FARM: il 7 e l'8 Luglio a Tufo si parla di nuove tecnologie e ruralità [EVENTO]

Ruralità ed innovazione possono convivere e ve lo dimostrano a Tufo (AV) con tanti esperti di comunicazione, artisti e giovani.

FARM: il 7 e l'8 Luglio a Tufo si parla di nuove tecnologie e ruralità [EVENTO]

Il prossimo 6, 7 e 8 Luglio si terrà a Tufo, e dapprima a Summonte (AV), FARM – Factory for Rurality, Art and Media.

FARM è un progetto-evento del GAL Partenio che mira ad esplorare modelli, strumenti e linguaggi innovativi per la valorizzazione della ricchezza culturale, produttiva ed ambientale delle aree rurali.

FARM è insieme un evento, una residenza, un laboratorio ed un film-documentario: una piattaforma articolata su diversi livelli in cui discutere, analizzare e realizzare ipotesi per ri-disegnare e comunicare secondo logiche innovative il territorio del Partenio.

FARM: il 7 e l'8 Luglio a Tufo si parla di nuove tecnologie e ruralità [EVENTO]

L’evento

Venerdì 6 luglio si terrà a Summonte la serata di presentazione del progetto nato nel 2003 e di questa sua ultima tappa di studio del territorio rurale.

Il 7 e l’8 a Tufo invece ci sarà il vero evento finale diviso in tre parti principali:

un progetto di residenza artistica con artisti internazionali e le loro opere audiovisuali rappresentanti le caratteristiche del territorio del Partenio;

tre laboratori con giovani dei paesi limitrofi, studenti  ed esperti di comunicazione e nuove tecnologie, che insieme parleranno di  ruralità, innovazione, social media e arte.

– e oltre a tutto questo un insieme di live performance sonore, degustazioni di Greco di Tufo DOCG, installazioni, conferenze e workshop vi aspettano!

FARM: il 7 e l'8 Luglio a Tufo si parla di nuove tecnologie e ruralità [EVENTO]

Una installazione di Signe Lidén

I relatori

Relatori delle due giornate saranno:

– Jo Burzynska: scrittrice, sound artist, critica enologa e editorialista di uno dei più importanti quotidiani neozelandesi, il New Zealand Herald;
Vito Campanelli è un teorico dei nuovi media che insegna all’Università degli Studi di Napoli ‘L’Orientale’;
Régine Debatty è una curatrice, critica e blogger che scrive di arte, scienza e tematiche sociali nel suo blog we-make-money-not-art.com e conduce il programma radio “A.I.L. (Artists in Laboratories)”, oltre ad essere la coautrice di “New Art/Science Affinities”;
Alex Giordano, il co-fondatore del nostro caro osservatorio, Ninja Marketing;
Alice Kim è esperta di agricoltura e delle tematiche relative alla produzione del cibo;
Daniele Pittèri è un saggista e giornalista italiano. Esperto di comunicazione, dai primi anni Ottanta si occupa di pubblicità, comunicazione strategica, industria culturale e media events;
Saverio Romeo è industrial analyst presso la Frost&Sullivan, una delle più grandi aziende di consulenza in materia di reti di telecomunicazioni a livello internazional;
Slawka G.Scarso è consulente in comunicazione enogastronomica e delle arti e docente di marketing del vino presso la LUISS Business School;
Davide Ondertoller e Sara Maino, specializzati in percorsi didattici sul rapporto tra suono e memoria e sulla geografia acustica, sono i curatori di Portobeseno, uno dei principali eventi dedicati ai paesaggi sonori in Europa;
Gino Iannace insegna Acustica Applicata e Tecnica del Controllo Ambientale presso la Facoltà di Ingegneria della Seconda Università degli Studi di Napoli.

Ma non solo esperti di comunicazione, anche artisti internazionali provenienti da: Norvegia, Corea del Sud, Nuova Zelanda e, naturalmente, Italia.

Qualche nome? Luca Aquino, Jo Burzynska, Jiyeon Kim, Signe Lidén, Roberto Paci Dalò.

Tutti uniti per darvi un’esperienza fantastica tra suono, arte e conoscenza.

L’evento è aperto a tutti, ma per avere maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale oppure scrivere a: info@interferenze.org.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?