In auto, in treno o dovunque tu voglia: i migliori spot della settimana

La rubrica di oggi è dedicata alle migliori creatività "in spot" da tutto il mondo.

Alessio Sarnelli

Managing Editor @NinjaMarketing

Potevamo mai noi ninja abbandonarvi al week end elettorale senza la nostra rubrica sui migliori add della settimana ?
Non temete, un buon ninja non abbandona mai i suoi lettori, addentriamoci quindi nella presentazione di quelli che abbiamo ritenuto siano i migliori video-add in circolazione nel web nel periodo 17/24 Febbraio.

Citroen : Ds3 Cabrio, dai cavalli a motore al cavallo sulla spiaggia

Questo video ideato da Tom Kuntz per la MJZ è davvero uno spasso ed un elogio alla follia cinematografica. Per mettere in atto un rimando poetico alle sensazioni che si provano alla guida di una vettura senza tettuccio, l’autore mette in scena la fantasia di un possessore della nuova Citroen Cabrio. Un’esperienza ai confini della fantasia (e per la verità anche un pizzico grottesca) nella quale un timido giovanotto scarso crinito ha la sensazione di far volteggiare la sua chioma fluente di fanciullo su un destriero bianco, semaforo permettendo.

Voto 10 allo spot, voto 2 a chi ha pensato di mettere in testa alla povera creatura una criniera che neanche Furia Cavallo del West (e ci perdonerete il che polivalente).

Credits

Agency: H Paris
Head of Marketing Worldwide: Jean Marc Savigne
Spot: “Baby”
Worldwide Creative Director: Gilbert Scher
Creative Directors: Marco Venturelli, Luca Cinquepalmi
Art Director: Luca Cinquepalmi
Copywriter: Marco Venturelli

Volkswagen Beetle Convertible : Mask

!!!Attenzione !!! Tenere lontani dalla portata dei banchieri e/o di ogni altro esercizio commerciale.

Altro spot sulle convertibili, questa volta per il gruppo Volkswagen per la regia di Noam Murro. Il concept è simile se vogliamo allo spot precedente, seppur in maniera più indiretta (e con un sottile gusto dell’orrido) viene esaltata la possibilità di guidare senza tettuccio anche in inverno ed in montagna, inscenando quella che sembra essere una rapina che poi si risolve in un ilare qui pro quo.

Non v’è dubbio che il meccanismo comico sia di un certo livello, però sembra mancare un po’ nella chiusa, poteva essere uno spot in salsa Tarantino, alla fine ti strappa una risata e nulla più.
Ps : ma lo scontrino?

Durex : Car Parking Climax

Chiudiamo il capitolo auto con qualcosa di più pepato, nonostante non ci si sposti in termini di location.
Il video che abbiamo appena visto è il nuovo spot della Durex per sponsorizzare i nuovi modelli di condom ultrasottili. Il claim che si legge nel finale “più ci avviciniamo e più lo si sente intenso” oltre che dirci tutto, fa davvero da detonatore per questo video in cui l’intimità viene inscenata con un parcheggio in auto.

Brillante ed esaustivo, di più non potremmo aggiungere.

Credits

Agency: TMW, London
Creative director: Jeff Bowerman
Copywriter: Dave Willis
Art director: Marcus Aitman
Director: James Miller via Miller and Miller

Outlook.com : GetGoing

Come saprete a breve il dominio Hotmail, dopo 16 anni di attività, andrà in pensione e sarà sostituito da Outlook.com.
Questo video ci illustra come il nuovo servizio sarà più incisivo che vai, a partire dalle esperienze più varie. Davvero apprezzabile il modo in cui vengono illustrate tutte le nuove peculiarità di outlook.com, magari un tantino frenetico ed iperattivo, ma di sicuro impatto visivo, all’insegna del multitasking nudo e puro.

Dell : l’universo alternativo

Ultimo video che vi presentiamo questa settimana è per Dell, azienda leader nell’informatica. In questo spot incontriamo Thomas, un manager che ogni giorno, sul treno che lo porta sul luogo di lavoro, da vita ad un universo alternativo grazie al suo tablet di ultima generazione.

Il video è davvero uno spettacolo per gli occhi, una perfetta integrazione tra reale e digitale (lontani i tempi dei “chi ha incastrato Roger Rabbit“), in un meccanismo di rimando tra la qualità delle immagini e la qualità del prodotto con Thomas che “disegna” il suo mondo e nel frattempo contamina il nostro.

Potremmo chiedere di scendere più nello specifico nelle caratteristiche del prodotto, ma perchè perderci soltanto un frame di questo universo alternativo?