Il dietro le quinte di un servizio fotografico firmato McDonald's

I segreti svelati da McDonald's per rendere gli scatti dei suoi panini più appetitosi

Vi siete mai chiesti perché gli hamburger fotografati nei fast food sembrano sempre più gustosi rispetto a quelli che ordinate?
Fate una prova, entrate in un McDonald’s, alzate lo sguardo verso l’insegna con le foto dei cibi che propongono, scegliete il panino che più vi attira ed ordinate. E’ lo stesso della foto? Notate delle differenze?
Non abbiate subito pensieri cattivi. Certo, forse le dimensioni sembrano diverse, gli ingredienti hanno un colore più scuro, il formaggio è colante e il panino non sembra così soffice come in foto.

Ma Hope Bagozzi, direttrice della sezione marketing di McDonald’s Canada, tiene a precisare che tutti gli ingredienti usati per scattare la foto sono veri, e non sono solo gli stessi che che troviamo nel panino, ma sono anche cucinati nello stesso modo!

McDonald’s Canada ha all’interno del proprio sito una sezione dedicata alle domande. Attraverso la campagna “Our Food. Your questions.” chiunque voglia fare una domanda riguardante il cibo dei MacDonald’s canadesi ha la possibilità di farlo, e Mcdonald’s Canada provvederà a rispondere ai vari quesiti, anche a quelli più insidiosi.

Sottolineiamo il fatto che con questo piccolo strumento, il brand non solo dialoga con i propri clienti, ma migliora la sua brand reputation, in un momento dove la trasparenza per uno dei brand americani più criticato, è sempre più importante.

Ed è proprio in questo contesto che la direttrice marketing, Hope Bagozzi, realizza un video di risposta alla domanda di una cliente di nome Isabel M. che chiede: “Perché il vostro cibo ha un aspetto diverso nella pubblicità rispetto a quello che c’è nel negozio?”

In questo video, Bagozzi non nasconde nulla del processo di food styling. Rivela i trucchi del mestiere e i leggeri ritocchi in postproduzione, ma precisa e ribadisce che Mcdonald usa esattamente gli stessi ingredienti.

Il processo che porta alla realizzazione della foto perfetta richiede diverse ore, e la più grande differenza è che gli ingredienti sono presentati deliberatamente in modo ben visibile.

Ogni singolo elemento, viene posizionato dal food stylist e dal fotografo in modo gradevole e delizioso. Dopo i vari scatti si passa alla post-produzione, il panino deve necessariamente ricorrere al “chirurgo estetico”.

Si eliminano alcune macchie, delle piccole imperfezioni e delle sbavature. Qui i benpensanti forse storceranno il naso, ma qualche ritocchino è necessario, stiamo comunque parlando di pubblicità!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?