10 problemi di salute comuni ai freelance

Siete o volete diventare freelance? Andiamo a scoprire i disturbi di cui stare attenti

Per molte persone, diventare freelance è un sogno che si avvera. Un traguardo da raggiungere dopo anni di fatica, di problemi con capi e colleghi e di routine noiosa e pesante. Sicuramente la messa in proprio è da vedere come un nuovo inizio, come una possibilità di riavere la propria libertà e il proprio tempo libero, ma spesso non è così.

Molti infatti vedono solo la parte positiva dell’essere dei freelance, dimenticandosi dei piccoli disagi che possono crearsi nei giorni di lavoro più intenso. Raggiungere l’equilibrio tra una piena autonomia e la creazione di un business profittevole può essere un’impresa difficile perché tutto dipende dalla forza di volontà del singolo. Cerchiamo quindi di individuare i problemi più comuni e di porvi soluzione, perché prevenire è sempre meglio che curare :) :

1. Dipendenza dalla caffeina

Appena ti alzi al mattino hai bisogno di caffè. Non può esistere giorno in cui non prepari la tua bella tazza per riuscire ad affrontare la giornata (o solo ad uscire dalla cucina :) ). Ultimamente capita che le tazze siano anche due! Per non parlare del fatto che alla fine della giornata ne hai bevute 4 o 5.

Soluzione: Prova a cambiare la misura delle tazze, avrai sempre bevuto due o tre caffè, ma in quantità nettamente minore

2. Lavorare fino a notte fonda

Lavori fino a notte fonda, magari per rispettare la deadlines, ma a lungo andare questa situazione può portare seri problemi al tuo cervello. Se capita una volta ogni tanto può anche andare bene, ma se è la norma c’è assolutamente bisogno di cambiare abitudini e di organizzarsi meglio a lungo termine.

Soluzione: Fissa la deadline un giorno prima di quella ufficiale, ti sorprenderà scoprire come questa piccola accortezza potrà darti più tempo per pensare con lucidità al tuo progetto

3. Dipendenza dal fumo

Il fumo fa male alla salute, lo sai già. Lavorando a casa non devi più sottostare alle policy dell’ufficio che impongono l’assoluto divieto di fumare nei luoghi aziendali. Ormai è dimostrato che chi lavora in casa, causa lo stess, tende a fumare molto di più.

Soluzione: Trasforma il tuo studio in una no smoking zone, o almeno impegnati a farlo. Se sei tanto impegnato in un progetto non avrai tempo per fumare e, senza nemmeno accorgertene, saranno già passate due o tre ore senza aver toccato una sigaretta.

4. La sindrome del tunnel carpale

Questo disturbo è molto comune tra chi lavora davanti ad un computer ed è un vero problema che, a lungo andare, rischia di diventare molto serio. La sindrome, causata da movimenti ripetitivi, colpisce il polso, la mano e anche le dita. Per curarla c’è bisogno di una operazione che comporta anche 6 settimane di fermo, per un freelance sarebbe la fine!

Soluzione: Interrompi ogni tanto il tuo lavoro per fare un pò di stretching. Usa una pallina anti stress per rinforzare i muscoli della mano e per diminuire l’effetto deleterio dei movimenti ripetitivi.

5. Occhi stanchi

Dopo aver passato la giornata davanti al pc è normale che gli occhi siano affaticati. Iniziano a bruciare, pizzicare e se li tocchi è la fine. Sono visibilmente rossi e possono anche causare dei mal di testa molto fastidiosi.

Soluzione: Ogni tanto fai una pausa con gli occhi chiusi, togliti gli occhiali e riposa. Puoi anche sciacquarti la faccia con acqua calda o provare con degli impacchi di camomilla tiepida.

6. Disturbi di attenzione

Devi essere sempre collegato 24/7, tra email, RSS, Twitter, Facebook e simili sei costantemente in balia di pop up, avvertimenti, annunci ecc. Per lavorare bene hai bisogno di non essere continuamente distratto, ma non puoi assolutamente rinunciare ai mezzi più importanti di comunicazione.

Soluzione: Organizzazione, durante le tue ore lavorative più importanti chiudi tutte la pagine dei social network e lascia che ti arrivino solo le notifiche essenziali, come ad esempio le mail sulla tua casella lavorativa. Dividi il lavoro in parti e, ad ogni pausa, riapri le pagine che ti servono per controllare le notifiche.

7. Mal di schiena

Dopo varie ore di lavoro inizi a cercare una posizione che non troverai mai: quella comoda! Anche le sedie più morbide non riescono a risolvere il problema del mal di schiena. Anche se decidi di essere coraggioso e di continuare, non ce la farai perché pian piano arriverà anche il mal di collo.

Soluzione: Stretching, stretching, stretching! Alzati durante le pause e cerca di fare un pò di moto, certe volte è utile conoscere qualche tecnica di rilassamento, magari tramite la respirazione, per trovare subito un pò di giovamento.

8. Cattiva postura

Avere una cattiva postura è un abitudine molto diffusa. A lungo andare può crearti grandi problemi alla spina dorsale nonchè i tipici mal di schiena tanto fastidiosi.

Soluzione: Catapultati subito a comprare una buona sedia ergonomica, è un investimento utile e necessario e già che ci sei prendi anche una scrivania, sempre ergonomica, coordinata!

9. Stress

Pesanti carichi di lavoro, deadline impossibili e notti in bianco non fanno bene a nessuno. Potrai anche dare del tuo meglio sotto stress, ma, a lungo andare, potresti rischiare di non farcela e avere seri problemi che vanno dall’insonnia alla crisi di nervi.

Soluzione: Individua i motivi del tuo stress e cerca di ragionare su come poter affrontare la situazione al meglio. Non oltrepassare mai il limite accettando una montagna di lavoro che non potrai portare a termine. Accetta meno progetti così avrai molta più freschezza per lavorarci su.

10. Obesità

Se sei sempre seduto alla tua scrivania è molto facile prendere peso. Stress, delusioni e troppo lavoro possono peggiorare la situazione, facendoti mangiare per scaricare tutta la tensione lavorativa.

Soluzione: Prendi qualche ora al giorno per andare in palestra, fare un qualsiasi sport. Anche solo 10 minuti al giorno di passeggiata, a passo veloce, possono essere utili e benefici.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?