H&M lancia un programma per la raccolta di abiti usati

A partire da febbraio 2013 potrete consegnare i vestiti usati da H&M in cambio di un voucher per l'acquisto.

Eco-Sustainable-Style-Fashion.

Fil rouge tra queste magiche paroline è l’azienda svedese H&M che ha deciso di dar vita ad un programma per tutelare l’ambiente attraverso la raccolta di abiti usati.

L’ambiziosa iniziativa, che verrà lanciata il prossimo Febbraio grazie alla collaborazione con I:Collect, che si occuperà delle operazioni di smistamento e riciclo dei materiali, ci permetterà di lasciare in tutti gli store (presenti in 48 mercati del mondo) i nostri abiti usati di qualsiasi marca e in qualsiasi condizione, ricevendo in cambio dei buoni da utilizzare presso H&M.

Gli abiti usati in buone condizioni verranno riciclati per nuove produzioni tessili mentre quelli in cattive condizioni saranno destinati alla produzione di nuova energia.

Si stima infatti, che ogni anno finiscano nelle discariche di tutto il mondo, tonnellate di prodotti tessili, e che ben il 95% di questi scarti potrebbero essere riutilizzati o riciclati. I numeri aumentano se si considera la diffusione dell’abbigliamento a basso costo che ha ridotto notevolmente il ciclo di vita di un prodotto.

“Il nostro impegno in ambito eco-sostenibile si attua sia sul piano sociale sia su quello ambientale; vogliamo contribuire alla tutela dell’ambiente ed è per questo che offriamo questa nuova possibilità ” ha dichiarato Karl-Johan Persson, CEO di H&M.

 

La grande catena del fast-fashion non è nuova ad operazioni eco-sostenibili, ma nessuna delle azioni precedenti è paragonabile (per portata) a quella che avrà inizio a febbraio 2013.

L’azienda infatti, ha dato vita per la scorsa Primavera/Estate 2012 alla “Conscious Collection” realizzata in tessuti esclusivamente ecosostenibili (cotone, lana, canapa e poliestere organici e riciclati). “Consapevole” perché non solo si occupa dell’ambiente circostante, ma anche delle condizioni di lavoro dei addetti a tutta la filiera produttiva.

Per tale occasione H&M ha pubblicato un report annuale in cui elargiva vere e proprie lezioni di sostenibilità. E proprio nel Sustainability Report del 2011 ha dichiarato che entro il 2020 il 100% del cotone impiegato da H&M proverrà da fonti “più sostenibili”, nello specifico: cotone organico, riciclato e Better Cotton.

L’azienda per celebrare l’ Earth Day, ha realizzato inoltre, un video per promuovere un capo esclusivo e prodotto con cotone ecosostenibile in collaborazione con Ann-Sofie Johansson, a capo del design e Helena Helmersson che si occupa della sostenibilità aziendale.

Eco, it’s fashion!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?