Fai la cosa Giusta! Ecco lo spaccato dei migliori progetti green italiani

Una carrellata di startup e progetti rigidamente Green, dalla Fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili

Siamo stati uno dei migliaia di visitatori in fila ai botteghini della Fiera di Milano. Formichine ordinate pronte a fare…. la cosa giusta. L’edizione 2013, decima edizione nazionale della Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili è stata l’occasione per sbirciare tra le nuove realtà della green economy italiana. Aziende, idee e progetti a contenuti innovativi, o semplicemente un modo di pensare diverso di prodotti e servizi esistenti. Il tutto mischiato, c’è da dire, ad alcuni espositori che faticavano a spiegarci perché la loro azienda, ed il loro prodotto, era una “cosa giusta”.

Ma molti altri ce l’hanno spiegato, aiutandomi a capire come potrebbe veramente essere, nel concreto, la mia “giornata giusta”.

Riciclaggio e mobilità sostenibile

Inizio ovviamente da casa, dopo aver rinviato tre volte la sveglia, pronto a traspormi in ufficio. Chiavi e telefonino ok, ecco il portafoglio! Cos’ha di particolare? E’ riciclato al 100%, sfruttando gli sfridi di produzione e gli scarti del cuoio altrimenti destinati alla discarica. L’ho preso proprio ieri insieme ad una penna ricavata dai vecchi catari frangenti in un negozio Ecolaio, la catena in franchising specializzata in di oggetti d’uso quotidiano ecocompatibili o riciclati. Mi sento già meglio!

Salto in sella alla mia bici elettrica che, al contrario delle auto elettriche (come da nostro articolo), non hanno problemi di batteria! Oggi si ricaricano in 2-3 ore ed hanno autonomie decisamente compatibili con la lunghezza degli spostamenti in bicicletta. La mia vicina di casa salta invece in sella ad una dinamociclo, con il suo grosso contenitore in legno dove trasportare i bambini in asilo, e la spesa di ritorno a casa!

Mi fermo per buttare la spazzatura, ovviamente differenziata, ma non più al solito cassonetto. Da qualche giorno uso il nuovissimo raccoglitore di Fareraccolta, che con il suo progetto di marketing non convenzionale rilascia un buono acquisto di 10 centesimi per ogni pezzo conferito, da spendere presso gli esercenti convenzionati. Si crea così un forte incentivo economico per i cittadini, invertendo i paradigmi di comunicazione tradizionali per le attività commerciali.

In ufficio niente di nuovo, pile di polverose scartoffie da riciclare quanto prima, o meglio ridurre evitando di stampare. Ma quel plico mi tocca proprio mandarlo dall’altra parte della città. Cos’è più green di un servizio di consegna espressa in bicicletta? E’ quello che ti offre Milanbike, per adesso nella sola città meneghina. Non è solo ecologico, costa decisamente meno di un corriere tradizionale, e garantisce tempi di consegna assolutamente celeri!

Portali ed oggettistica

A casa trovo finalmente il pacco che aspettavo! Un raffinato portabottiglie direttamente da un artigiano del legno friulano. Tutto merito di Espresso Style, una vetrina online dei piccoli artigiani italiani, ricca di piccoli gioielli altrimenti difficili da reperire!

Approfitto del bel pomeriggio per terminare un lavoro in balcone. Devo sbrigarmi, perché dovrò restituire il trapano proprio domani. Ho scoperto un signore nel vicinato disposto a noleggiarlo a poco prezzo, tramite Locloc.it, il nuovissimo portale italiano per il noleggio tra privati. La proposizione di valore è la tipica win-win situation, dove si massimizza l’utilizzo dei beni altrimenti poco usati, con la garanzia assicurativa del portale in caso di danneggiamenti.

Riesco a fissare il lampadario proprio all’imbrunire. E’ molto particolare, realizzato con piatti fondi e piani riutilizzati, e dal design accattivamente. Tutto merito di Usedesign, che si presenta con un catalogo accattivamente ed un nome che dice già tutto!

Ricordate il vecchio subbuteo? Aspetto gli amici per una partita che sa molto di carrambata. Ma invece dei classici giocatori dal fondo curvo utilizzeremo dei tappi di plastica, che grazie al kit di Aquapotabile si trasformano magicamente in calciatori. E’ un modo per riutilizzare quelli che sarebbero altrimenti dei rifiuti domestici, almeno una parte dei 500Kg visibili che produciamo ogni anno, stimolando la creatività ed enfatizzando il valore delle cose che altrimenti butteremmo.

Viaggi e lavoro

C’è ancora tempo per un giro su internet, anche per organizzare la mia vacanza estiva in Sicilia. Cosa meglio di un tour operator che ci possa portare da esercenti che non pagano il pizzo alla mafia? Parola di Addiopizzo travel, costola della famosa associazione antiracket, che propone interessantissimi tour, soprattutto nella Sicilia occidentale, ripercorrendo insieme i luoghi storici dell’antimafia, ed aiutandoci a scoprire come le realtà positive esistono, sono forti, ed in crescita.

Ho anche tempo per un giro su greenjobs.it, il portale dedicato alle offerte di lavoro rigidamente green, e che sono sorprendentemente tante e sparse in tutta Italia. Tenici delle rinnovabili, commerciali ed informatori. C’è spazio per tutti nella scialuppa verde, che oggi con la crisi in corso, può diventare per molti una vera scialuppa di salvataggio! Perché trovare lavoro ed aiutare l’ambiente è sicuramente…una cosa giusta!

Scritto da

Nicola Purrello

Siciliano, consulente di strategia aziendale focalizzato su economia verde, gestione dei rifiuti e finanza aziendale. Laureato in Economia e Finanza presso la Bocconi, ha ... continua

Condividi questo articolo


Segui eko .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it