Uptu, la social app che migliora il mondo intorno a te

Segnali, condividi, partecipi, ti informi: con Uptu "adesso tocca a te" migliorare il mondo!

Smart city, partecipazione attiva, progetti in crowdsourcing: tutto questo è il meglio del futuro che le nuove tecnologie possono offrici e a cui il Mobile contribuisce in modo decisivo.

La mobile experience ci permette di abbattere i limiti dello spazio creando communities che vanno oltre il territorio: la responsabilità civica diventa così imprescindibile perché l’intervento a favore della qualità della vita e di un mondo migliore non è più un gesto da rimandare al domani né da demandare agli altri.

Ognuno di noi può contribuire, smartphone alla mano, a segnalare problemi, a informare su quello che vediamo con i nostri occhi, a partecipare a eventi e momenti condivisi dagli altri: non soltanto la partecipazione diventa possibile ma è soprattutto l’ignoranza a non essere più ammissibile.

Mobile e social network: come contribuiscono ad un mondo migliore

Queste sono le evoluzioni del fenomeno dei social network applicati agli strumenti potentissimi della comunicazione in mobilità: ne abbiamo avuto un esempio con eventi eclatanti come le rivoluzioni e le guerre più recenti, che hanno percorso il filo veloce del web e dei social network, ma anche alle giornate di neve e maltempo di questo inverno in cui le notizie degli interventi giungevano da Twitter prima che dalla stampa tradizionale.

E proprio in questi giorni vediamo come, a seguito dei terremoti che hanno messo duramente alla prova l’Emilia Romagna, la solidarietà ha scelto anche la social sfera per esprimersi.

Stiamo percorrendo momenti duri per l’economia mondiale che possono essere superati con progetti nuovi, con idee che devono cambiare la rotta e il volto del mondo così come oggi lo conosciamo: il Mobile ci dimostra, come aveva già fatto a suo tempo la Rete, che  occorre rivalutare le architetture delle nostre comunità, dalle più piccole alle più grandi, dalle famiglie alle nazioni.

Si pensa oggi a città intelligenti, a stili di vita sostenibili, a tecnologie green mentre il cittadino è chiamato alla partecipazione attiva ai cambiamenti attraverso i canali più veloci di comunicazione e condivisione, appunto i social network.

Uptu: il social network che difende e migliora il tuo mondo

Questo nel mondo… ma qui in Italia? Ecco, noi vi abbiamo già parlato di un Comuni-chiamo, l’app per l’intelligenza collettiva.

Sempre made in Italy, un’altra app che si muove sempre nella stessa direzione, Uptu, che è stato appena premiato come terzo classificato  allo SMAU Mob App Awards di Bologna, nella categoria Community e Social, ed è tra i 30 vincitori dell’European City Challenge (Fonte @Blog Uptu).

 

Progettata da At Work, web agency di Torino, Uptu è stata lanciata recentemente e nasce sia come sito web che come applicazione mobile. Il social network che vi è dietro permette ai propri utenti di condividere le informazioni utili a difendere e migliorare il mondo che li circonda. Infatti Uptu significa It’s Up to You, ovvero “Adesso tocca a te!”.

Il progetto ha numerosi partner, tra associazioni, media e amministrazione al momento soprattutto localizzate a Torino, la città dove si trova At Work. Il social network esiste già in 6 lingue: italiano, spagnolo, francese, inglese, tedesco e portoghese.

Come funziona Uptu?

 

Eccole azioni principali che si possono compiere all’interno della smart community di Uptu, favorita dall’app per smartphone:

  • segnalare  problemi e disagi di un territorio con supporto di geolocalizzazione e condivisione foto e video;
  • inserire mappe e orari che si possono costruire e aggiornare in crowdsourcing;
  • condividere progetti, per trovare partner, collaboratori e supporter;
  • segnalare eventi;
  • inserire associazioni, enti, gruppi, bandi che possono aiutare i cittadini;
  • inserire sondaggi;
  • edutnaiment, per giochi con finali educative;
  • gestire emergenze, grazie anche alle notifiche push-up;
  • creare gruppi di interesse;
  • conoscere e approfondire informazioni grazie anche alla presenza di opinion leaders, definiti proprio da loro grado e dalla qualità della loro partecipazione su Uptu.
Lasciamo infine qui un vidoe di presentazione di Uptu:
[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=nx5cYuJHhBw’]

 

Al momento Uptu è disponibile solo per Android, a breve anche l’app per iOS. Ecco il link al download:

Che ne pensate? Non è anche questa una bella idea contagiosa come Comuni-chiamo da tenere d’occhio? Intanto voi segnatevela in previsione del Master in Viral Strategy & Archetypal Branding del 22 e 23 giugno.