MyJobPage, la startup che ti aiuta a trovare lavoro

Intervista a Gianpaolo Catania, co-founder del social network del "saper fare", una delle startup finaliste alla Battaglia delle Idee


Riprendono le interviste ai progetti finalisti della Battaglia delle Idee. Questa è la volta di Gianpaolo Catania inventore, nel 2002, dei primi Job Party d’Italia (Chance). Assieme a Matteo Stracciari, Antonio Rotundo e Stefano Sidoti, ha creato My Job Place.

La decisione di creare le fondamenta per la nascita di una nuova startup è legata ad un sogno coltivato negli anni dai soci fondatori: dare nuovo slancio ad un Paese, l’Italia, ricco di opportunità ma sempre più avaro di speranze.

Facciamoci dunque spiegare meglio l’idea.

Cos’è MyJobPage?

MyJobPage è il primo Social Network del Saper fare, in cui è possibile dimostrare le proprie competenze, condividerle e incontrare possibili opportunità occupazionali.


Come è nato?

Solo pochi mesi fa, durante un viaggio in auto, mi sono interrogato col mio (ormai) socio Matteo sul fenomeno, nuovo, di chi, avvolto dallo sconforto, smette di cercare lavoro. Ci siamo decisi a trovare un metodo e degli strumenti per ridare fiducia a loro e ai disoccupati che rischiano di finire in questo vortice di rassegnazione e depressione.

Abbiamo rivolto il nostro pensiero a chi anche ha già un’occupazione ma che, a causa di un contratto temporaneo, teme di perderla. Abbiamo inoltre considerato tutti coloro che un impiego già lo hanno, magari a tempo indeterminato, ma sono desiderosi di rinnovarsi.

Abbiamo quindi riconosciuto profondi cambiamenti nel mercato del lavoro (alta e crescente mobilità, modifica dei rapporti tra domanda e offerta di lavoro) pur constatando una sostanziale continuità degli strumenti di reclutamento e selezione.

Il Curriculum Vitae, in particolare, rappresenta lo strumento più utilizzato nella ricerca di personale. Questo è un documento certamente essenziale, che racconta sinteticamente passato e presente di un candidato. Tale documento, secondo noi, dovrebbe essere però utilizzato in fase di colloquio, per essere spiegato al potenziale datore di lavoro. Una fase precedente in grado di identificare i migliori profili dovrebbe vertere invece su un diverso criterio: il saper fare.

Dove vi vedete tra 1 anno?

MyJobPage non è ancora partito ma possiamo già registrare migliaia di iscritti (è già online una prima pagina di registrazione). Tra un anno i nostri utenti potranno scoprire e utilizzare le tante funzionalità e, soprattuto, incontrarsi.

MyJobPage, infatti, non è solo un social network on line. Tra 12 mesi lanceremo anche i nostri tanti eventi nel corso dei quali i nostri utenti potranno incontrarsi.


Quali sono le prospettive o le difficoltà in Italia per una strartup nel vostro settore?

E’ un momento ideale per la nascita di nuove Start Up. E’ possibile registrare un forte fermento. Le difficoltà sono tante ma non insuperabili. La tassazione elevata rimane il primo in assoluto, anche e soprattutto per piccole piccolissime imprese. C’è da sommare, per noi, un arretramento continuo del mercato del lavoro. Ma, d’altronde, siamo nati proprio per fornire soluzioni.