Facebook: con Year in Review, per ripercorrere il 2012 basta un click!

Facebook ci consente di rivivere i momenti più importanti del 2012 con un solo click

Da sempre la fine dell’anno è il momento dedicato ai bilanci. il 2012 è stato un periodo particolare per tutti, ricco di sfide, opportunità, sorprese, deludenti conferme, novità, certezze e disillusioni. Come sempre mettiamo tutto sul piatto e ci auguriamo che l’anno nuovo sia migliore.

Facebook: i nostri eventi più importanti…

Oltre ai nostri pensieri, però, fine anno è anche un momento di ricordo, di tutto quello di bello o brutto trascorso negli ultimi 365 giorni. E anche su Facebook esiste un’applicazione che ci consente di celebrare degnamente il momento. In particolare, quest’anno Zuckerberg ha pensato di imperniare il momento-ricordo dei suoi utenti sul tanto discusso Diario.

Da qualche giorno è possibile condividere con i nostri amici il nostro “riassunto” del 2012, che racchiude i 20 step più importanti del nostro anno sul social network di Menlo Park: gli eventi più significativi, i post in evidenza di maggior successo, le nostre storie più popolari e gli album di foto più visti. Inoltre, un immediato conteggio di quanti nuovi amici abbiamo “conosciuto”, di quante persone ci hanno inviato auguri pubblici per il nostro compleanno e quanti nuove pagine ci sono piaciute. Creare il vostro “Year in Review” (Purtroppo, non disponibile per le “Facebook Page”) è facilissimo, basta andare sul sito FacebookStories.com/2012 e cliccare sul link in evidenza. Condividerlo con gli amici è questione di un attimo!

… e le macro-tendenze del 2012

All’interno del sito dedicato alle Facebook Stories, potrete però trovare anche di più: un resoconto dettagliatissimo su ciò che ha fatto più “rumore” sul social network nell’ultimo anno. Persone, eventi, cose e luoghi che hanno inciso maggiormente sulle discussioni sociali. Gli elenchi di tendenza sono molti, suddivisi per nazione e in ognuna di essa troviamo diverse classifiche. Per l’Italia sono tre: gli argomenti di cui si è parlato di più, i luoghi più visitati e le canzoni più ascoltate.

Se era lecito aspettarsi che l’argomento più discusso nel nostro paese è stato il “terremoto”, il secondo posto di Mario Monti e il terzo dell’altro Mario nazionale, Balotelli.

Tra le canzoni più ascoltate, secondo posto per il tormentone P.E.S. dei Club Dogo, preceduta solo da Nothing But The Beat di David Guetta. Tra i luoghi, invece, grande successo per i più grandi stadi italiani, ma a dominare è la magica Piazza San Marco a Venezia.

Molto più ricchi invece i trend per gli Stati Uniti, dove oltre agli argomenti più discussi, i luoghi e le canzoni, possono essere visualizzate le classifiche relative a politici, personaggi pubblici, sport, libri, tecnologia, film, programmi televisivi e persino “meme”.

Insomma, la fine dell’anno si avvicina ma grazie a Facebook possiamo già lasciarci andare al più classico dei momenti-nostalgia. Basterà per riacquistare un po’ dell’affetto degli utenti perso nell’ultimo periodo?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?