404 – Person Not Found – La pagina di errore che aiuta le ricerche dei bambini scomparsi

Un progetto dell'Unione Europea a favore dei bambini e ragazzi scomparsi

La pagina 404 Not Found è una delle pagine più antipatiche che può capitarci di visualizzare on line, il vero e proprio nemico numero uno delle nostre ricerche.  Ma è anche uno spazio utile, il più delle volte vuoto, che può essere trasformato in un messaggio importante e socialmente utile. L’Unione Europea, consapevole di tale potenzialità, ha dato vita a un progetto chiamato proprio Not Found, che vede protagoniste le famigerate pagine 404, e rivolto alla ricerca dei bambini scomparsi.

Insieme a Child Focus e Missing Children Europe infatti è stata creata un’app che, una volta installata in un sito, personalizzerà automaticamente le pagine di errore inserendo il messaggio “Page not found, neither is…” in cui di volta in volta comparirà il nome e la foto di un bambino scomparso.

Missing Children Europe è la European Federation for Missing and Sexually Exploited Children e rappresenta 28 Organizzazioni Non Governative attive in 19 Stati membri della Comunità Europea più la Svizzera. Ognuna di queste organizzazioni lavora per la ricerca di bambini scomparsi o abusati sessualmente e in particolar modo per la prevenzione di questi crimini.

Chilfocus è il nome della Foundation for Missing and Sexually Exploited Children, fondazione dedita al ritrovamento e al recupero di bambini e ragazzi scomparsi, rapiti o sessualmente sfruttati, attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Per prendere parte al progetto e dare una mano virtuale alla ricerca dei bambini scomparsi basta installare l’app nel proprio sito o diffondere il progetto invitando i gestori di siti web a fare lo stesso. Al momento il contatore di NotFound.org elenca 938 siti che hanno trasformato le loro 404 Error page in manifesti virtuali. Per gli indecisi, ecco il video  che spiega perché partecipare al progetto e fare la differenza tra trovare o perdere i ragazzi scomparsi.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Anna Sergio

Laureata in Lingue orientali a Napoli, "specializzata" in Marketing a Roma, vive con il cuore a Londra e la testa in Giappone. Blogger, appassionata di libri, musica e ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kiku .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it