Social Media Week a Torino: si parla anche di innovazione e business

Dal 24 al 28 settembre una settimana di panel, workshop, conference ed eventi completamente gratuiti per parlare di social media.


Anche quest’anno torna la Social Media Week in Italia. Dopo le edizioni di Roma e Milano, nel 2012 è la volta di Torino.

Il capoluogo piemontese è una delle 15 città (assieme a Barcellona, Berlino, Bogotà, Chicago, Doha, Glasgow, Hong Kong, Jeddah, Londra, Los Angeles, San Paolo, Seoul, Shanghai e Vancouver) che dal 24 al 28 settembre ospiterà la manifestazione.
L’edizione torinese della Social Media Week è organizzata da Dunter, in collaborazione con Codice. Idee per la Cultura ed ha in programma una serie di panel, workshop, conference ed eventi completamente gratuiti su topic di differente tipo, sotto il grande cappello dei social media.

Il tema del 2012 è “Empowering Change through Collaboration – Dare forza al cambiamento attraverso la collaborazione”. Alla base di questa scelta vi è la consapevolezza che i social media sono uno degli strumenti principali del cambiamento non solo delle regole e dei processi produttivi, ma anche e soprattutto di quelli decisionali e afferiscono al processo di creazione di una nuova opinione pubblica e una nuova “identità” globale, più consapevole e attiva.



L’obiettivo è dunque creare un dialogo tra istituzioni (politiche ed economiche) e cittadini, non solo offline, ma anche online. Per questo sono stati coinvolti nella Social Media Week personaggi noti della rete che lanceranno “tweet” di augurio e provocazione relativi al tema della giornata, ovvero:

      Lunedì 24: Society / #PARTECIPARE: società, beni pubblici e nuovi metodi di partecipazione
      Martedì 25: Tech, idee, innovazione / #INNOVARE: le frontiere dell’innovazione
      Mercoledì 26: A real new economy / #PRODURRE: fare impresa con i social media (industry, market, professioni, ADV)
      Giovedì 27: Culture, media, creatività / #CREARE: la produzione culturale, i suoi luoghi, education
      Venerdì 28: Il turismo / #VIAGGIARE: turismo, promozione e valorizzazione delle emergenze locali

Tech, idee, innovazione

Martedì 25 alla Social Media Week si darà dunque la parola all’innovazione: quella che esce dai laboratori, dagli incubatori e dalle start-up e diventa società ed economia; idee e inventori italiani che collezionano successi e si aprono a nuove sfide grazie alle tecnologie legate al mondo dei social media.

I social media sono entrati nel mondo dell’economia creando nuove prospettive sia per quanto riguarda la brand promotion sia per quanto riguarda la proposta di nuovi servizi e il feedback diretto con gli utenti: un’evoluzione del rapporto con i consumer che richiede nuove energie, nuove strategie e soprattutto nuove professionalità.

Non solo startup digitali alla Social Media Week però: si affronterà la “cultura del fare” in ambiti in cui, grazie ai nuovi media, la partecipazione ha creato e crea contesti applicativi nuovi, partendo dalla buone pratiche e da incontri con chi, cavalcando per tempo l’onda positiva dell’innovazione, ha maturato competenze e esperienze condivisibili.

I personaggi noti che animeranno questa giornata sono @pandemia, ovvero Luca Conti, giornalista freelance (Il Sole 24 Ore) e consulente di social media marketing; @mirkopallera, ovvero Mirko Pallera, founder di Ninja Markerting, e @dottavi, ovvero Alberto D’Ottavi: giornalista (Forbes.com), blogger, docente presso la Nuova Accademia di Belle Arti, consulente freelance di Digital Strategy.

A real new economy

Mercoledì 26 invece si parlerà di argomenti di grande attualità che interessano anche i non addetti ai lavori: come cambia il mondo dell’economia grazie ai social media e come i social media possono aiutare l’economia in un mondo che vive una delle più grandi crisi economiche e finanziarie dell’era moderna.

Alla Social Media Week si indagherà come la rivoluzione digitale stia impattando sull’economia reale nei suoi gangli fondamentali – produzione e comunicazione – e come il ruolo del singolo possa divenire sempre più profondo, giungendo a permeare parte del processo produttivo e di comunicazione.

Ad animare questa giornata saranno @lucadebiase, giornalista, editorialista
@fabiolalli, esperto di social media, fondatore di Indigeni digitali.

Le iscrizioni alla Social Media Week sono aperte

Per approfondire, consultante il programma sul sito, dove potrete anche iscrivervi. E non dimenticatevi di seguire tutte le discussioni online grazie all’hashtag #smw12.