Come trasformare la tua passione in lavoro? La parola a Giuliano Ambrosio [INTERVISTA]

Early booking fino a domenica 25 novembre: approfitta dello sconto per il Corso Online "Diventare Freelance"!

Dal 3 al 19 dicembre arriva il Ninja Corso Online in “Diventare Freelance”: 10 ore formative in compagnia di Giuliano Ambrosio, Web Creative Strategist (ovviamente Freelance), direttamente da Julius Design.

L’obiettivo del corso è quello di mettere i Freelance in condizione di massimizzare il risultato del proprio lavoro attraverso l’uso corretto ed efficace del Web e dei Social Media. Conoscere e sfruttare a proprio favore il potenziale di questi ultimi permette infatti di avere maggiori possibilità di aumentare la propria visibilità conquistando nuovi lavori e clienti.

Il percorso intrapreso insieme a Giuliano permetterà di scoprire le migliori strategie, tecniche e metodologie pratiche per intercettare clienti partendo da zero, per creare una presenza online e utilizzare Internet e le strategie di Personal Branding per emergere dalla massa, ma anche di avere un occhio di riguardo per tutte le tematiche di contorno e forse più ostiche – ma non per questo meno importanti (leggi INPS e aspetti fiscali).

Trasformare potenziali competitor in alleati, iniziare partendo da zero, creare rendite passive grazie al web sono solo alcuni dei punti che verranno toccati all’interno del programma: date un’occhiata al programma completo e e assicuratevi il posto tramite il form di iscrizione sulla landing page dedicata.

Qualche domanda al nostro docente e la conversazione si è subito trasformata in ottimi spunti iniziali. Prima di perdervi nei meandri dell’intervista fatta a Giuliano, ricordatevi che entro domenica 25 novembre potete usufruire dello sconto early booking, acquistando il corso a 199 € (anziché 249 €).

Pronti a diventare boss di voi stessi?

Giuliano Ambrosio

Ciao Julius! Cosa devono aspettarsi i partecipanti dal Corso Online in Diventare Freelance?

J: Durante il Corso Online cercherò di condividere alcune riflessioni e nozioni per intraprendere la carriera da Freelance. Quando mi sono trovato a decidere di passare da lavoro Dipendente a Freelance avevo molti dubbi, molte perplessità e non riuscivo a trovare in nessuno quella “Guida” a cui poter chiedere consigli o semplicemente con cui confrontarmi su alcune paure tipiche di questo mondo.

Spero che durante queste 10 ore, grazie alla mia esperienza (successi, insuccessi ed esperimenti), io possa essere la vostra “Guida” e mostrarvi come organizzare il vostro tempo ma soprattutto cambiare mentalità ed entrare col piede giusto nel mondo Freelance.

Essere Freelance oggi non significa solo essere capi di se stessi, non avere più orari e lavorare in pigiama. Tutte queste cose possono essere “divertenti” all’inizio, ma molto facilmente possono trasformarsi nella nostra rovina. Mostrerò come emergere dalla massa mostrando il proprio talento e ingaggiando potenziali brand con attività e tecniche non convenzionali.

In conclusione, non aspettatevi un semplice Corso Online: spero sarete attivi durante le mie riflessioni e condivisioni per creare ed integrare anche le vostre necessità primarie.

Puoi darci qualche anticipazione rispetto alle case history che verranno trattate?

J: Le maggiori case history riguarderanno proprio me in prima persona. Penso che alcuni aneddoti, successi e soprattutto insuccessi possano far capire a molti che essere Freelance non è un gioco: è necessario avere talento e saper gestire la propria persona e reputazione. Cercherò inoltre di presentarvi altri Freelance: vedremo come gestiscono la loro attività sul web e scopriremo insieme cosa c’è dietro le quinte. Mi piacerebbe molto anche creare dei casi studio real-time durante i momenti dedicati al Question Time. Avrò il piacere, per chi lo vorrà, di mostrarvi i vostri punti deboli per trasformarli in punti di forza.

Con questa crisi che aleggia nell’aria, cosa spinge un Lavoratore Dipendente a diventare Freelance?

J: Spesso è proprio la crisi ad obbligare una persona a diventare Freelance e intraprendere questa strada, a volte tortuosa e piena di insidie. Oltre la crisi, ci possono essere diverse motivazioni come l’ambizione personale a creare qualcosa di proprio ed emergere con una propria idea e filosofia di professionalità. Inoltre conosco molti freelance che, a causa di poca motivazione in azienda, decidono di fare il grande passo, mostrando a loro stessi di essere qualcosa di più che un semplice ingranaggio di una grande macchina. Spesso vediamo la crisi come uno svantaggio; nei maggior casi lo è, ma dobbiamo anche seguirne i vantaggi, come ad esempio l’aumento da parte dei Big e Agenzie di esternalizzare il lavoro e ingaggiare Freelance, una tendenza davvero in grande crescita.

Le tre regole d’oro del perfetto Freelance?

J: Sono tante “le regole non scritte” di un perfetto Freelance. Se dovessi selezionare le tre migliori sarebbero le seguenti:

1. Avere Passione

Questa è la mia regola chiave: aver trasformato la mia passione del Web, Design e  Social Media nel lavoro attuale è una carica infinita che offre motivazioni ogni giorno. Se siamo Freelance, saremo noi a decidere il nostro lavoro. Perché non provare quindi a seguire una determinata passione per aumentare le nostre esperienze? Se ti piace organizzare Eventi e diventi Freelance, non fare la Web Designer Freelance, ma magari il campo “Planner” potrebbe essere per te quello vincente e più adatto. Individuare la propria passione e trasformarla in lavoro è una regola efficace e molto producente sotto ogni aspetto.

2. Avere senso di Imprenditorialità

Se siamo Freelance, siamo noi tramite Brand, Comunicazione, Presenza Online, a rappresentare noi stessi. Siamo Brand di noi stessi e, come tali, dobbiamo avere un senso di imprenditorialità, ovvero non fossilizzarci ma rimanere attivi, seguire le tendenze e innovare. Solo in questo modo potremo essere attivi e sempre interessanti sul mercato.

3. Saper gestire se stessi e gli altri

Sembra banale ma saper gestire noi stessi, e quindi la nostra carriera, è uno degli aspetti chiave per il successo di un Freelance. Se sapremo gestire la nostra figura proefssionale, in automatico avremo la giusta mentalità per gestire clienti in momenti di crisi o collaboratori durante la creazione e coordinamento di un team. Il Freelance ha diverse attività che vanno fuori dalle proprie competenze native, come la parte burocratica, il fisco, la gestione clienti (che all’inizio probabilmente erano gestite da altre figure professionali). In questo caso, da Freelance siamo noi a presentare la nostra identità di professionista e tutto quello che ne compete dalla A alla Z.

E il miglior consiglio per un freelance agli esordi?

J: Dire che diventare Freelance è un gioco da ragazzi è sbagliato: quella del Freelancing è una strada piena di insidie, sacrifici ma anche di tante soddisfazioni. Diventare Freelance non è per tutti, ma solo per quelle persone che hanno i requisiti per gestire le diverse attività che dovranno compiere per i propri clienti.

Uno dei consigli che voglio condividere è quello di mostrare il proprio talento senza aspettare che siano gli altri a bussare alla vostra porta. Sperimentate, documentatevi e utilizzate sito web, blog, social media. Una volta costruita la vostra identità professionale, mostrate con case history sperimentali e vostre visioni ciò che sapete davvero fare.

•••

E se questo è solo l’assaggio, non dimenticate di iscrivervi entro e non oltre domenica 25 novembre per usufruire dello sconto early booking!

Programma completo e form di iscrizione li trovate QUI.

Knowledge for change. Be Ninja!

Diventare Freelance