BlackBerry può tornare a competere con Apple e Samsung?

Ampia analisi sulla situazione dell'azienda canadese che vede migliorare la sua brand reputation e tenta di acciuffare i concorrenti

Seppur siano lontani i tempi in cui Blackberry era il brand leader della telefonia per l’utenza business,vi sono degli interessanti trend da analizzare per la company canadese che ha recentemente abbandonato lo storico nome RIM (Research In Motion).

L’agenzia americana YouGov tiene sotto controllo le conversazioni positive e negative dei consumatori attorno alle marche tramite il suo BrandIndex*. Attraverso un analisi del Buzz nel mercato degli smartphone, sembra che in queste ultime settimane l’azienda stia ricevendo più feedback positivi che negativi, dopo aver vissuto 14 mesi con risultati piuttosto allarmanti, poiché “la diritta via era smarrita”.

Il passaparola

Il grafico evidenzia che da dicembre sino a metà gennaio, il BrandIndex score stazionava attorno allo zero prima di aumentare fino ad un massimo di 7. La gente parla in modo positivo della marca e la reputazione sembra avere guadagnato parecchi punti.

Per quanto riguarda la concorrenza vi sono altre riflessioni da fare. Il marchio Galaxy di Samsung ha visto la percezione del suo brand muoversi in maniera equilibrata verso l’alto sin dall’inizio del 2012. Nel Gennaio 2013 totalizza uno score pari a 16, con una crescita di oltre 10 punti rispetto all’anno precedente.

L’acerrimo rivale iPhone del company brand Apple ha raggiunto l’apice della perception positiva in concomitanza con l’uscita dell’ultimo modello, ma non è riuscita a rimanere su quei livelli, tanto che dall’inizio del 2013 è in caduta libera. Da un picco di 38 al 1° Ottobre 2012 (iPhone 5 day) è arrivato a perdere più di 20 punti in termini di buzz positivo arrivando ad uno stentato 17.

Ciò significa che i due giganti hanno ridotto il gap in termini di brand reputationChe questo sarebbe avvenuto lo avevamo ipotizzato già qualche mese fa. Il Word-Of-Mouth sembra evidenziare un sostanziale pareggio nel valore che i consumatori attribuiscono ad entrambe le marche. Dopo le battaglie legali dei mesi scorsi il verdetto è questo. Si trovano all’ultima curva, gomito a gomito. E BlackBerry sembra stia sul punto di recuperare terreno, nonostante la distanza risulti notevole.

La fedeltà dei clienti

Ad alzare ancora di più le pretese di rivincita dell’azienda canadese, vi sono sondaggi sulla fedeltà dei possessori di smartphone. Il grafico evidenzia le stesse tendenze del Word-Of-Mouth. Galaxy riduce la distanza da iPhone, con BlackBerry che avanza prepotentemente.

Sei mesi fa, solo il 18% dei clienti BlackBerry avrebbe riacquistato uno smartphone. Al primo bimestre del 2013 tale dato è aumentato al 43%. Anche Galaxy ha osservato un aumento della fedeltà dal 46% al 53%, mentre per il “melafonino” vi è stata una diminuzione dal 92% al, tuttavia ancora alto, 85%.

La comunicazione

Ma come vengono spiegati questi cambiamenti sostanziali dei trend per BlackBerry? Il suo nuovo modello Z10 ha monopolizzato l’attenzione del mercato nelle ultime settimane. C’è la farà il suo nuovo sistema operativo BB10 a mettersi al passo del duo Android-iOS? Era questa la domanda che i tech-addicted si ponevano. A prescindere dalle caratteristiche del prodotto, che per molti ha fatto fare passi in avanti all’azienda nordamericana, la battaglia si combatte sulla comunicazione.

Durante il Super Bowl uno spot ha mostrato all’America ciò che il nuovo cellulare non potesse fare, lasciando immaginare all’utente tutte le funzionalità integrate nel dispositivo. Un commercial sicuramente poco convenzionale e assai ambizioso, che in verità non sembra essere piaciuto molto agli user a stelle e strisce.

Azzeccata risulta essere stata la scelta di Sua Maestà Alicia Keys, la quale è entrata come Creative Designer nel team BB. Risale invece a due settimane fa il rilascio di un simpatico video in cui Rachelle Wilde (una delle più famose playmate) presenta il nuovo smartphone. Viralità garantita tra il pubblico di genere maschile.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=AFET9AHKuYg’]

L’andamento del titolo in borsa

La sensazione è che per BlackBerry, questo del 2013 sia davvero l’ultimo treno. Quello da non perdereIl recente crollo in borsa del titolo, che ha perso l’8% scendendo sotto i 14 dollari, sembra segnalare che il mercato azionario non valuti possibile un rilancio dei canadesi.

Ha influenzato questo tonfo la notizia che un numero crescente di grandi aziende stia sostituendo con iPhone i vecchi BlackBerry dati in dotazione ai propri dipendenti. La notizia segna in sostanza una bocciatura sancita dal BTB della nuova piattaforma BB10. Lo stesso co-founder Jim Balsillie ha venduto nelle ultime ore le sue quote azionarie, uscendo definitivamente dalla compagnia e, così, rompendo gli ultimi ponti con il glorioso passato.

Un solo risultato possibile

Dopo la brillante partenza in UK e Canada, si toccheranno la maggior parte dei mercati da marzo in poi. Staremo a vedere se Blackberry riuscirà a capitalizzare con questo nuovo prodotto quanto il passaparola sembra promettere. Qual è la vostra opinione a riguardo? La gara si è messa in salita e non è più possibile sbagliare. O si vince o si esce fuori pista.

 

 

* BlackBerry, iPhone e Galaxy sono stati misurati con il  BrandIndex’s Buzz score di YouGov, che chiede “Se hai mai sentito qualcosa sul brand nelle ultime due settimane, attraverso la pubblicità, le notizie in genere o il passaparola, si trattava di cose positive o negative?”. Il campione è formato da individui over 18 anni.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?