Le illustrazioni di Salvador Dalì per Alice in Wonderland

Ecco cosa accadde quando il surrealismo entrò nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll

Se il frutto di una mente visionaria incontra l’estro di uno dei più grandi maestri del Surrealismo, il risultato può essere a dir poco sorprendente.
E’ esattamente questo che accadde nel 1969, anno in cui la Press-Random House di New York pubblicò una tiratura di Alice in Wonderland corredata delle illustrazioni di Salvador Dalì.

12 eliografie, una per ogni capitolo, più un disegno in acquaforte per il frontespizio: queste le opere che accompagnano le atmosfere sognanti di Alice nel paese delle meraviglie, dando un volto alla sfrenata immaginazione di Lewis Carroll e alle stupefacenti avventure della sua piccola protagonista.

Non è un caso che il volume sia uno dei lavori di Dalì più ambiti dai collezionisti e che l’unica copia presente su Amazon sia quotata ben 12.900 dollari!
Al di fuori della portata di molti, dunque, ma grazie alla William Bennett Gallery possiamo fortunatamente fruire di questi capolavori in formato digitale e percepirne, almeno in parte, l’irrompente espressività.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?