AppCampus supporta lo sviluppo di app per Windows Phone [TREND]

Intervista a Paolo Borella, direttore del programma promosso da Nokia e Microsoft e gestito dall'università finlandese Aalto University

C’è un nuovo mercato emergente, di particolare interesse per tutti gli startupper che lavorano nell’ambito del mobile. E’ quello delle app per Windows Mobile.

Dall’alleanza Nokia – Microsoft, di cui si è diffusamente parlato nel nostro blog, è emerso un terzo polo dell’interattività mobile, che si affianca ai grandi colossi iOS e Android. Trattandosi di un nuovo mercato, la sfida è quella di riuscire a sviluppare applicazioni che, piuttosto che configurarsi come un semplice porting, sappiano sfruttare tutte le potenzialità innovative di Windows Phone.

Per stimolare questo processo, le due grandi aziende hanno datto vita ad AppCampus un programma di sostegno allo sviluppo di applicazioni per l’ecosistema Windows Mobile. Ho così intervistato Paolo Borella, Coach nel programma di accelerazione finlandese Startup Sauna, e direttore del programma gestito dall’università finalndese Aalto University.

Com’è nato AppCampus?

“AppCampus è un programma gestito dalla finlandese Aalto University e ha l’obiettivo di stimolare la creazione di applicazioni e di ditte che possano creare innovazione, ricerca e imprenditorialità attorno all’ecosistema Windows Mobile.”

“La Finlandia è un hub per il mobile development, non solo come risultati ma anche come efficienza nella produzione, ricerca e innovazione.
In questo contesto da tempo Microsoft e Nokia stanno lavorando assieme per sviluppare un ecosistema attorno a Windows Phone.

Entrambi hanno investito 9 milioni di Euro a cui si aggiunge Aalto University che ha contribuito con altri 3 milioni di Euro in termini di facility e competenze. Quindi abbiamo 18 milioni di Euro per finanziare sia coloro che già sviluppano per Windows Mobile, per aiutarli a fare passi in avanti, sia coloro che ancora non sviluppano per Windows Mobile per aiutarli ad avvicinarsi a queste nuove opportunità ed utilizzarle per creare prodotti veramente innovativi e di qualità.”

Come offre il programma?

“I nostri servizi supportano il team prima, durante e dopo lo sviluppo. Innanzitutto il programma mette a disposizione degli award che vanno dai 20 ai 70 mila Euro. Vengono dati 20 mila Euro per coloro che sviluppano applicazioni stand alone. Il finanziamento però aumenta se c’è la necessità di sviluppare cloud activities, API, … Quindi teniamo conto del livello di innovazione e della complessità del progetto. Essendo un award non è un investimento e quindi non prendiamo equity.”

“Oltre al finanziamento, mettiamo a disposizione servizi di formazione e coaching. Abbiamo un portafoglio di attività che vanno da lecture con uno speaker a programmi di accelerazione finalizzati allo sviluppo prodotto da diversi punti di vista (architettura, design, coding…). Offriamo quindi l’aiuto necessario ad assicurare la qualità e avere un processo di software development di tipo professionale.”

“Inoltre offriamo l’opportunità (ma non l’obbligo) di trasferirsi ad Helsinki dove dall’autunno verrà messo a disposizione un ufficio di coworking space di 1.000 mq. Infine diamo l’opportunità di avere visibilità e supporto marketing nei marketplace Nokia e Microsoft.”

“L’unico vero vincolo per avere accesso a questi servizi, oltre al rispetto dei criteri di qualità, è di fare il lancio per primi per Windows Phone e di promettere l’esclusività per i primi 6 mesi. Dopo 6 mesi non abbiamo problemi se lanciano anche in altre piattaforme mobile.”

 

Come avviene il processo di selezione?

“Chiunque nel mondo più fare l’application online. Quindi avviene uno screening process di 4 settimane alla fine del quale si dà un feedback. La valutazione dipende dall’innovatività ma anche dal portfolio dei proponenti, dalla collocazione geografica e dal tipo di applicazione. Ogni settimana le più promettenti sono sottoposte allo steering board. Le proposte che ricevono l’approvazione della maggioranza dei membri vengono contattate per verificare il loro execution plan.”

“I criteri di selezione innanzitutto escludono il semplice porting. Vautiamo invece positivamente il fatto di sfruttare le potenzialità e le API sia della piattaforma sia dell’hardware. Poi diamo molta importanza all’aspetto di design e usabilità, oltre che alla qualità tecnica del prodotto. Infine preferiamo le applicazioni che, piuttosto che rivolgersi solo ad una nicchia, abbiano la potenzialità di raggiungere grandi mercati globali.”

“Un ultimo elemento rilevante è che per il momento non siamo autorizzati a supportare Windows 8 e Tablet perché non sono ancora state annunciate ufficialmente le specifiche. Quindi per chi è interessato si consiglia di proporre qualcosa Windows Phone 7 e poi eventualmente fare l’upgrade per Windows 8.”

“I progetti selezionati ricevono quindi il 30% del grant quando il prototipo passa i criteri di qualità. Il rimanente 70% è erogato quando l’applicazione è disponibile nel marketplace. Nei 6 mesi successivi viene fatto un follow up per verificare i successi in termini di volumi e revenew e, nel caso in cui si decida di collaborare, per valutare la possibilità di aiutare la commercializzazione e stimolare l’adozione da parte degli utenti.”

Il programma, che ha la durata di 3 anni, è stato lanciato ad aprile e ad oggi abbiamo ricevuto 700 submission da più di 50 nazioni. Dall’Italia abbiamo ricevuto solo 4 application. Quindi il mio messaggio vorrebbe essere questo: se c’è qualche italiano interessato, faccia l’application online!”

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?