5 consigli per startup: come partire col piede giusto

Talento e determinazione non bastano per raggiungere il successo: ecco qualche consiglio utile per gli startupper



Ogni giorno nascono promettenti e innovative startup, la maggior parte, però, è destinata a fallire.  Talento e determinazione purtroppo non bastano per raggiungere il successo: una buona idea, infatti,  è inutile senza un’ottima realizzazione.

Vediamo insieme qualche consiglio utile per partire con il piede giusto e aumentare le probabilità di successo della tua startup:

Networking

Per far crescere una startup è indispensabile creare una rete di contatti, per dare vita a collaborazioni, scambiarsi suggerimenti, supportarsi a vicenda e farsi conoscere. Partecipa agli eventi e alle iniziative che vengono ormai organizzate in tutta Italia: uno su tutti gli aperitivi di Indigeni Digitali. Potrai entrare in contatto con potenziali collaboratori, ma anche blogger e investitori pronti a scommettere su idee innovative.

Non perderti l’ottima raccolta di piattaforme, eventi e contatti indispensabili per startupper stilata da Gianluca Dettori.

L’importanza dell’organizzazione

L’organizzazione è la chiave del successo, soprattutto agli inizi, quando capita di dover fare tutto da soli, e si è sommersi da impegni. E’importante saper individuare le priorità e gli obiettivi ad ampio raggio, prevedere i tempi di realizzazione per svolgerli, non dimenticare le scadenze importanti e le eventuali date di consegna.

Per non impazzire tra to-do list, calendari, post-it sparsi qua e la, sono nati molti utili tool online per la gestione di progetti, eccone alcuni:

Tools per la gestione del tempo:
Microsof Project
Open Proj  (simile a  Ms Project ma free)
Grindstone

Tools per le to-do list:
App pricing
Remember the milk

Project Management tools:
Redmine
Collabtive
Co-op

Be social

Per una nuova impresa è fondamentale comunicare e promuovere l’idea di business: i social media sono degli alleati fondamentali per almeno 2 ragioni:

-L’investimento richiesto è in linea con i budget ristretti degli startupper

-Permettono di rivolgersi ad una grande audience, che sarà amplificata se ci sono influencers interessati alla tua idea

Non limitarti ai soliti Facebook e Twitter, ma, a seconda delle caratteristiche del tuo business, tieni in considerazione anche Pinterest, LinkedIn, ecc. Ma attenzione: mai cercate di strafare iscrivendovi a tutti i social networks esistenti, e lasciando poi gli account inattivi e non aggiornati. Sarebbe senza dubbio controproducente. 

L’approccio da seguire sarà informale e amichevole, coinvolgete i vostri utenti più attivi, facendoli sentire unici: il passaparola positivo non tarderà ad arrivare! Se riesci a coinvolgere qualche blogger particolarmente influente in quel settore, il successo è garantito. Ed infine ricorda: i social networks non servono solo per parlare, ma soprattutto per ascoltare.

Think big

Pensa in grande! Anche se al momento la tua impresa ha pochi dipendenti ed un budget limitato a disposizione, pensa a lungo termine: dove ti troverai tra 10 anni? Gli investitori cercano aziende con prospettive brillanti per il loro futuro, che puntano ad affermarsi sul mercato internazionale.

Punta sull’outsourcing…e sul crowdsourcing!

Un’azienda ai primi stadi di sviluppo avrà sicuramente un organico molto limitato. Ma non per questo potrà permettersi di trascurare dettagli fondamentali, che rischiano di compromettere il suo successo futuro, o affidare compiti a persone poco qualificate, pur di risparmiare. La soluzione? Puntare su professionisti freelance, in grado di assicurarti competenze specifiche nel campo che ti interessa, senza i costi e gli oneri di un’assunzione diretta. In quest’ottica si inserisce il crowdsourcing, ovvero la possibilità di attingere all’intelligenza collettiva della Rete aprendo un contest su Internet, una sorta di gara tra freelance a cui affidare lo sviluppo di un progetto (ad esempio un logo, un sito web, una brochure) rivolgendosi a un numero teoricamente illimitato di professionisti.

A chi rivolgersi per sfruttare al massimo queste nuove opportunità per il tuo business?

Starbytes può essere la soluzione che fa per te: una piattaforma che ti permette di trovare le migliori risorse in una community di più di 20.000 professionisti italiani selezionati.

Con Starbytes avrai la sicurezza di affidarti a freelance qualificati: puoi consultare le loro schede per verificare le loro competenze e i progetti già realizzati. Inoltre, prima di scegliere a chi affidare il progetto, hai la possibilità di richiedere a Starbytes di effettuare un colloquio di verifica del possibile vincitore. Starbytes offre 2 modalità di funzionamento per venire incontro alle tue esigenze:

Contest: imposti il budget che sei disposto a spendere per il progetto, ricevi proposte a partire dalle prime ore, scegli la proposta che ti piace di più

Job: imposti il budget, ricevi le candidature da professionisti del circuito Starbytes, scegli il professionista a cui affidare al tuo progetto

Stabilire fin dall’inizio il budget ed i tempi di realizzazione per vedere il progetto finito sono senz’altro un plus irrinunciabile per una startup!



VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?