza di intessere relazioni basate sul dialogo e sull’ascolto, ma capita piuttosto frequentemente che aziende di un certo spessore facciano scivoloni e figuracce imperdonabili sulle loro pagine social. Quali sono le regole fondamentali per non compromettere la brand reputation aziendale, anche dopo il “misfatto”?

@Tommaso  Scuse e buon senso. Sono convinto che ogni azienda dovrà affrontare prima o poi uno scivolone, una crisi o una figuraccia. Di imperdonabile c’è veramente poco. Occorre un grande bagno di umiltà, chiedere scusa, spiegare cos’è successo con trasparenza e onestà. Se si cerca di rimediare con le modalità del marketing si fa generalmente peggio.Occorre rimediare “come persone”.

@mushin_ Di fondamentale ce n’è solo una: essere sinceriLa relazione viene prima della reputazione: senza relazione non c’è buona reputazione. Ammettere l’errore è una via dolorosa ma necessaria per garantirsi il futuro.

•••


SCONTO EARLY BOOKING

entro martedì 30 aprile!  

Social Media Marketing

Knowledge for change. Be Ninja!

 Social Media Marketing