Google Tel-Aviv: il design da sogno degli headquarters

Il quartier generale di Google Tel-Aviv è stato progettato con un design che crea mondi diversi in ogni ufficio

Tutti noi quando entriamo in ufficio al mattino siamo pronti alla quotidiana dose di scrivanie polverose, declinate in tutte le tonalità del pallore, della mestizia e anche un po’ del pentimento di essere diventate arredi da ufficio.

Ci aspettano intere mattinate di monitor in scala di grigi, mense nelle nuance del bianco ospedaliero e arredamento che si ispira agli anni 70: vintage soprattutto nella qualità degli infissi e degli spifferi.

A Google la pensano diversamente.
Va bene, direte voi, loro la pensano sempre diversamente. Stavolta lo hanno dimostrato con la creazione dei nuovi uffici di Tel-Aviv, che appunto, più che uffici, sono a metà tra il giardino dell’Eden e il paese delle meraviglie.

Il quartier generale di Google Tel-Aviv si estende una superficie di 7800 mq dislocata su 8 piani: un’opera (perché è giusto chiamarla tale) con un design progettato da Camenzind Evolution in collaborazione con Setter Architects e lo Studio Yaron Tal.

Ambienti metamorfici in cui il concetto di meeting professionale si evolve in un concetto di comunanza e condivisione di idee in spazi di totale relax a tutto colore, pieni di stimoli creativi e innovativi.

Minisale che si affacciano sulla città, scrivanie ricavate all’interno di frutteti, poltrone coloratissime, corridoi che sembrano sentieri lastricati di città antiche o vicoli di campagna, fiori ai davanzali, pergolati, tavole da surfisti, salottini vintage e sedie sui soffitti.

Inutile a dirsi, non mancano i comfort: tre ristoranti, palestra e zone relax.

Dall’arredamento al design, sono tutti spazi concepiti per coniugare concentrazione e scambio di idee, ispirazione e sviluppo concreto di concept innovativi.

La tecnologia lascia spazio al colore, alla creatività, al team building e fa diventare il lavoro una vera passione.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Gabriella De Stefano

Copywriter

Gabriella ha 31 anni, quando ne aveva 8 le piaceva scrivere i temi, fare gli esercizi di inglese e ascoltare la radio. A poco più di 20 anni di distanza le cose non sono ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Gabakeshi .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it