Hey (St.) Jude, dai Beatles alla raccolta fondi per la ricerca [VIDEO]

Ecco come fare comunicazione sociale con dispositivi leggeri ed efficaci.

Grande classico della musica, ritornato sotto i riflettori negli ultimi mesi per essere stata eseguita da Sir McCartney alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi. “Hey Jude” è uno dei brani più famosi dei Beatles, preso in prestito dal St. Jude Children’s Cancer Research Hospital di Memphis per la sua campagna di raccolta fondi.

Marlo Thomas, figlia del famoso fondatore del centro medico, Danny Thomas, su Huffington Post racconta l’intuizione del fratello in occasione del 50esimo anniversario del St. Jude: perché non portare lo spirito eterno e la melodia contagiosa di quella memorabile canzone all”altro Jude’ che noi amiamo così tanto?

Ecco allora nascere il progetto che ha coinvolto numerosi personaggi dello spettacolo ma soprattutto i bambini ricoverato e il personale della struttura che da anni porta avanti un’intensa attività di ricerca contro le malattie infantili.

Il video alla fine è venuto fuori proprio come me lo ero immaginato. Ma la cosa più importante è quello che abbiamo ottenuto: adesso, chiunque canticchi o senta “Hey Jude” penserà anche al St. Jude. Non c’è davvero di meglio!

E’ quanto dichiarato da Tony Thomas, fratello di Marlo. E non potremmo essere più d’accordo. Potere del marketing, il marketing che ci piace :)

Sul sito ufficiale della struttura trovate tutte le info per partecipare alla raccolta fondi. Will you make it better?!