NAB: un’azione di real-time guerrilla per premiare l'onestà

Cosa faresti se trovassi un oggetto smarrito all'interno di un centro commerciale?

Al giorno d’oggi trasmettere un valore come l’onestà non è molto semplice per una banca, è per questo che la National Australia Bank ha realizzato a Melbourne una brillante campagna dal titolo “Honesty shouldn’t go unrewarded” (traducibile come: “L’onestà dovrebbe sempre essere ricompensata” ).

L’azione è stata semplice ed intelligente: dopo aver posizionato degli oggetti smarriti all’esterno di un centro commerciale i clienti onesti, che li restituivano all’apposito banco, venivano gratificati da una serie di “sorprese” all’interno del centro.

Dopo aver effettuato la restituzione l’ignaro cliente veniva immerso in un’azione che potremmo definire di real-time guerriglia. Nel corso di una classica passeggiata al centro commerciale la “vittima” si trovava di fronte ad una svariata serie di contenuti personalizzati, con tanto di nome e foto, che ponevano la sua onesta e il suo gesto al centro dell’attenzione.

Che faccia fareste voi se vi trovaste di fronte a una serie di affissioni con il vostro volto? o ancora meglio di fronte ad un noto notiziario che parla del vostro gesto altruistico?

Beh probabilmente pensereste di essere in un altro mondo! Un mondo che riconosce e gratifica anche i gesti più semplici ma ricchi di valore, come l’onesta dimostrata nel restituire un oggetto smarrito.

Lo scopo di quest’azione di guerriglia marketing era proprio questo: far vivere all’ignaro cliente una profonda esperienza di marca e trasmettergli in maniera spontanea e naturale i suoi valori; e dalle facce dei clienti che hanno partecipato l’azione sembra essere perfettamente riuscita.

I fattori che hanno sancito il successo di questa campagna sono sostanzialmente due: porre al centro dell’attenzione il cliente e veicolare valori di marca e non prodotti. Con quest’azione la famosa banca australiana sembra dire “è questo il mondo che vorrei per i miei clienti”, e chi non vorrebbe un mondo come questo?

E voi che ne pensate? Eccovi il video virale realizzato per la campagna:

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?