Digital Diary of Basilicata 2012. Quale video preferite? [VIDEO]

Si concluderà il 31 gennaio il concorso legato alla seconda edizione del diario digitale di Can't Forget It{aly}

Mike Corey, Mauro Diciocia, Antonio Passavanti, Haleigh Walsworth, Caspar Diederik, Nathan Miller, Timmy Henny. Sono questi i nomi dei sette giovani videomaker protagonisti della seconda edizione del Digital Diary of Basilicata #2, il viaggio virtuale di Can’t Forget It{aly}, un progetto di promozione turistica unico che trascina lo spettatore in un universo di colori ed emozioni.

A ben dire dovremmo parlare piuttosto di territorio, uno specifico lembo della nostra nazione che questi video ci aiutano ad esplorare, entrando nelle sue profonde ed uniche specificità. Questi ragazzi, tutti rigorosamente under 35 e provenienti da diverse parti del mondo, hanno viaggiata attraverso la Basilicata per giorni, estraendone un racconto per immagini e suoni che riesce a comunicare questa regione meglio di qualsiasi tipo di slogan.

Per capire di cosa stiamo parliano, non vi resta che guardare tutti e sette i video che trovate a questo link. E ricordate che potete contribuire a far vincere uno dei corti in gara: il 31 gennaio, infatti, trionferà il video che avrà totalizzato il maggior numero di visualizzazioni.

E voi, quale preferite?

Vi lasciamo con le parole di alcuni dei partecipanti:

“It was incredible to be amongst seven filmmakers on the Can’t Forget Italy project, challenging eachother’s skills while helping one another to realize our production goals. It’s a creative person’s dream come true to have this opportunity amongst the inspiration and cultures of Basilicata, that seems to welcome you with open arms wherever you go”
(E’ stato incredibile trovarsi tra i sette partecipanti di Can’t Forget Italy, sfidando le capacità di tutti noi mentre ci aiutavamo nel raggiungere i nostri obiettivi di produzione. Avere questa opportunità è un sogno creativo che si realizza, tra le ispirazioni e la cultura della Basilicata, che ti accoglie a braccia aperte ovunque tu vada)
Haleigh Walsworth, California/Parigi

“It’s awe-inspiring being dropped in an unknown territory together with a colorful bunch of travel enthusiasts. Diving deep into real stories with all senses wide open…
Connect, see, smell, feel, taste, an abundance of stimuli and become one with the local spirit. And then… the art of translating it all into mindblowing visual stories”
(E’ stra-ispirante essere immersi in un territorio sconosciuto assieme ad un gruppo di viaggiatori entisiasti. Tuffarsi in profondità nelle storie reali con tutti i sensi spalancati… Ti connetti, vedi, annusi, senti, gusti, un abbondanza di stimuli e diventi tutt’uno con lo spirito locale. E poi…l”arte di tradurre tutto questo in storie visive da togliere il fiato)
Capar Diederik, Haarlem, The Netherlands

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?