SEO per E-commerce: 3 step per ottimizzare il nostro business

Come ottimizzare il nostro e-commerce per farci trovare dai clienti? Ecco le 3 aree su cui intervenire con la SEO e aumentare le vendite online!

Elena Renga

https://plus.google.com/+ElenaRenga

la seo per aumentare le vendite del nostro ecommerce

L’ottimizzazione SEO del nostro e-commerce è una mossa fondamentale per accrescerne il potenziale di business. Il successo di un portale per le vendite online dipende innanzitutto dal traffico naturale di visitatori e dalla capacità di farsi trovare dai potenziali clienti. Con una buona strategia SEO e con un pizzico di pazienza, è possibile ottenere un buon posizionamento nelle ricerche di Google e aumentare le vendite del nostro e-commerce.

Vediamo rapidamente quali sono le strategie SEO di supporto al marketing e le aree cruciali su cui intervenire:

1. SEO e struttura dell’E-commerce

Un buon posizionamento SEO inizia sempre dalle tecniche on page. L’ideale è costruire il nostro e-commerce seguendo una gerarchia che lo renda semplice da navigare, sia per i nostri clienti sia per gli spider di Google. La home page, oltre ad essere la nostra vetrina, è l’area da cui partono i link che indirizzano in senso logico i visitatori verso le aree principali del portale.

E’ consigliabile utilizzare una struttura progressiva ed iniziare con delle pagine più generiche che puntino verso sezioni mano a mano sempre più specifiche, senza esagerare con le voci del menù. Semplifichiamo ulteriormente la navigazione dei nostri visitatori, inserendo in homepage dei link strategici che puntino direttamente alle aree dell’e-commerce di maggiore interesse (es. la sezione dedicata agli sconti).

Sarà molto utile preparare anche una sitemap dell’architettura del sito per facilitare i Googlebot nella scansione del nostro e-commerce.

SEO per E-commerce: 3 step per ottimizzare il nostro business

2. Contenuti e Keywords

Gli ultimi aggiornamenti degli algoritmi di Google hanno messo in luce come la qualità dei contenuti sia fondamentale per salire di posizione nelle SERP. “Content is the king”, anche nel caso della SEO per gli e-commerce. L’impatto visivo resta fondamentale per i nostri clienti, ma non dimentichiamo di inserire anche dei contenuti esplicativi come i tag <title> e gli attributi ALT, che possano aiutare gli spider ad indicizzare meglio le immagini.

Il testo che accompagna la descrizione dei prodotti deve essere redatto tenendo presente le parole chiave utilizzate dai nostri clienti per le ricerche. Il mio consiglio è di investire un po’ di tempo nella scelta delle keywords che generano un maggiore traffico di utenti.

A questo scopo è possibile consultare due strumenti gratuiti messi a disposizione da Google: lo strumento per le parole chiave di Google Adwords e i log di ricerca dei nostri visitatori negli Analytics dell’e-commerce.

3. Reputazione

L’ultimo step riguarda le tecniche off page per dare valore al nostro e-commerce e incrementare la brand reputation. I motori di ricerca pongono grande attenzione alla reputazione: fatevi conoscere e utilizzate i contenuti di qualità per portare traffico di visitatori e link naturali all’e-commerce.

Potete utilizzare i comunicati stampa online o il social bookmarking, creare il vostro Corporate Blog per posizionarvi sul mercato ed offrire dei contenuti utili ai potenziali clienti,  iniziare un dialogo sui social network ed entrare così nelle cerchie del vostro pubblico di riferimento per scoprirne i gusti e i bisogni.

Insomma, la SEO per l’e-commerce ci spalanca le porte di un notevole business. Cosa aspettate ad iniziare?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?