MyCityWeb: il motore di ricerca per lo shopping e il turismo

Alessandro Felaco, finalista della Battaglia delle Idee, presenta l'idea di business sviluppata assieme a Mario Russo

Internet per i commercianti e le piccole aziende: una grande opportunità che in pochi però sanno sfruttare al meglio. A questa problematica Alessandro Felaco e Mario Russo hanno deciso di trovare una soluzione, creando il motore di ricerca MyCityWeb, tra i progetti finalisti alla Battaglia delle Idee.

Mario, project manager di MyCityWeb ed ex consulente IBM e CEO di una società di consulenza Informatica, si occupa dello sviluppo della piattaforma. Alessandro, business manager del progetto, è invece laureando in Economia Aziendale e si occupa di consulenze marketing da diversi anni. In MyCityWeb si occupa di sviluppare strategie di business. E’ a lui che abbiamo chiesto di raccontarci meglio l’idea di business.

Cos’è MyCityWeb?

MyCityWeb è un motore di ricerca multipiattaforma che permette di ricercare negozi, aziende e attività legate al turismo e di averne un profilo personale attraverso il quale visualizzare il punteggio e le recensioni fatte da altri utenti aiutandoli in modo attivo nella scelta finale.

La ricerca può essere fatta dal portale, senza registrarsi, oppure tramite accesso Facebook. In quel caso l’utente avrà un suo profilo personale e la possibilità di inserire contributi e di venire a conoscenza di sconti e offerte dei vari esercizi commerciali registrati.

Più l’utente sarà attivo più verrà ad accreditarsi come influencer e inoltre potrà scoprire in modo geolocalizzato se in zona ci sono i propri amici o utenti della community.

Come è nata le vostra idea?

L’idea è nata nel Luglio 2012 dalla mia esperienza diretta con le attività commerciali e il mondo imprenditoriale. Molto spesso le aziende sono presenti su internet, sui social network o sui motori di ricerca LBS (location based service) perché è di moda, ma non hanno gli strumenti adatti per attirare clienti oppure creare interesse. E’ per questo che noi stiamo creando un sistema completo anche grazie a partnership con altre startup per dare massima visibilità a tutte le attività commerciali e aumentarne l’engagement.

Quali sono le prospettive e difficoltà in Italia per una startup nel vostro settore?

In Italia in quest’ultimo anno stanno nascendo buone opportunità per fare startup ma non è ancora così semplice come in altri Paesi del mondo.

La cosa fondamentale è far capire al potenziale startupper che creare una startup non è un gioco o la nuova moda ma una vera e propria iniziativa imprenditoriale.

Qui c’è la corsa al finanziamento tralasciando a volte quella che è l’esecuzione del progetto in tutta la sua completezza perché siamo abituati a paragonarci agli USA dove le cose funzionano meglio.

Bisogna imparare a condividere la propria idea con altre persone per riuscire a creare un prodotto utile e funzionale. Sono convinto di una cosa però: che prima o poi l’Italia delle startup verrà fuori, abbiamo menti e progetti brillanti che vedono la luce del successo solo all’estero.

Dove vi vedete tra un anno?

Spero tra un anno di vedere MyCityWeb diventare un punto di riferimento per viaggiatori e amanti dello shopping, creare una community pronta ad esprimere un proprio parere su negozi e nuovi acquisti e a coinvolgere gli amici nella parte “game” del nostro portale così da riuscire ad esportare il progetto all’estero ampliando una fetta di mercato.