I falsi miti delle strategie di mobile marketing

Passiamo in rassegna gli errori più grossolani da evitare per la propria strategia mobile

I falsi miti delle strategie di mobile marketing

Mobile marketing significa evoluzione costante, budget, risorse. Ne abbiamo parlato sia in termini di strategia che di cultura.

Siete ancora perplessi? Vi servono altri riferimenti? Non abbiate paura di perdervi nella giungla e seguiteci: oggi vi mettiamo in guardia dai falsi miti più pericolosi in cui rischiate di incappare. Là fuori c’è qualcuno che sta aprendo nuove strade e a suon di errori ha lasciato dietro di sè un know-how da sfruttare.

Mobile uguale device, Web uguale desktop

Non è mai stato vero. Mobile significa mobilità e si riferisce prima di tutto all’idea di utenti, utilizzatori di tecnologia, prima che ai loro device e alle app. Trascurare i contesti e le esperienze porta inesorabilmente a errori grossolani e cicli di vita brevi.

C’è addirittura chi parla di una grande allucinazione, in questo senso:

“Abbiamo creato di nuovo un’allucinazione diffusa. Prima c’era l’utente desktop ideale, dotato di un unico monitor perfetto, una connessione iperveloce e una dose infinita di attenzione e ora l’utente mobile esemplare, intento a fare una sola cosa alla volta e completamente privo di distrazioni.”

(Jeremy Keith, autore di HTML5 for Web Designers ).

Mobile è solo iOS

Le quote di mercato di Apple non sono esattamente lo specchio della sua popolarità. Privilegiare iOS a priori significa perdersi più della metà del mercato.

Solo negli USA Google ne possiede il 53%, con una moltitudine impressionante di device Android (date un’occhiata a questi dati, fonte Comscore). Device diversi significa diverse dimensioni e risoluzioni degli schermi e diversi browser di navigazione mobile, anche di terze parti.

Come dicevamo poco fa, l’uniformità in campo mobile è una leggenda.

I falsi miti delle strategie di mobile marketing

Mobile Marketing è più semplice

La decisione di quante e quali features deve avere un’esperienza mobile non è una sintesi di quella reale o desktop. Evitate assolutamente di decidere al posto degli utenti, anzi fate in modo di lasciargli tutte le possibilità di scelta. E’ fondamentale.

Il pericolo è di veder crollare inesorabilmente il tasso di engagement. Altra cosa è capire tramite testing e interazioni reali se ci sono features non adatte o necessarie all’esperienza ricercata.

Mobile uguale app

Stiamo diventando ripetitivi? :)

Eppure sugli store è pieno di applicazioni al limite dell’usabilità (se non oltre). Per non parlare dell’estetica. E’ impossibile creare l’app perfetta per qualsiasi servizio o prodotto, soprattutto quando vogliamo che l’esperienza replichi la maggior parte delle caratteristiche desktop.

Valutate con cura le tecniche di responsive design che, se realizzate ad hoc, provocano una forte impressione di coesione e fluidità alle diverse esperienze (desktop, smartphone, tablet). Oltre a liberarvi dal peso di dover sviluppare un’app per ogni piattaforma.

I falsi miti delle strategie di mobile marketing

 Avete preso nota? Vi aspettiamo nei commenti, segnalateci le vostre esperienze!