Centinaia di Polaroid diventano un video musicale [VIDEO]

Una storia d??amore raccontata con centinaia Polaroid in sequenza per il videoclip di ??Dear Someone?

Prendi il modo più divertente, vintage e “so 90’s” di fare foto, una tecnica video ampiamente in voga, una New York ingiallita dalle foglie d’autunno ed hai tutti gli strumenti per raccontare un’intrigante lovestory e trasformarla nel video del nuovo pezzo indie di Walker Lukens: “Dear Someone”

Il cantante Statunitense ha collaborato con il team di “The Impossible Project” per la realizzazione del videoclip dell’estratto dall’ultimo album “Devoted” e ha scelto il regista Tetsuo Kamata per dirigere le riprese: si tratta di un video girato in stop- motion con centinaia di Polaroid che raccontano la storia controversa di una relazione tra due amanti.

La canzone si adagia perfettamente sui tratti autunnali di New York e sembra dettare il tempo ai movimenti dei fotoframe che si muovono nel fluire del video. I colori e le ambientazioni sono scelte con cura per fornire un’incantevole sfondo per questa ballata indie.

Lukens sceglie quindi lo stop-motion, seguendo una tendenza probabilmente battezzata da Oren Lavie nel video della cliccatissima e elegantissima “Her morning glory” e sempre più utilizzata dai gruppi emergenti per la realizzazione dei loro video: è il caso dei Black Books con il video di Favourite Place selezionata da Vimeo come “Staff Pick”

I due esempi citati hanno ottenuto risultati notevoli in termini di visibilità e rumors rispettivamente con 24mio e 30k visualizzazioni. Un po’ quello che si augura anche l’emergente Walker Lukens che dopo svariati viaggi in Europa e aver girovagato per gli States con chitarra in mano e loop station, fotografando ovunque andasse il suo Louis (la statua-leone che compare svariate volte nel video), ha deciso di utilizzare polaroid in stop motion per il video del nuovo pezzo appena registrato.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?
Orgy
Creampie
Orgy
Orgy
Threesome
Orgy
Threesome
Threesome
Threesome
Creampie
Orgy