Tutti i nuovi tool di social gifting, tra tendenze e opportunità per le aziende

Tutte le novità del social gifting: tool, piattaforme e segreti del nuovo shopping trend!

Vi è mai capitato di guardare le vetrine di un negozio della grande distribuzione, innamorarvi di una t-shirt che farebbe impazzire una vostra amica che però – peccato, o beata lei! – abita a Londra? Cosa fare? Comprare la maglietta, prendere un aereo  e bussare alla sua porta di casa? Ma no, c’è ‘chi’ lo fa per voi: stiamo parlando del social gifting!

Che cos’è il social gifting?

Da tempo esistono piattaforme di servizi online che permettono alle persone di inviare regali in ogni parte del mondo. Il social gifting è molto semplice: un singolo (o un gruppo) utente può inviare qualcosa a un amico in maniera free (gratuitamente) o a pagamento attraverso i siti social. Stiamo parlando però di regali reali e non (solo) di gift card o premi.

L’uso del ‘regalo sociale’ non è nuovo: Facebook già da tempo utilizza proprio i regali per fidelizzare gli utenti ad alle sue applicazioni. Tuttavia, la pratica del social gifting sta diventando un vero e proprio fenomeno. I cool hunter lo identificano come la nuova tendenza dell’e-commerce!

Con siti come Groupon e Let’s Bonus! si è in effetti dato il via al social commerce, che consiste nel mettere l’utente acquirente al centro del processo di vendita, attraverso la condivisione della propria esperienza d’acquisto con altri.

Ma presto in molti hanno compreso che di ‘social’ questi siti hanno probabilmente poco. I processi 2.0 avvengono ‘al di fuori’ di queste piattaforme e del controllo di chi le gestisce, andandosi effettivamente a posizionare sui social network. Da qui l’intuizione di alcuni di partire proprio da questi per una rivoluzione del servizio.

Ci sono due macro-tipologie di approccio al social gifting:

  • l’utente invita gli amici a contribuire all’acquisto del regalo desiderato: si sfrutta così la propria rete sociale per ottenere ciò che si vuole
  • l’utente utilizza la piattaforma social (nella maggior parte dei casi Facebook… ma non solo) per inviare un regalo virtuale o reale ad un amico: in questo caso si utilizza i social media come mezzo per raggiungere un amico distante o sfrutta l’impulso momentaneo all’acquisto per un’altra persona.

I 3 attori in gioco nella ‘partita’ del social gifting

Consumatori

Per l’utente-consumatore che si tratti di gifting casuale (un utente invia sconti o regali casualmente) o significativo (il regalo da parte di un amico) non importa, il contatto friend-to-friend avverrà ugualmente. Il regalo è solo valore aggiunto!

Reitaler

I retailer stanno sfruttando al meglio questo megatrend dell’incrocio fra social gifting, mobile e social network. Le applicazioni di social gifting infatti generano traffico verso i loro store e brand e, inoltre, questo viene creato da un passaparola genuinamente friend-to-friend che non viene assolutamente forzato ad esistere.

Piattaforme

Si può trattare di un social network (Facebook o Twitter) o di una mobile app. Fornisce all’utente la lista contatti ai quale inviare i regali ed il mezzo attraverso cui avviene l’azione.

L’attività di social gifting risulta a volte essere molto più efficare rispetto alla vendita nei negozi reali, soprattutto per i più giovani, in quanto permette ai brand di non ‘svanire’ tra le centinaia di marchi che prestano la loro immagine a questi servizi, ma al contrario di mantenere la loro unicità ed originalità.

Questi possono tradursi in benefits per i brand che sfrutteranno il fenomeno:

  • maggiore engagement con i propri clienti: gli utenti amano i regali :-)
  • acquisizione di nuovi consumer: la condivisione e la partecipazione sono fondamentali per tale azione
  • abbattimento dei costi: il word-of-mouth (gratuito) sostituisce in parte le logiche promozionali a pagamento

Alcuni tool di social gifting

Facebook ci ricorda ogni giorno il compleanno di qualche amico, vicino o lontano. Automaticamente scriviamo un messaggio d’auguri che postiamo poi sulla sua bacheca. Quello non sarà che uno dei tanti che riceverà in questo giorno speciale. Perché non fargli un regalo, invece? Oggi Facebook ed altre applicazioni vi aiutano a far diventare un semplice short message in qualcosa di speciale! Vediamo come, visto che esistono diversi tool di social gifting a disposizione!

  • Alcuni di questi servizi vi permettono di mettere la cifra che avete deciso insieme alle quote di altri utenti, per acquistare un regalo magari migliore e nettamente più costoso di quello che avreste acquistato da soli.  Si potrà così dire addio alle vecchie mail e telefonate per servivano ad amici e parenti per coordinarne l’acquisto!
  • Altri permettono semplicemente di spedire ad un amico un regalo reale (se decide di farlo diventare tale) in maniera gratuita o a pagamento, dando la possibilità all’utente che lo riceve il regalo di accettarlo o cambiarlo con qualcos’altro, in modo tale da evitare regali poco graditi!

#1 SocialGift.com

E’ il compleanno di un amico e non vi accontentate di un semplice augurio? Socialgift.com fa esattamente ciò che vi serve: con pochi passi create un account, scegliete il vostro regalo ed invitate gli amici a partecipare! Potete controllare la cifra raggiunta e se manca ancora qualche soldino, ditelo ad altri amici ed il gioco è fatto!  SocialGift, inoltre, vi dà anche la possibilità di interagire con chi avete invitato. Potrete ottenere così un present più grande, più bello e più significativo che rappresenterà tutti quelli che hanno contribuito all’acquisto: “It’s not just a gift, it’s a social gift”.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=rSurExcnf4s’]

#2 Wrapp

Wrapp è un’app di social gifting che gira su smartphone, tablet, pc. Permette agli utenti di Facebook – attraverso il loro profilo – di acquistare singolarmente (o collettivamente) un regalo per un amico, primo fra tutti un buono da 5 dollari da inviare a chiunque vogliate! Con oltre 20omila utenti registrati e oltre 50 catene della grande distribuzione che lo utilizzano, Wrapp piace alle aziende perchè abbatte i costi di promozione e i clienti, se soddisfatti, ritornano più volte. Secondo Rend Hoffman – co-founder di Linkedln – la piattaforma rappresenta il perfetto incontro tra tre entità: le gift card, i social network e il mondo mobile e diventerà nel prossimo futuro un esempio davvero interessante nel panorama del social gifting.

La start-up svedese ha già lanciato infatti la sua attività negli Usa e in altri paesi europei, attirando i finanziamenti del calibro di Starbucks e Best Buy. La famosa catena di caffetterie infatti prevede che i suoi introiti subiranno un balzo del 20% derivanti dalle sole attività di social gifting. Presto potremo vederlo in azione anche in Italia.

#3 Facebook Gift

Da quando il social gifting si sta affermando come nuovo social trend, anche Facebook ha voluto dire la sua in proposito. Come? Prima attraverso l’acquisto della start-up Karma nel maggio 2012 – Karma è un’applicazione mobile per il social gifting – e poi attraverso il lancio di Facebook Gift. Il colosso dei social network sta ovviamente già stringendo accordi commerciali con i più famosi brand – come Sephora e H&M – e realizzando un’app mobile.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=202-k33Qzno’]

Ma come funziona? Come già scritto, Facebook ci ricorda quotidianamente i compleanni e gli eventi importanti dei nostri amici. Se a questo aggiungiamo che la maggior parte delle applicazioni sul social network per aumentare la loro visibilità e l’engagement dei propri utenti utilizzano regali con impliciti inviti all’utilizzo e che questi vengono inviati ogni giorno sulle bacheche di milioni di utenti, otteniamo la formula magica di Facebook Gift!

Un utente potrà inviare un regalo reale ad un amico registrato su Facebook attraverso l’applicazione. Il Gift apparirà sulla bacheca del vostro amico, accompagnato da uno short message. In pochi e semplici passi l’utente che riceve il regalo sarà in grado di scegliere colore, taglia o cambiare completamente articolo, o addirittura rifiutare il regalo. Il Gift apparirà sulla bacheca del vostro amico, accompagnato dallo short message.

Il servizio non è ancora disponibile in Italia, ma lo sarà a breve. Gift è importante per 3 motivi:

  • è uno dei primi passi di Facebook verso il social commerce;
  • considerabile come un grande ritorno economico per il social stesso e per le aziende coinvolte nel progetto;
  • apre la strada a Facebook nel mondo del mobile per un uso più massiccio delle sue applicazioni.

# 4 Giftee

Giftee è la risposta giapponese alle applicazioni americane ed europee di social gifting. “Send a small thank you” recita il claim del servizio online che permette di inviare un piccolo regalo di ringraziamento tramite Twitter. E’ possibile scegliere tra buoni per gelati, the e altri piccoli pensieri che il sito mette a disposizione degli utenti – ai vostri amici.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=wIL-N_pVq8c’]

Ninja, avete provato uno di questi servizi? Ma soprattutto acquistereste in questo modo il prossimo regalo per vostra suocera? :)

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?