Come rendere più efficace il processo di selezione del personale [INFOGRAFICA]

Social media, tecnologia e cortesia: questi i segreti per ottimizzare la ricerca di personale qualificato

I livelli preoccupanti di disoccupazione potrebbero far pensare che trovare forza lavoro qualificata sia più piuttosto facile, non è così, il processo di selezione del personale può essere lungo e faticoso.

La ricerca quasi ossessiva dei candidati più talentuosi può portare gli imprenditori a commettere gravi errori, col rischio di andare nella direzione opposta: scoraggiare cioè le candidature dei migliori.
lavoro, personale,
Vi presentiamo una simpatica infografica, creata da HireRight sulla base dai risultati di un’indagine condotta su un campione di persone in cerca di lavoro.

Social media, Tecnologia e Cortesia, vi aiuteranno a chiarire la strada

Proprio attaverso una metafora legata alle strade che l’infografica ci mostra quali sono gli errori più frequenti che vengono commessi (wrong way) e come sfruttarli a proprio vantaggio per ottimizzare la selezione del personale(right way).

Social Media

Abbiamo già parlato delle relazioni esistenti tra social media e HRM, la critica in questo caso riguarda il numero dei social network coinvolti: si scelgono principalmente Facebook e Linkedin, ma le aziende dovrebbero considerare altre soluzioni come Twitter, blog e Youtube, infatti il 40% di chi cerca lavoro usa 3 o più social per cercare lavoro.

Tecnologia

Semplificare e velocizzare: questi dovrebbero essere gli obiettivi della tecnologia.
Secondo gl intervistati il tempo necessario per una candidatura on line non dovrebbe superare i 5 minuti. Ad oggi il 60% delle applicazioni richiede il doppio del tempo e per l’8% dei casi si ha bisogno addirittura un’ora!

Cortesia

Il 77% di chi si candida on-line non riceve alcuna comunicazione si risposta, questo è un dato profondamente sconcertante. Un candidato non è solo un probabile impiegato dell’azienda, ma anche un potenziale cliente e la “scortesia” si traduce in un danno per l’immagine dell’azienda.

Infatti, circa il 32% degli intervistati ha dichiarato di acquistare meno volentieri dalle aziende che non rispondono; il 17% dice di riportare l’esperienza negativa sui social media e ben il 78% la racconta a familiari ed amici.

Scommetto che siete appena andati a rispondere alle candidature! 😉

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?