Startup Weekend da Londra a Verona: la sfida diventa globale [EVENTO]

Global Startup Battle coinvolge i vincitori delle 130 edizioni locali di Startup Weekend che si svolgono tra il 9 e il 18 Novembre

Dopo tante edizioni nazionali, tra cui molteplici in Italia (dalla prima di Venezia nel 2007, a quelle più recenti di Catania, Torino, Bari e Brescia), ora lo Startup Weekend diventa una sfida globale.

Con la Global Startup Battle i team vincitori degli STW locali che si svolgono nei weekend del 9 e del 16 novembre si sfideranno per vincere viaggi VIP a Rio De Janeiro e San Francisco, nonchè premi in denaro per servizi legali, di design e cloud. Il format prevede che i vincitori degli SUW inviino un video di 90 secondi e 15 parole di descrizione per presentare la loro idea che sarà poi votata dagli utenti di Facebook e da una giuria di 15 esperti.

Nel primo weekend l’Inghilterra ha raggiunto il primato europeo, con 5 SUW organizzati in contemporanea a Londra, Manchester, Sheffield, Southampton e Cambridge. Per l’occasione il governo inglese ha messo a disposizione un set di open data reperibili da data.gov.uk, import.io e Open Knowledge Foundation. I partecipanti hanno avuto l’opportunità di usare i dati per creare applicazioni derivati dall’utilizzo di dati pubblici.

L’edizione più gettonata sì è svolta a Londra, nella sede del The Telegraph e ha avuto come ospite d’eccezione il sindaco della città, Boris Johnson, segnale del riconoscimento che questi eventi stanno ricevendo anche dalle istituzioni pubbliche come motori dell’innovazione e della crescita economica.

A vincere lo SUW Londra è stata SmartWard, un’app che consente di digitalizzare le cartelle cliniche rendendo così maggiormente efficiente il lavoro all’interno degli ospedali. L’idea è stata proposta dalla dottoressa Michelle Teo che, durante la sua quotidianità lavorativa, ha identificato un grave problema nella gestione delle urgenze e ha per questo pensato ad un’app che possa migliorare la comunicazione tra medici e infermieri, ridurre l’informazione veicolata su carta e quindi minimizzare il rischio di errore umano, potenzialmente fatale per i pazienti.

Nel team anche un italiano, Jacopo Marcantonio, che, dopo una precedente esperienza come UX Designer a New York, si è trasferito in pianta stabile a Londra.



Questa dunque l’idea che rappresenterà la capitale inglese nella Global Startup Battle. Chi rappresenterà invece l’Italia lo si deciderà domenica prossima allo Startup Weekend Verona, l’unica edizione italiana della sfida globale del 2012.



Startup Weekend Verona, organizzato da Simone Santagata, Alessandro Di Tecco e Walter Franchetti, avrà coach da tutt’Italia, tra cui:

  • Marco Benatti Ceo di FullSIX e fondatore di Virgilio, il primo portale italiano;
  • Alberto Todeschini direttore marketing di Mediamond;
  • Pierluigi Casolari co-fondatore di StartupMarketing;
  • Francesco Ferrazzino stratega digitale di Heppni e Ceo di Uwar;
  • Enrico Pandian fondatore di ReCommerce.it e PrezziPazzi;
  • Giuliano Ambrosio, meglio noto come JuliusDesign, popolarissimo webdesigner, blogger e formatore;
  • Pier Mattia Avesani, brillante giovane imprenditore, ideatore di Uqido;
  • Andrea Trento, esperto di mobile development, CEO and Lead Developer in Freakpod;
  • Tiziano Tassi, esperto di digital marketing, Co-founder & CEO di Caffeina;
  • Luca Mascaro, esperto di UX design, Founder and User Experience Architect presso Sketchin.
  • Luca Cornali, CEO e co-founder Reputeka Inc.

Se volete tentare anche voi di partecipare alla sfida globale, cogliete dunque l’occasione il prossimo weekend!