Microsoft Windows 8: benvenuti nella generazione touch

Windows 8: pro e contro del nuovo sistema operativo della casa di Redmond

Microsoft Windows 8: benvenuti nella generazione touch

Lo scorso 25 ottobre siamo stati all’anteprima ufficiale di Windows8 –  il nuovo sistema operativo targato Microsoft.
All’evento, abbiamo avuto modo di provare da vicino  l’OS e una serie di device pensati per offrire una esperienza in grado di sfruttare le specificità di un software che non possiamo non dire interessante.

Microsoft Windows 8: benvenuti nella generazione touch

Clicca per ingrandire

Windows 8 ci ha favorevolmente impressionato per:

  1. interfaccia (Metro):  già ampiamente anticipata da beta programma, dashboard di Xbox 360 e smartphone. Scomparso il tasto Start, tutto è a portata di scroll e pienamente personalizzabile con la gestione di setting,  menù di sistema e dei programmi accessibili dalla dashboard a “cassetto” sempre sulla destra.
  2. prestazioni: avvio e spegnimento – su macchine non dotate di SSD – davvero rapidi; fluidità su device relativamente “modesti” e qualche tocco di classe – non del tutto “nuovo” – come la picture-password e il sistema di login unificato che permette di portarsi dietro su più macchine (se equipaggiate con Windows 8)  file e impostazioni – grazie a Skydrive, il cloud-storage locker di Microsoft e alla sinergia con il nuovo Office 2013Office 365  e l’immancabile Internet Explorer arrivato alla versione 10.
  3. integrazione con Bing e  social network.

Microsoft Windows 8: benvenuti nella generazione touch

Con un buon numero di applicazioni sul nuovo store  –  seppur lontano dai fasti dell’App Store e Google Play – Microsoft accoglie sulla propria piattaforma partner del calibro di Telecom Italia (Cubovision), Mediaset (TGCOM 24), Banzai e 01 Tribe (Giallo Zafferano), MusiXmatch, Gambero Rosso, Coming Soon, Mediaworld, Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore e Rai.TV. 

Mentre su Windows RT (versione di Windows8 per device mobile basati su processori ARM) lo store sarà l’unico punto di accesso per installare software terze parti secondo il programma dev della casa di Redmond, su desktop/laptop sarà ancora possibile installare software autonomamente. A completare il quadro ecco Microsoft Ads che offre ai partner l’opportunità di raggiungere direttamente il proprio traget di utenti con ads-stories integrate nelle Bing app, Xbox dashboard (già disponibile) e app terze parti.

Microsoft Windows 8: benvenuti nella generazione touch

Difetti di calibrazione a parte – touch non responsivo, capricci dell’OS – Windows 8 si presenta meno interessante  in modalità desktop: qui le gesture tattili lasciano posto al mouse per un salto nel passato verso un Windows 7 di cui chiaramente eredità i tratti. Anche perché, benché usabile anche via mouse, c’è da dire che l’interfaccia Metro perde la sua vocazione passando al punta-e-clicca che di fatto reclama una interfaccia più tradizionale.

Proprio a causa di questo stato di continua ibridazione,  il sistema  dimostra di dover guadagnare una certa maturità. Parafrasando Tim Cook,  è un sistema dalla doppia vocazione che non si accontenta di una identità definita. Stessa inclinazione che si riscontra nei device hardware messi a disposizione durante l’evento (Sony Vaio, HP , Samsung Serie 5 e 9, Asus, Toshiba): estetica a parte, laptop ibridi con keyboard sganciabili o a slittamento, laptop dal doppio schermo, laptop standard con uno scomodo schermo touch riflettono una certa incertezza identitaria in cui la ricerca forzata dell’ innovazione non fa sempre il palio con la semplicità d’uso.

Grande assente dell’evento, il tablet Surface che pare non arriverà – così presto – in Italia. Quindi, niente code davanti ai negozi come nel resto del mondo per noi italiani.

Microsoft Windows 8: benvenuti nella generazione touch

Sugli scaffali – digitali e non – dal 26 ottobre,  Windows 8  è disponibile per i possessori di PC con sistema operativo Windows XP, Windows Vista o Windows 7 al prezzo di 59,99€ (upgrade via DVD), oppure scaricando la versione online all’indirizzo windows.it al prezzo di 29,99 € – politica di prezzi interessanti rispetto al passato.

Tutti gli utenti che hanno invece acquistato un  PC Windows 7 tra il 2 giugno 2012 e il 31 gennaio 2013 potranno usufruire della Windows Upgrade Offer, effettuando l’aggiornamento a Windows 8 Pro al prezzo di 14,99 € all’indirizzo www.windowsupgradeoffer.com.

Per ulteriori informazioni su Windows 8 e Windows RT è possibile visitare il sito http://blogs.windows.com oppure www.windows.it.

E voi? Avete già provato Windows 8? Che ne pensate?