Facebook spia i nostri messaggi privati?

Un nuovo caso anti-privacy per Facebook?

Ancora una volta i messaggi privati di Facebook sono nell’occhio del ciclone. Ricordate il recente problema dei bug? Ora ci risiamo, qualcos’altro sarebbe ‘venuto a galla’.

Come riporta un articolo su Digital Trends, Facebook monitorerebbe infatti i messaggi privati degli utenti. Per poter individuare più efficacemente i gusti e le passioni degli stessi user, Facebook terrebbe d’occhio anche le menzioni di brand per riuscire a segmentare meglio l’audience e a creare/indirizzare pubblicità mirate.

L’ ‘ascolto’ dei messaggi privati non è del tutto una cosa nuova, anche Google in passato (tuttora?) lo faceva.

Ma, nel caso di Facebook, c’è dell’altro: vi siete mai accorti che se ad esempio inviate un link di un articolo a un vostro amico con un messaggio in privato, quell’articolo guadagna un like? Proprio così: nel conteggio finiscono anche gli share e il copia-incolla dell’URL. Leggiamo le parole di un membro dello staff di Facebook:

“Nella maniera più assoluta nessuna informazione privata è stata esposta. Ogni volta che una persona condivide un URL su Facebook, anche attraverso i messaggi, aumenta il numero degli share indicato nei plugin di un sito. Il nostro sistema conta anche gli URL condivisi per fornire dati più accurati e per assicurarsi che i messaggi non siano spam.”

Secondo alcuni, però, l’aumento del conteggio dei like funziona anche per le brand page: linkando una fanpage in un messaggio privato, quella pagina acquista fan. Esistono in rete anche dei video-dimostrazione di quanto detto, ma facendo alcuni test e linkando una fan page, questa non acquista nulla.

A quanto detto prima, lo staff ha aggiunto:

“Ad esser precisi, questo succede solo per i plugin social di Facebook e non riguarda i like alle pagine.”

Per concludere, pensiamo che sia piuttosto giusto contare tra gli share anche la condivisione di URL nei messaggi privati, in quanto si tratta pur sempre di condivisione. Perché non prenderla in considerazione? Non crediamo inoltre che all’interno di Facebook ci siano persone che passano il tempo a spiare approfonditamente i messaggi privati: molto più probabile invece – e altrettanto gravelo scan alla ricerca di mention e like, per motivi commerciali e di business.

E voi, cosa ne pensate?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?